1485

Uno degli impasti più famosi in Sicilia, la pasta da rosticceria, versatile, unica e inconfondibile, un profumo di lievito che, in casa ci fa sempre tornare bambini. Quando preparo la mitica mattonella mi ricordo quando la mattina andavo a scuola, e passavo dal panettiere a comprare la merenda che mi sarei portata per la pausa, mi compravo spessissimo questo pezzo di rosticceria, e ora farlo in casa è un piacere unico.

Questa volta però ho voluto aggiungere un pò di dolcezza con uno dei formaggi più buoni che abbia mai mangiato, L’Emmentaler Dop, il famoso formaggio con i buchi

sin da piccola ho sempre mangiato l’Emmentaler DOP proprio perchè al palato lo senti dolce, e cremoso, basta un pezzo di pane caldo e appena poggi una fetta sopra senti un profumo inconfondibile di Noci.

Il Gruyère DOP invece ho avuto modo di assaggiarlo solo in questo ultimo periodo, a mio gusto, non lo preferisco all’Emmentaler, ma è ottimo in cucina.

Il Gruyère a differenza dell’Emmentaler non ha i buchi, e il profumo è molto più intenso, con la presenza di alcune muffe in buccia, il sapore e il profumo sono un pò più pungenti.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

Fotor1103201424

INGREDIENTI PER LA NOSTRA MATTONELLA SICILIANA
Per il ripieno non vi do le dosi perchè potete farla come più vi piace:
mortadella
prosciutto cotto
passata di pomodoro ben scolata
pasta filata o mozzarella ben asciutta
Emmentaler DOP
grana grattugiato
 
Per prima cosa ci prepariamo l’impasto della rosticceria Siciliana
250 gr di farina 00
250 gr di farnia manitoba
50 gr di strutto 
50 gr di zucchero
200 gr di latte 
50 gr di uova (circa uno) 
5 gr di lievito di birra secco
10 gr di miele
10 gr di sale
tuorlo, panna e semi di sesamo per la copertura.
 
Procediamo inserendo nella planetaria le farine setacciate e lo zucchero.
Nel latte appena tiepido sciogliere il miele e il lievito.
Azionare la planetaria a velocità bassa, e impastare, aggiungendo il latte gradualmente.
Quando abbiamo messo tutto il latte aggiungere l’uovo, e incordare per bene, adesso aggiungere il sale e alla fine lo strutto a pezzetti un pò alla volta.
Aggiungerne un pò, aspettare che si sia assorbito e aggiungere l’altro.
quando abbiamo terminato, portare ad incordatura, cioè l’impasto dovrà staccarsi dalle pareti della planetaria e restare attaccato al gancio.
Tirate la pasta dal boccale, e adagiatelo su un tagliare infarinato, dato una piega portando i lati verso il centro, come quando si fanno i cornetti, arrotondare l’impasto e lasciare lievitare per almeno due o tre ore.
Trascorso il tempo, dividiamo in due parti l’impasto, facciamo due palline e lasciamo riposare 30 minuti.
Adesso stendiamo una delle due palline, ricopriamo la teglia imburrata, e condiamo la nostra Mattonella Siciliana, con tutti gli ingredienti, chiudiamo con l’altro disco di impasto.
Adesso accendiamo il forno e portiamolo a temperatura di 180° ventilato, attendiamo però che la Mattonella siciliana riposi per 30 minuti circa, spennelliamo con il tuorlo sbattuto con la panna e spolveriamo di semi di sesamo.
Cuocere per circa 20 minuti, ma naturalmente fino a rendere la superficie ben cotta e croccante, ogni forno ha i suoi tempi, regolatevi in base alle mie foto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*