FUNGHI FRITTI IN PASTELLA RICETTA VELOCE

Amo la frittura, amo friggere tutto da buona siciliana, e le verdure in pastella sono una delle cose che preferisco per accompagnare un risotto leggero.

La verdura in pastella è un’ottima idea svuota frigo, spesso mi capita di trovarmi piccoli avanzi di verdure, come carote, cipolle, funghi, zucchine o zucca, taglio tutto a fette e passo in pastella per la frittura. In questo modo ho portato in tavola degli avanzi, che altrimenti andavano persi.

Per fare dei FUNGHI FRITTI IN PASTELLA croccanti e asciutti basta seguire piccoli consigli.

FUNGHI FRITTI IN PASTELLA

FUNGHI FRITTI IN PASTELLA

Ingredienti per la pastella:

  • 300 gr Farina di farro bianca (potete sostituire con il classico grano tenero)
  • birra ghiacciata qb
  • pz di sale
  • 300 gr di funghi o verdure miste
  • Olio per frittura

Laviamo per bene i funghi, asciughiamoli con un pò di carta assorbente e teniamoli da parte.

Versiamo in una capiente ciotola la farina e il sale, e versiamo tanta birra quanto basta per ottenere una pastella cremosa e fluida, mescoliamo con una frusta fino a renderla liscia e senza grumi.

Per capire se la pastella ha la giusta consistenza, tuffate un pezzetto di verdura o fungo, la pastella non deve scivolare, ma restare ben attaccata.

Versiamo abbondante olio in una padella bassa e larga, quando l’olio è abbastanza caldo, tuffiamo un pò alla volta le verdure in pastella e subito dopo nell’olio bollente.

Scoliamo i FUNGHI FRITTI IN PASTELLA e poniamoli per qualche minuti in carta assorbente.

Serviamo e mangiamoli caldi.

Ps: se invece optate per una versione più leggera, prova la mia versione dei FUNGHI GRATINATI

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.