ALBERELLI DI MERINGA, un dolcetto semplicissimo, ma ottimo da utilizzare per abbellire le feste natalizie o i compleanni dei nostri piccolini. Basterà un pò di fantasia e usare piccole e semplici forme per renderli sempre differenti.

ALBERELLI DI MERINGA

Quest’anno ho decido di donare in beneficenza alcuni dolcetti fatti con le mie mani, e ho deciso di fare questi graziosi ALBERELLI DI MERINGA.

Girando sul mitico sito Pinterest, li avevo visti già da parecchio tempo, (post datati addirittura 2014) molti blog “famosi” se ne appropriano, ma alla fine, in cucina niente è più da inventare, al massimo viene riproposto.

Nel mio caso ho avuto un grande aiuto dal gruppo di pasticceria professionale su fb, un’amica (Laura) mi ha dato una mano per la ricetta, (non avevo mai fatto le meringhe), un grazie particolare anche ad Anna, e a tutto il gruppo.

ALBERELLI DI MERINGA

Per circa 50 meringhe:

  • 100 gr di albume (meglio se vecchio di un paio di gg, e a temperatura ambiente)
  • 200 gr di zucchero semolato
  • un cucchiaino di estratto di vaniglia fatto in casa (qui la mia ricetta)
  • colorante verde alimentare
  • zuccherini per decorare

in pratica è la tecnica usata per la una meringa francese.

PROCEDIMENTO:

Scaldate a bagnomaria l’albume con metà dell zucchero, appena schiumano, portate il tutto in planetaria, e montare la meringa, man mano aggiungete il resto dell zucchero, il colorante e la vaniglia.

La meringa dovrà essere lucida e soda. Mettete il composto in una sac à poche con bocchetta liscia di circa 2 cm.

Date la forma in questo modo, dal cerchio più grande e schiacciato, a quello più piccolo e tondeggiante. E’ molto molto facile, basterà provarne un paio e capirete subito come farle al meglio. Potete comunque usare altre forme di vostro gradimento. Decorate con zuccherini, stelline o altro.

15380685_1833841033500865_482480839757495975_n

Formate le meringhe in teglia con carta da forno, e infornate a 90-100° in modalità ventilata. Controllate la cottura, le meringhe devono asciugare e non gonfiare, le mie (era la mia prima volta) si sono un pò spaccate, ho capito che il mio forno ha bisogno dello sportello leggermente aperto.

La temperatura deve essere bassa, e il tempo molto lungo. Io ho impiegato circa 3 ore per due teglie infornate insieme.

Girate le teglie ogni tanto, i forni casalinghi non mantengono benissimo le temperature, quindi potrebbe scaldarsi più un lato rispetto ad un altro.

Dopo un paio d’ore potete assaggiarle per controllare se sono pronte. Quando saranno ben asciutte, lasciatele raffreddare nel forno con lo sportello leggermente aperto.

Poi incartatele o servitele, isolatele per bene, perchè tendono ad attirare umidità e potrebbero ammorbidirsi. A me non è successo, e dopo circa un mese sono ancora intatte (ne ho lasciate giusto un paio proprio per controllare come si mantengono nel tempo)

 

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*