CUCINARE INSIEME A TE

RICETTE VEGETARIANE

PANE VELOCE SENZA IMPASTO

PANE VELOCE SENZA IMPASTO

PANE VELOCE SENZA IMPASTO

Per fare il pane in casa occorre tempo e pazienza, ci sono varie tecniche, una per ogni tipo di risultato che vogliamo ottenere. Gli impasti sono uno diverso dall’altro, i tempi e le lavorazioni, lo stesso, ma la voglia di fare non ci manca, giusto?

Ho voluto trovare un metodo molto semplice e veloce, proprio per un pane casereccio, per chi spesso non ha tempo, e in più non bisogna essere precisi nei tempi, basta una ciotola, un cucchiaio e circa 15 minuti del nostro tempo in tutto.

Certamente non è la pagnottona, ben curata, liscia liscia, e perfetta, ma è un buon pane, e ho anche provato varie farine con lo stesso metodo, basta diminuire o aumentare l’acqua e il pane viene benissimo. Ottimo per la settimana, e magari ci riserviamo i vari impasti studiati e tecnici per la domenica. Fossi in te lo proverei subito. (altro…)

FRISELLE CON FARINA DI FARRO INTEGRALE

FRISELLE CON FARINA DI FARRO INTEGRALE

FRISELLE CON FARINA DI FARRO INTEGRALE

FRISELLE CON FARINA DI FARRO INTEGRALE

Le Friselle, tipiche della cucina Pugliese, non sono altro che ciambelline di pane, fatte essiccare in forno. Sono molto usate in estate con un filo d’olio evo e pomodorini appena raccolti. Io le condisco in tantissimi modi, con verdure e tonno diventano un piatto unico per una cena fredda con gli amici. (altro…)

BUCCIA DI ARANCIA CANDITA CON METODO CLASSICO

BUCCIA DI ARANCIA CANDITA CON METODO CLASSICOBUCCIA DI ARANCIA CANDITA CON METODO CLASSICO

Da tanto tempo provo e riprovo varie “ricette-tecniche” per fare in casa le scorzette d’arancia candite. Dopo averne lette e fatte di ogni, sono arrivata ad una conclusione, che le tecniche poco conosciute e a volte più complesse sono però le migliori.  Per preparare la BUCCIA DI ARANCIA CANDITA CON METODO CLASSICO ci serviranno davvero pochissimi ingredienti ma di qualità indiscussa, perchè il fatto in casa deve essere il migliore in assoluto, altrimenti è solo tempo sprecato. (altro…)

BUDINO ALLA VANIGLIA E CANNELLA

BUDINO ALLA VANIGLIA E CANNELLA

BUDINO ALLA VANIGLIA E CANNELLA

BUDINO ALLA VANIGLIA E CANNELLA

Il budino è uno dei dolci della nonna, da fare in tante versioni, diventa una merenda sana e golosa per i nostri bimbi. Semplicissimo, e possiamo proporlo anche per le prossime giornate di festa, massima resa e pochissima fatica. Arricchite il piatto con frutta caramellata o sciroppata, e abbiamo creato un vero piatto natalizio

(altro…)

MINESTRA DI FARRO RISO ORZO E PISELLI

MINESTRA DI FARRO RISO ORZO E PISELLI

MINESTRA DI FARRO RISO ORZO E PISELLI
Adoro le minestre calde, ma non ho mai tanto tempo per prepararle, oggi pranzo veloce, domani lo stesso, ma come ben sappiamo, la cucina richiede tempo e pazienza. Mi dedico alle minestre di solito nel fine settimana e cerco di spezzare i tempi, in questo caso ho preparato i piselli la sera prima e così il giorno dopo ho dovuto cuocere i cereali e scaldare il resto.

(altro…)

PETTOLE DI SEMOLA SENATORE CAPPELLI A LUNGA MATURAZIONE

PETTOLE DI SEMOLA SENATORE CAPPELLI A LUNGA MATURAZIONE

PETTOLE DI SEMOLA SENATORE CAPPELLI A LUNGA MATURAZIONE Un impasto antico, che si usa molto al sud in questo periodo, cambia paese, cambia nome, ma alla fine la ricetta è sempre la stessa. Quando sono arrivata in Puglia ho sentito parlare delle famose pettole, una pasta di pane fritta, e leggi e parla, alla fine è la stessa pasta fritta che facciamo in Sicilia. Le Spince siciliane infatti sono fatti della stessa pasta, solo che noi siciliani siamo forse un pochino più golosi e li usiamo mangiare dolci, con sopra tanto zucchero e cannella. (trovi qui la variante Sicula), le pettole invece vengono spesso farcite, o mangiate così, accompagnate da tantissime altre leccornie e salumi, acciughe e formaggi vari, in pratica un piatto rustico da gustare in compagnia. In Sicilia, come in molte zone della Puglia questo piatto viene preparato per la sera dell’8 dicembre, anche se in alcuni paesi viene anticipata al giorno di santa Cecilia, un momento unico, familiare. Io ancora ricordo di quando mio nonno, con le sue grandi mani, impastava forte forte, ricordo ancora splac splac splac, il rumore della pasta morbida che sbatteva con le mani, e mia madre pronta con la brocca dell’acqua tiepida, che al segnale della testa versava lentamente…… e al primo cenno si fermava, si perchè l’acqua bisogna aggiungerla piano piano, e solo mio nonno decideva quando fermarsi. Non esisteva bilancia, mai!!!!!! l’occhio e le mani bastavano, ed era vero, non sgarrava mai.

(altro…)

PASTA MATTA DI ARTUSI

PASTA MATTA DI ARTUSI

PASTA MATTA DI ARTUSI

Da poco ho comprato una raccolta di ricette del grande amante della cucina Italiana Pellegrino Artusi, e una delle ricette che ho subito adottato è proprio la pasta matta. (altro…)

PIZZA CON FARINA DI FARRO E SENATORE CAPPELLI

PIZZA CON FARINA DI FARRO E SENATORE CAPPELLI

PIZZA CON FARINA DI FARRO E SENATORE CAPPELLI

Qualche giorno fa ho pubblicato la ricetta del tarallone di pizza (leggi qui la ricetta), ma dato che l’impasto era troppo, nella stessa sera ho anche steso delle semplicissime pizze, in questo post voglio solo sottolineare la bontà esclusiva della mozzarella di Bufala, in particolare “LA ZIZZONA DI BATTIPAGLIA” (altro…)

TARALLONE DI PIZZA CON LA ZIZZONA DI BATTIPAGLIA

TARALLONE DI PIZZA CON LA ZIZZONA DI BATTIPAGLIA

TARALLONE DI PIZZA CON LA ZIZZONA DI BATTIPAGLIA

Un tarallo gigante farcito con la favolosa Zizzona di Battipaglia e tanta passata di pomodoro fatta in casa. Questo tarallo è una semplice idea per presentare un impasto pizza in maniera differente, diciamo pure che è un calzone, panino farcito o come vi pare, a me piace proprio il nome di TARALLONE, l’idea è piaciuta molto in casa e penso proprio di replicarla al più presto.  (altro…)

PANE PIZZA SICILIANO (U CABBUCIO)

PANE PIZZA SICILIANO

PANE PIZZA SICILIANO (U CABBUCIO)

In sicilia in alcuni ristoranti dove servono anche le pizze, si usa portare al tavolo questo “PANE PIZZA SICILIANO”, ottimo da accompagnare con i salumi e i formaggi, ma anche molto saporito con solo un pochino di pomodoro e mozzarella, magari appena passato al forno a legna. (altro…)

CROSTATA MORBIDA AL PISTACCHIO E MANDORLE

CROSTATA MORBIDA AL PISTACCHIO E MANDORLE

CROSTATA MORBIDA AL PISTACCHIO E MANDORLE

Un dolce articolato, ma semplice da fare, ci sono vari passaggi ma che si possono tranquillamente preparare con calma il giorno prima. Il dolce dovrà essere congelato nelle varie fasi, e quindi possiamo sfruttare le ore serale per prepararlo in tutta calma, e poterlo sfoggiare alla prima occasione. Per questa CROSTATA MORBIDA AL PISTACCHIO E MANDORLE ho utilizzato prodotti Ultragel, ottimi semilavorati per pasticceria e gelateria.

Ho utilizzato due basi di grandi maestri della pasticceria italiana, segui la ricetta e utilizza le basi come più ti piace, basta un pochino di fantasia e puoi modificare i gusti e abbinarli in modi differenti, in base ai tuoi gusti e piaceri.

(altro…)

TIRAMISU’ CON UOVA PASTORIZZATE

TIRAMISU' CON UOVA PASTORIZZATE

TIRAMISU’ CON UOVA PASTORIZZATE

Per il tiramisù il problema è sempre stato, uova crude si o no? In verità prima le usavo crude, per ignoranza, distrazione, ma l’unica cosa che mi accertavo era, che fossero freschissime. Ma studiando e informandomi, le uova crude non si DEVONO consumare, in nessuna occasione, per il rischio (seppure bassissimo) di contrarre la salmonellosi, è molto fastidiosa,e con un minimo di attenzione, la possiamo evitare, specie in presenza di bimbi e anziani, soggetti molto molto più deboli e quindi sensibili. Basta davvero pochissimo e il rischio si annulla, quasi del tutto. Dico quasi, perchè non basta solo pastorizzare le uova, per evitare il contagio, ma una corretta igiene, nella manipolazione, infatti se le uova contagiate, sono state poggiate sul piano della cucina, prima di essere state lavate, il rischio continua ad esistere. Quindi per prima cosa, la corretta manipolazione, lavare sotto l’acqua corrente le uova, dopo lavare piano di lavoro e mani, molto bene, e solo dopo possiamo usare le uova.  (altro…)

BARRETTE AI CEREALI E MIELE FATTI IN CASA

BARRETTE AI CEREALI E MIELE

BARRETTE AI CEREALI E MIELE FATTI IN CASA

Una merenda sana e gustosa, la puoi fare in centinaia di varianti, basta sostituire i cereali, un prodotto davvero buono e facilissimo da fare, si mantiene anche per tanto tempo, semmai fosse necessario, (in casa mia finisce a tempi brevissimi) (altro…)

TARALLI SICILIANI RICETTA ORIGINALE

TARALLI SICILIANI RICETTA ORIGINALE
TARALLI SICILIANI RICETTA ORIGINALE
Questi biscotti li faccio e rifaccio spesso, sono di una bontà strepitosa, e poi amo le ricette tipiche e tradizionali, infatti questi sono proprio dei tipici biscotti Siciliani, a Trapani li chiamiamo Taralli all’anice, ma in genere si trovano sotto il nome di Taralli Siciliani. sono biscotti tipici invernali, li trovavo spesso nei forni durante la festa di tutti i santi e soprattutto per Natale. Sono semplici da fare, ma occorre solo un pochino di attenzione nel formarli, perchè per avere la classica consistenza “si scioglie in bocca” l’impasto dovrà essere morbido al punto giusto, e bisogna formarlo con l’aiuto della farina (ma senza esagerare)

(altro…)

PASTA ALLA NORMA RICETTA VELOCE

PASTA ALLA NORMA RICETTA VELOCE

PASTA ALLA NORMA RICETTA VELOCE

Per evitare equivoci o incomprensioni, non so se sia la vera pasta alla norma, ma a noi piace tantissimo, in Sicilia, come pure in tutto il mondo, le ricette antiche vengono un pò trasformate, da famiglia in famiglia, a volte anche da un posto all’altro, una ricetta semplice viene modificata anche solo per l’uso di un prodotto al posto di un altro. Per esempio so benissimo che nella classica pasta alla norma, si usa la ricotta salata, ma a me non piace tanto e uso il classico grana grattugiato. Insomma questa è la PASTA ALLA NORMA RICETTA VELOCE che faccio in casa mia, spero vi piaccia. (altro…)

PANINI DI FARRO AL CIOCCOLATO SENZA LIEVITAZIONE

PANINI DI FARRO AL CIOCCOLATO SENZA LIEVITAZIONE

PANINI DI FARRO AL CIOCCOLATO SENZA LIEVITAZIONE

Ormai siamo sempre alla ricerca di nuove idee per la merenda dei nostri piccolini, ricette facili e veloci, non mancano mai nei nostri appunti, aggiungete questa che è a prova di “scimmia”. Panini morbidissimi, senza alcuna lievitazione, ottimi appena si raffreddano, ma molto buoni anche il giorno dopo, a me son durati tre giorni ed erano ancora molto morbidi.

(altro…)

RISOTTO FUNGHI E SPECK RICETTA VELOCE

RISOTTO FUNGHI E SPECK RICETTA VELOCEAdoro il RISOTTO FUNGHI E SPECK RICETTA VELOCE ed è un piatto molto gustoso e adatto a tutti, se hai un buon dado fatto in casa come nel mio caso (la ricetta del brodo pronto in conserva la trovi qui) il risultato è garantito.

(altro…)

MUFFIN SENZA GLUTINE AL CIOCCOLATO E PANNA

MUFFIN SENZA GLUTINE AL CIOCCOLATO E PANNA

MUFFIN SENZA GLUTINE AL CIOCCOLATO E PANNA

Io questo genere di ricette le chiamo “senza pretese”, non amo sprecare il cibo, e quando avanza qualcosa, cerco sempre di recuperarla per una seconda preparazione. In genere, se posso, congelo e riuso quando serve, ma a volte non sempre si può. Avevo preparato un profitteroles, e come al solito mi è avanzata taaanta glassa. Io la preparo semplicemente con panna e cioccolato, ingredienti facili da utilizzare per un pandispagna gustoso o dei semplicissimi “muffin”, allora ho fatto qualche ricerca e ho trovato una ricetta base per muffin alla panna, modico qualcosa e la colazione è pronta (altro…)

BRIOCHE DI FARRO SPELTA CON IMPASTO DA ROSTICCERIA

brioche di farro 3

BRIOCHE DI FARRO SPELTA CON IMPASTO DA ROSTICCERIA

Da un po’ di tempo le provavo, ma il risultato non era il massimo per me, cercavo un prodotto soffice soffice, come le classiche brioche siciliane, ma l’uso della farina di farro nei lievitati non è semplicissimo. Basta però un po’ di buona volontà e prova e riprova, aggiungi e togli (più aggiungi che togli) sono riuscita ad ottenere un prodotto “di più” si proprio come gli spaghetti Barilla.

Da un annetto ho dovuto eliminare il grano nella mia cucina, come ormai ben sapete, e quindi l’uso degli altri cereali, tra cui il farro è ormai diventata una dolce sfida.

L’uso della farina di farro non è difficile, bastano piccoli accorgimenti, uno importante è l’aumento dell’idratazione, in generale assorbe una percentuale maggiore di liquidi, quindi se volete sostituire il grano con il farro in una ricetta, dovrete di sicuro aggiungere una piccola quantità di liquidi.

Il farro si divide in tre qualità: monococcum, dicoccum e spelta, il più comune, quello che chiamano “bianco” è proprio lo Spelta, ottimo infatti per i lievitati dolci e i dolci in generale, insieme al monococcum, mentre il dicoccum essendo un po’ più duro, se usato in mix con le altre qualità è ottimo per pane e focacce, è infatti molto più simile al grano duro.

Negli impasti con lunghe lievitazioni, come in questo caso, o per pizze, pane o grandi lievitati (si perchè si può fare tranquillamente anche il panettone) occorrerà però cercare di aumentare la forza della farina, infatti il farro come la maggior parte degli altri cereali, è alquanto debole di forza (i famosi w che ormai troviamo scritti nei pacchi di farine speciali tipo per pizza o altro). Non sono una persona specializzata, ma informandomi nei vari siti ho studiato che una delle caratteristiche che dà forza alle farine è la quantità di proteine, e girando un po’ qua e un po’ là nel web, ho scoperto che la farina di lupini, è ricchissima di proteine, e spesso viene consigliata proprio per aumentare la forza nelle farine deboli.

Se ne dovrà usare in piccolissime proporzioni (dall’ 1 al 3 % del totale della farina), capisco che è difficile da trovare nelle varie botteghe locali, ma vi garantisco che on-line la trovate facilmente, alcuni amici mi hanno riferito che si trova anche nei negozi Natura-si. Io personalmente l’ho presa on-line sul sito di Tibiona dove tra l’altro ho trovato tutte queste importanti info (non costa tanto, e se ne usa davvero poco considerate che un chilo di farina di lipini vi basterà per non meno di 70 kili di farina (considerando che l’impasto totale sarà cmq molto superiore). In sintesi io lo uso da 6 mesi e sono a metà della confezione (e io di impasti ne faccio parecchio), non è una promozione, anzi, ma come per i prodotti senza glutine, bisognerà aiutarsi con piccoli ingredienti “magici”, nel nostro caso sarà la farina di lupini, nel caso dei senza glutine so che il prodotto magico è lo Xantano e il guar.

Dopo questa piccola premessa informativa, sperando di esservi stata utile, passo subito alla ricetta specifica.

La differenza sostanziale tra la ricetta originale (che trovate qui) e quella delle BRIOCHE DI FARRO SPELTA CON IMPASTO DA ROSTICCERIA, è che ho aggiunto una quantità non indifferente di latte e una piccola parte di latte in polvere (che in questi casi vi consiglio cmq di usare, ci darà un pochino di morbidezza in più, cosa che con queste farine spesso scarseggia). (altro…)