PIZZA FARCITA CON FARINE MACINATE A PIETRA PIZZA FARCITA CON FARINE MACINATE A PIETRA

Adoro la pizza fatta in casa, e mi piace usare lo stesso impasto per ottenere risultati diversi. Questa non è altro che una pizza farcita, una specie di panzerotto bi-gusto, per accontentare il gusto e anche l’occhio.

PIZZA FARCITA CON FARINE MACINATE A PIETRA

pizza farcita 2

Ingredienti per l’impasto:

  • 300 gr di farina di farro bianco
  • 100 gr di semola rimacinata Senatore Cappelli
  • 100 gr di farina di farro dicocco integrale macinata a pietra
  • 350 gr di acqua fredda
  • un gr di lievito di birra secco
  • un cucchiaino di miele
  • 7 gr circa di sale (potete metterne più o meno in base ai vostri gusti)

Un impasto molto semplice, basta solo prendersene cura durante la preparazione. Adoro gli impasti diretti, proprio perchè il tempo è sempre davvero poco, e per riuscire a fare tutto, ma proprio tutto, bisogna trovare i giusti compromessi.

Iniziate l’impasto verso le 19, gli orari però sono solo a livello indicativo, potete iniziare quando vi pare, l’importante è non tenere troppo l’impasto fuori dal frigo, durante la preparazione e il giorno dopo.

In una planetaria, inserite tutti gli ingredienti, tranne l’acqua e il sale. Azionate la macchina dotata di gancio, e iniziate a versare a filo l’acqua, quando state per terminare, aggiungete il sale, e man mano il resto dell’acqua, fate incordare per bene, fino ad ottenere un impasto liscio e ben attaccato al gancio, la ciotola dell’impastatrice dovrà risultare pulita.003

PIZZA FARCITA CON FARINE MACINATE A PIETRA

Adesso lasciate riposare l’impasto direttamente in ciotola per almeno 20 minuti, e dopo fate incordare nuovamente. Versate quindi l’impasto in una spianatoia, spolverata di farina, lasciatelo riposare dieci minuti scoperto, poi date due pieghe a tre, in questo modo

pizza in teglia e panini

Lasciate riposare altri 20 minuti, scoperto, e ripetete le pieghe. A questo punto arrotondate delicatamente l’impasto (la foto è un esempio, in questo caso sono fatte dopo il taglio delle pezzature) mettete in ciotola e coprite per bene con pellicola. Mettete l’impasto in frigo, fino al primo pomeriggio del giorno dopo.panini o pizza in teglia

PIZZA FARCITA CON FARINE MACINATE A PIETRA

Il giorno dopo, tiriamo fuori dal frigo l’impasto, lo lascio per mezz’ora circa, senza far nulla, solo per portarlo a temperatura ambiente. Adesso versiamo l’impasto in spianatoia infarinata e tagliamo le pezzature, nel mio caso ho fatto pagnotte da 250 gr, arrotondate come nella foto precedente, coprite con pellicola e fate lievitare per 2\3 ore, il tempo dipende dalla lavorazione e dalle temperature esterne. Quando saranno raddoppiate, potete iniziare a stendere ed infornare. In questo caso, le pizze sono stese su pala, ho dato un taglio al centro, come vedete in foto, ho farcito le due metà con ripieni differenti, la prima metà con ricotta, salame piacentino D.O.P. (Salumificio La Rocca) pomodoro a pezzetti, mozzarella e formaggio grattugiato, la seconda metà con semplice pomodoro a pezzetti, mozzarella e formaggio grattugiato. Ho chiuso le due estremità, creando due panzerotti uniti, a vostro piacimento, potete farcire le parti esterne.

Questo impasto però potete usarlo tranquillamente come delle semplicissime pizze, da stendere a mano, farcire e infornare. Quando i panzerotti o le pizze sono pronti, infornate in forno ventilato alla massima temperatura, e dotato di pietra refrattaria, io la metto nella parte bassa del forno, nel mio caso funziona meglio così, ma so che in alcuni forni è meglio mettere la pietra al centro, quindi non vi resta che provare, purtroppo ogni forno ha delle caratteristiche differenti. Nel mio caso le pizze o i panzerotti sono pronti in circa 10 minuti.

FotorCreated

Ringrazio il salumificio La Rocca per la possibilità a partecipare al contest indetto nella pagina fb.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*