PIZZA CON PIETRA REFRATTARIA IN FORNO CASALINGO…… LA PIZZERIA IN CASA MIA

PIZZA CON PIETRA REFRATTARIA IN FORNO CASALINGO...... LA PIZZERIA IN CASA MIA

 

PIZZA CON PIETRA REFRATTARIA IN FORNO CASALINGO…… LA PIZZERIA IN CASA MIA

Prepariamo la pizza??? Ecco la ricetta.
Intanto alcune premesse perché sono stanca di leggere delle ricette che non sono tali…
Dove trovi scritto farina uova zucchero….
Farina?????
Non esiste LA  FARINA !!!! in una ricetta per raggiungere almeno il limite della decenza…
C’è la farina di grano duro
Farina 00
Farina per pizze manitoba 

per pasta o di semola o di semola rimacinata….
Basta con queste ricette sciuè sciuè
Non sai leggere nelle confezioni?
Ogni risultato ha bisogno di prodotti adatti e specifici per poterlo raggiungere….
Detto questo passo alla tanto amata ricetta per la pizza fatta in casa che è decisamente diversa specie in consistenza della classica pizza napoletana….

PIZZA CON PIETRA REFRATTARIA IN FORNO CASALINGO…… LA PIZZERIA IN CASA MIA

  • Un kilo di farina per pizza  (potrete usare la farina 00 ma essendo molto debole dovreste impastarla molto più tardi) Adesso la farina per pizza si trova in tutti i super e non è difficile da trovare.
  • 600/700 gr di acqua tiepida (io cerco di metterne sempre 700, ma se non riuscite a gestire l’impasto morbido potete metterne anche 600)
  • La punta di cucchiaino di lievito di birra secco (2 gr circa)
  • un cucchiaio di miele
  • 20 gr di sale rigorosamente da mettere alla fine.

Impastare il tutto tranne il sale nella planetaria (anche a mano si può fare, ma naturalmente i tempi di impasto si allungano per ottenere lo stesso risultato)
Lasciare lavorare per almeno 15 minuti a velocità bassa.

Mettere l’impasto nel tagliere cosparso di farina di semola rimacinata che ci aiuta a non far attaccare l’impasto.

Schiacciare leggermente e fare le pieghe come si vede in foto

Basta portare un terzo dell’impasto al centro e sovrapporre il resto.
Schiacciare di nuovo e ripetere il lavoro per almeno tre volte

Tutto questo serve solo perché l’impasto sarà molto più “spinto” durante la lievitazione e cottura

Praticamente crescerà di più.

Impastare tutto la mattina e lasciate lievitare in forno chiuso con la luce accesa (almeno 4 ore, i tempi sono un pò lunghi perchè uso pochissimo lievito per rendere molto più digeribile l’impasto)
Un paio di ore prima di infornare fare le palline da circa 150 gr senza rovinare troppo l’impasto.
(Se si ha fretta o poco tempo basterà aumentare la dose di lievito e ridurre i tempi di lievitazione)

Lasciare lievitare di nuovo (questa volta basterà un’ora) e poi stenderle con le mani senza toccare i bordi.
Proprio così, si creano le classiche bolle come le pizze delle pizzerie.
Ricordiamoci che i forni casalinghi non arrivano alle stesse temperature e noi dobbiamo dare una mano all’impasto per fargli fare il suo mestiere….

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

A questo punto stendere la pizza con le mani schiacciando il centro senza toccare i bordi.
Lasciare almeno un centimetro di bordo


Così verrà bella gonfia e croccante
Io l’ho fatto su pietra refrattaria
Quindi ho steso la pizza sulla pala di legno e poi messa sulla pietra, forno alla massima temperatura e pietra messa alla base del forno (vi suggerisco di fare delle prove, su come cuocere al meglio la vostra pizza, provate diverse altezze con o senza grill, e poi decidete quale vi piace di più)

Per condire bene la pizza
Basta mettere un cucchiaio di salsa appena scolata con colino a maglia fine
Questo serve per non far bagnare troppo l’impasto.
Poi aggiungere gli ingredienti a vostro piacimento e poi la mozzarella.
Ma non esagerate con troppi condimenti altrimenti la pizza non cuoce bene.
Naturalmente non si deve condire il bordo, ma va lasciato così
Poi un mio personale gusto io dopo aver messo la mozzarella metto anche una spolverata di parmigiano e un giro di olio evo.
Infornate alla massima temperatura consentita del vostro forno e possibilmente la parte più bassa e ventilato nel mio caso ho messo la pietra poggiata alla base del forno.
Spero esservi stata utile.


Ecco alcune delle mie pizze sfornate e mangiate


Gusto classico

  • Passata di pomodoro
  • con prosciutto crudo
  • rucola selvatica e provolone stagionato
  • mozzarella

Dopo aver steso la pizza ho semplicemente messo alla base la passata di pomodoro condita con un pz di sale, la mozzarella e una spolverata di parmigiano grattugiato, inforno e quando è cotta sforno e metto subito il prosciutto, la rucola (selvatica) e il provolone.


Gusto deciso:

  • Passata di pomodoro
  • Con melanzane fritte in pastella
  • Patè di Pistacchi 
  • Mozzarella 
  • Pangrattatto ripassato in padella con un filo di olio evo (in sicilia si dice atturrato)

    Stendere la pizza e mettere sempre alla base la passata di pomodoro, le melanzane, il patè di pistacchi, la mozzarella e il pangrattato

Gusto semplice:

  • 1 cipolla rossa
  • passata di pomodoro
  • morrarella
  • una scatoletta di tonno
  • due cucchiai di ketchup
  • olio evo

    Stufate una cipolla rossa, sfumatela con un goccio d’aceto e frullatela.

    Alla base della pizza mettere la passata di pomodoro condita con un pz di sale, poi la purea di cipolle, poi il tonno mischiato a due cucchiai di ketchup, mozzarella e grana grattugiato o parmigiano

    Ecco i tre gusti di questa ricetta a presto con tante altre varianti

Pubblicato da cucinareinsiemeate

Semplicemente ho dovuto imparare per spirito di sopravvivenza, e da cosa nasce cosa eccomi qui, speriamo bene!!!!!!

3 Risposte a “PIZZA CON PIETRA REFRATTARIA IN FORNO CASALINGO…… LA PIZZERIA IN CASA MIA”

  1. adoro la pizza, e le tue, cotte con pietra refrattaria sono di sicuro ancora più buone:)) mi piacciono tantissimo inoltre tutti i condimenti che hai utilizzato: uno più sfizioso dell’altro:)) bravissima come sempre:))
    un bacione:))
    Rosy

  2. Hai proprio ragione, ho modificato la ricetta, in verità i tempi sono molto indicativi, perchè in base alle temperature esterne e alla lavorazione dell’impasto, i tempi potrebbero cambiare, ma ho sistemato dando dei tempi indicativi, Scusa il disturbo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.