CAPONATA SICILIANA IN CONSERVACAPONATA SICILIANA IN CONSERVAOgni tanto mi piace rivivere i sapori della mia terra…..
Devo essere sincera, non amo tanto la CAPONATA SICILIANA , ma ogni tanto mi piace assaggiarla.
Ne faccio sempre un pochino anche in conserva, così quando i miei amici arrivano all’improvviso, mi ritrovo già un gustoso antipasto pronto in un minuto, due bruschette o un bel pezzo di pane casereccio, e il gioco è fatto.

CAPONATA SICILIANA IN CONSERVA

Ingredienti abbondanti per poterne anche conservare un pochino:

La caponata è ottima se fatta riposare, vi consiglio infatti di farla il giorno prima e gustarla dopo averla fatta riposare per una notte in frigorifero.
  • 2 melanzane a cubetti e fritte
  • 2 peperoni a cubetti e fritti
  • 1 carota e 2 coste di sedano tagliate a cubetti e sbollentati a parte
  • 10 capperi
  • 1 cucchiaio di pinoli tostati
  • 1 cucchiaio di uva passa (di pantelleria, evitate la classica uva sultanina)
  • 10 olive verdi denocciolate
  • una bottiglia di passata di pomodoro
  • 1 cipolla tagliata finemente
  • qualche foglia di basilico
  • olio evo qb
  • sale qb
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 3 cucchiai di aceto di vino bianco
CAPONATA SICILIANA
CAPONATA SICILIANA IN CONSERVA
Friggere le melanzane e i peperoni a cubetti, metterle da parte perchè verranno aggiunte dopo.
Sbollentiamo a parte il sedano e le carote tagliati a cubetti non troppo grandi.
Tostiamo a parte i pinoli con un filo d’olio.
Preparare un soffritto con la cipolla, le carote e il sedano tagliati a cubetti e appena sbollentanti, olio evo, pinoli, uva passa, capperi e olive.
Far cuocere giusto 10 minuti a fuoco medio, aggiungere la passata di pomodoro e il sale, quando la salsa è quasi cotta (circa 20 minuti), inserire le melanzane e i peperoni fritti in precedenza e il basilico.
Far riscaldare il tutto e a questo punto aggiungere lo zucchero e l’aceto, far evaporare appena 5 minuti e spegnete.
La caponata è pronta.
Se invece vogliamo farne un pochino in conserva, cuociamo dopo aver messo la passata di pomodoro per solo 10 minuti. Anche se la passata non vi sembrerà ben cotta e potrebbe essere ancora un pochino liquida, non vi preoccupate, perchè dovrà comunque subire un’altra cottura, durante la pastorizzazione.
Quindi procedete in questo modo, per preparare la CAPONATA SICILIANA IN CONSERVA, aggiungete la passata di pomodoro, cuocere per 10 minuti, da quando prende il bollore, aggiungere quindi lo zucchero e l’aceto, fate scaldate, mescolate bene e spegnete.
Adesso riempite i barattoli, ben puliti e sterilizzati, tappateli, e metteteli in pentola, avvolti da alcuni strofinacci, per evitare che durante la cottura, i barattoli si possano urtare e rompersi. Lo vedete bene in foto.
Aggiungete tanta acqua fino a coprire il tutto di almeno 3 cm.
Mettete a bollire, e cuocere per 20 minuti, da quando inizia a bollire il tutto.
Se i barattoli sono molto grandi (circa 800ml-1litro) fate bollire per 5-10 minuti in più.
Chiudete con coperchio e lasciate raffreddare completamente.
Il giorno dopo, tirate fuori i barattoli, asciugateli bene, controllate che tutti i tappi si siano ritirati, per avere la certezza che il sottovuoto ha avuto successo, se in qualche tappo, schiacciando al centro, sentite il classico clik-clak, quello non è stato chiuso bene, ponete il barattolo in frigo e consumatelo al più presto. Tutti gli altri invece, metteteli in dispensa al fresco e al buio, e gustateli con gli amici.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

2 Comments on CAPONATA SICILIANA IN CONSERVA

  1. pimentinha
    16 febbraio 2014 at 20:51 (4 anni ago)

    Deve ser delicioso!

  2. katia B
    3 marzo 2014 at 10:16 (4 anni ago)

    grazie mille

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*