PESCHE SCIROPPATE FATTE IN CASA

Ci sono cose che non avrei mai pensato di fare, perchè a volte sembrano più difficili di quello che sono, per esempio non avrei mai pensato di farmi un orto, eppure lo curiamo da quasi 7 anni, e seppur torniamo in casa sudati, sporchi e “puzzolenti” come dice sempre il mio piccolo Andrea, siamo contenti di quello che facciamo. Non avrei mai pensato di autoprodurre il 70% della mia spesa giornaliera, dalla passata di pomodoro al pane, dalla pasta fresca ai succhi di frutta, eppure adesso, non riesco più a pensare di poterne fare a meno. Un lato negativo c’è, forse anche più di uno, il tempo libero, per esempio, il nostro è quasi un lavoro, il gusto che via via va cambiando, e ti assicuro che non è bello, andare in casa della gente e non riuscire a mangiare quasi più nulla, poi però mi fermo, ci penso, e chissenefrega, a me piace farlo, e sono sicura di non fare una cosa sbagliata.

Puoi provarci anche tu a preparare qualche conserva fatta da te, come le PESCHE SCIROPPATE FATTE IN CASA , mangiale a distanza di un paio di mesi da quando le prepari, e vedrai che non guarderai più le pesche in barattolo del supermercato.

PESCHE SCIROPPATE FATTE IN CASA

Per preparare le conserve fatte in casa bisogna sempre usare materia prima di ottima qualità, cercate della frutta locale e assicuratevi che la frutta non abbia subito strani trattamenti.

Per 4 kili di PESCHE SCIROPPATE FATTE IN CASA:

  • 7 kili di pesche varietà percoco, sono le migliori da fare sciroppate, in ogni caso una pesca gialla e non troppo matura andrà bene, l’importate è che sia di consistenza ben soda.
  • 600 gr di zucchero semolato
  • 1,5 gr di acqua

PESCHE SCIROPPATE FATTE IN CASA

Come prima cosa, bisognerà preparare lo sciroppo, mettete quindi in una pentola capiente, lo zucchero e l’acqua, fate scaldare leggermente, giusto il tempo necessario a far sciogliere lo zucchero. Tenetelo da parte.

A questo punto bisognerà pulire e tagliare le pesche. Per ottenere 4 kili di pesche pulite, ne serviranno circa 7 kili. Pelate le percoche, tagliatele in tre parti, il trucco per avere delle PESCHE SCIROPPATE FATTE IN CASA che non diventeranno mollicce dopo la cottura è proprio quella di ottenere dei pezzi di frutta piuttosto grandi e di non farle cuocere troppo.

Riempite i barattoli, ponendo nel fondo un pezzo piuttosto grande, da riuscire a coprirlo del tutto, come vedete in foto e ma mano adagiate i restanti pezzi, senza schiacciare troppo, altrimenti la frutta farà le classiche macchie nere.

Riempire i barattoli con lo sciroppo ormai freddo, chiudere con coperchio pulito e asciutto.

Poniamo tutti i barattoli in un pentolone alto e capiente, assicuratevi di inserire dei panni tra un barattolo e l’altro per evitare che durante la bollitura, si possano rompere, copriamo con acqua, e portiamo a bollore.

Dal momento del bollore, fate cuocere solamente 3 minuti, io uso barattoli da mezzo litro, spegnete il fuoco, e con dei guanti e pinze, fate attenzione a non scottarvi, togliete subito i barattoli dall’acqua, poneteli a testa in giù e copriteli con delle coperte per non farli raffreddare troppo velocemente.In questo modo le PESCHE SCIROPPATE FATTE IN CASA resteranno ben sode per tantissimo tempo, io addirittura li porto avanti anche un paio d’anni.

Gustate le vostre PESCHE SCIROPPATE FATTE IN CASA , dopo un paio di mesi dalla preparazione, e dal quel momento in poi, un barattolo in frigo, non dovrà mai mancare.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.