CONIGLIO DISOSSATO COTTO IN UMIDO

Cucino la carne in pentole di terracotta tutti i giorni, il coniglio disossato cotto in umido e lo spezzatino di pollo sono strepitosi. Una cottura molto indicata per chi usa come me, delle carni di animali allevati “come una volta”. Dopo la cottura in terracotta la carne risulterà così tenera da non riuscire a prenderla, letteralmente, ogni volta rischio di sfaldare i pezzi di carne prima ancora di metterli nel piatto.

Potete abbinare qualsiasi tipo di carne e verdure, in maniera tale da ottenere ogni volta un piatto diverso, ma allo stesso tempo succoso e gustoso.

coniglio disossato cotto in umido

CONIGLIO DISOSSATO COTTO IN UMIDO

Ingredienti per 6 persone:

  • un coniglio intero e disossato (fatelo fare al vostro macellaio di fiducia)
  • un’arancia
  • 500 gr di patate già pelate
  • una carota
  • una costa di sedano
  • due cipolle
  • un bicchiere di vino bianco
  • rosmarino e curry abbondante
  • sale e pepe qb
  • qualche fetta di speck o prosciutto crudo e fontina o provolone dolce
  • aglio e prezzemolo qb
  • un cucchiaio di brodo granulare (io uso il mio soffritto fatto in conserva)

coniglio disossato cotto in umido passo passo

Stendiamo il coniglio appiattiamo per bene, saliamo un pò e aggiungiamo l’aglio e il prezzemolo tritato, stendiamo le fette di prosciutto e di provolone e arrotoliamo.

Con dello spago o col l’apposita retina, chiudiamo il coniglio facendo attenzione a chiuderlo ben stretto.

ps in mancanza di un coniglio disossato potete fare la stessa cosa con un rollè di pollo o di tacchino già pronto, o con del petto di tacchino da farcire alla stessa maniera.

Poniamo sul fondo della pentola in terracotta tutte le verdure e l’arancia, adagiamo sopra il coniglio disossato, aggiungiamo le spezie, e i liquidi e chiudiamo con coperchio.

Facciamo cuocere il tutto su fiamma bassa, per almeno due-tre ore, o fino a quando la carne e le patate saranno ben cotte.

Se usate le pentole di terracotta, vi consiglio di utilizzare uno spargifiamme, per evitare il contatto diretto della fiamma. Inoltre se non le utilizzate spesso, è buona norma tenerle a bagno per almeno 24 ore prima di utilizzare nuovamente.

Servite il coniglio a fette, quando è ancora ben caldo.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.