CUCINARE INSIEME A TE

FINGER FOOD SALATO

RISO AL CURRY CON POLLO E ANANAS CROCCANTE

23733333

Amo provare sempre nuovi sapori, questa volta ho pensato alla cucina straniera, con un piatto Thailandese, ma dai sapori molto semplici e facilmente replicabili anche in Italia.

Si Tratta di un riso al curry con pollo e ananas croccante, una golosa alternativa al classico risotto all’italiana, che altro dire, una ricetta tutta da scoprire e soprattutto assaggiare, provatela anche voi.

RISO AL CURRY CON POLLO E ANANAS CROCCANTE (altro…)

Friggitelli ripieni di salsiccia

099 Un abbinamento sicuro e sempre garantito, il sapore del peperone, accompagnato al gusto e profumo della salsiccia. I friggitelli ripieni di salsiccia sono da provare, un secondo facile, e che si può anche preparare prima. Pochi sono gli ingredienti e quindi devono essere buoni e di qualità. Nel mio caso ho usato dei friggitelli ormai maturi e quindi rossi, dato che in questo periodo il mio orto è pieno di roba e non riesco a consumare tutto e subito.

(altro…)

PEPERONCINI PICCANTI RIPIENI DI TONNO

PEPERONCINI PICCANTI RIPIENI DI TONNO

PEPERONCINI PICCANTI RIPIENI DI TONNO

Solo qualche piccolo consiglio prima di presentare la semplice e buona ricetta, fatene pochi, non vi fidate del vostro istinto (tanto li consumerò durante l’inverno) (sono conserve, mica li mangeremo tutti in una volta!) (magari ne faccio di più e li regalo per natale) sono tutte chiacchiere, una volte assaggiati, li finirete immediatamente, sono talmente buoni che non riuscirai a lasciarli nei vasetti, lì ad aspettare che arrivi Natale.

Creano assoluta dipendenza.
(altro…)

BARDATURA DEI GAMBERONI CON PANCETTA

Generalmente i gamberoni li faccio arrostiti sulla brace, ma questa volta ho voluto provare la cottura sulla pietra refrattaria, bisogna riuscire a capire solo quando è abbastanza calda, ma poi la cottura è favolosa, viene croccante ma non bruciata, come nella normale piastra di ghisa.

2635

La ricetta è molto semplice, io non la definirei ricetta, ma bensì una tecnica di cottura, la si può usare su altri ingredienti, infatti tecnicamente si chiama bardatura, in genere si usa per i pezzi di carne privi di grasso, che in cottura rischierebbero di seccarsi o addirittura bruciare.

La bardatura dei gamberoni con pancetta è la stessa tecnica, bisognerà togliere il carapace e le zampe dal Gamberone e lasciare solo la testa, porterà sapore e farà anche da decorazione, pulire per bene il gamberone sotto l’acqua corrente e fredda, e infine con l’aiuto di un coltellino eliminate l’intestino (la riga nera che vedete sulla schiena). (altro…)

FIORI DI ZUCCA FRITTI IN PASTELLA ALLO ZAFFERANO

FIORI DI ZUCCA FRITTI IN PASTELLA ALLO ZAFFERANO

FIORI DI ZUCCA FRITTI IN PASTELLA ALLO ZAFFERANO

Di una semplicità estrema, ma di una bontà che non ha limiti.

I Fiori di Zucca Fritti in pastella allo zafferano, sono molto semplici da preparare, io non li faccio spesso, ma solo perchè purtroppo sono fritti, ma durante le cene con gli amici non possono mancare in questo periodo.

La pastella è molto corposa e saporita e vi farà innamorare.

E poi ho provato una nuova salsa agrodolce, come quella che mangiamo nei ristoranti cinesi…..

Deliziosa e leggermente piccantina che a me piace molto. (altro…)

PIZZA FATTA IN CASA SU PIETRA REFRATTARIA

180

Dopo aver cercato di spiegare tutti i vari segreti e passaggi in questo post per una buona pizza fatta in casa  , non mi fermo più.

Per noi il fine settimana è un obbligo sfornare qualche pizza o focaccia, questa volta ho deciso di utilizzare Verdure grigliate con Tonno

PIZZA FATTA IN CASA SU PIETRA REFRATTARIA

Fotor0212193250

 

 

 

 

 

Fotor0212192937

download

Fotor06240272

in pochi minuti la pizza è pronta per essere infornata, una leggera base di passata di pomodoro, un barattolo di verdure grigliate con tonno una manciata di mozzarella e una spolverata di grana grattugiato, che dà quel tocco in più alla pizza fatta in casa su pietra refrattaria

Basta seguire i vari passaggi indicati nel post che vi ho suggerito in precedenza (questo)

e la pizza verrà molto bene, con bordi alti e bolle ovunque, cornicione croccante fuori e morbido dentro

FOCACCIA RIPIENA

FOCACCIA RIPIENA

FOCACCIA RIPIENA

Questa focaccia ripiena la faccio spesso quando voglio consumare un pò di barattolini aperti in frigo, o semplicemente con dei salumi misti e mozzarella.

Questa versione è semi-integrale, ma potete usare sia la semplice farina 00, che la semola rimacinata.

Io la faccio in tutte le varianti, e viene buonissima lo stesso, basta mantenere l’impasto liscio e asciutto, e rispettare i tempi di lievitazione per i diversi impasti. (altro…)

CUORI DI PASTA

CUORI DI PASTA, UNA RICETTA SVUOTA FRIGO
Un primo dall’esecuzione semplice e veloce, io la uso spesso quando ho degli avanzi di ripieni o semplicemente con della carne tritata, o prosciutto, la cosa importante è che ci sia tanta mozzarella da poter riempire la particolarissima forma di pasta
Per questa preparazione la cosa più importante è avere una pasta come quella in foto, la mia ha la forma di un cuore, ma ne possiamo trovare tantissimi altri modelli.
Se proprio non trovate questo genere potete optare per dei classici paccheri da riempire e mettere in piedi.
Per prima cosa occorre:
(per 3 persone)
Pasta circa 200 gr
200 gr di mozzarella
100 gr di ripieno a vostra scelta io in questo caso ho messo del ripieno di tortellini avanzato (la ricetta la trovi qui)
Potete anche mettere del prosciutto, oppure del ragù in bianco facendo rosolare un pò di soffritto fatto in casa (la ricetta la trovi qui) e della carme tritata.
Passata di pomodoro fresca salata e condita con poco olio evo, oppure del ragù di piselli come nel mio caso
formaggio grattugiato a volontà
olio evo qb
In pratica è una ricetta svuota frigo, per chi dovrà partire o semplicemente per chi ha degli avanzi da consumare.

Portare ad ebollizione una pentola capiente, lessare la pasta, ma lasciatela al dente.
Preparare una teglia, versare sul fondo un pò di sugo, adagiare i cuori di pasta, e riempirli con il ripieno a vostra scelta.
Io ho messo dei pezzettini di ripieno per tortellini che avevo avanzato e congelato tempo fa.
Sopra metere dei pezzettini di mozzarella, riempire per bene e versare il sugo, o il ragù avanzato.
una spolverata abbondante di grana grattugiato e infornare fino a completa doratura.
Servire tiepida, ma anche fredda non è male.
Se questa idea vi è stata utile lasciate qualche commento, ve ne sarò molto grata.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

TORTILLAS DI MAIS E POLLO PICCANTE

Da tantissimo tempo mi frullava in testa….. TORTILLAS, devo farle prima o poi!!
Ma come tante cose, passavano nel dimenticatoio, poi ho preso dal sito di Tast dei meravigliosi piattini per finger food, e allora mi sono decisa….
Adoro presentare in tavola anche un pò di fantasia, e ispirata da tantissime e molto simili, ricette sul web, ne riporto una mia versione.
In tantissime ricette ho trovato l’uso del lievito chimico, e della farina di grano tenero, ma poi leggendo varie storie su dove e come nascono le tortillas, ho letto che in origine non erano altro che del “pane” dei poveri, molto usato in Messico, e fatto di sola farina di mais bianca e acqua e sale.
Non riuscendo a trovare la farina di mais Bianca, ho voluto provare con la classica farina di mais per polenta, molto più grossa come macinatura, ma per una nuova versione penso non sia tanto male.
Le tortillas in genere sono farcite con manzo e fagioli, ma dato il periodo caldo, e la mia allergia alle carni di manzo e vitello, ho optato per una versione comunque piccante (e sottoscrivo) di comuni bocconcini di pollo e contorno di verdure.
Passiamo alla ricetta di entrambe le preparazioni.
Ingredienti per le tortillas ne vengono circa 10 di medie dimensioni:
200 gr si farina di mais
100 gr circa di acqua (mettetene poco alla volta, userete solo quella che serve per ottenere un impasto morbido e liscio, come quello per le pizze)
un pz di sale

Impastare gli ingredienti e formare un cilindro, ci aiuterà a tagliare le porzioni tutte dello stesso peso senza usare bilancia.
Tagliare 10 fette dello stesso spessore, stendere le tortillas tra due fogli di carta forno.
In Messico hanno uno strumento adatto per schiacciare la pasta, e una padella per cuocerle, noi qui ci si arrangia alla meno peggio, ahahah.
La sfoglia dovrà essere molto sottile, e non dobbiamo usare altra farina per evitare che si asciughi troppo e tenda a rompersi in cottura.
Preparate le sfoglie, mettetele coperte da un panno pulito, ci aiuterà a mantenere l’umidità fino al momento di cuocerle.
Cuocere le Tortillas, solo dopo aver pronti tutti gli altri ingredienti con la quale vorremo accompagnarli, in una padella antiaderente, proprio come per le nostre classiche piadine.
Ingredienti per il pollo piccante ( e ri-sottoscrivo)
200 gr di petto di pollo tagliato a bocconcini
Peperoncino Africano secco (acquistabile presso il sito Asia-market, qui)
2 cucchiai di salsa di soia
un cucchiaino di salsa worchester
1 cipolla
1 bicchiere di vino
2 bicchieri di acqua calda
Farina, sale e olio extra vergine di oliva qb
Infarinate i bocconcini di pollo con della farina di semola di grano duro, tagliare la cipolla e rosolare entrambi in olio già caldo.
aggiungere il peperoncino, le due salse e sfumare con il vino, dopo due minuti aggiungere l’acqua e continuare a cuocere fino a quando si formerà una golosa cremina e il pollo sarà ormai cotto.
Per le verdure di contorno vi rimando ad un’altra mia ricetta, (Frise con verdure) con le varie marinature dopo averle semplicemente grigliate in piastra.
A questo punto potete preparare le tortillas e condirle con il pollo subito, e bisogna mangiarle rigorosamente calde, e accompagnate da una salsa di vostro piacimento.
Io ho preparato la mia salsa barbecue che ho pubblicato tempo fa
oppure da una salsa agrodolce.

 Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso38468eb8-66c9-4d0d-a777-201b42edce59

FRISE GIGANTI TUTTA LA PUGLIA IN UN PIATTO UNICO

FRISE GIGANTI TUTTA LA PUGLIA IN UN PIATTO UNICO
FRISE GIGANTI TUTTA LA PUGLIA IN UN PIATTO UNICO
Ogni tanto una cena vegetariana, anche se non lo sono mangio comunque tantissima
verdura, principalmente derivante dal mio orto.
Questo piatto è prettamente estivo, e mi piace riproporlo proprio durante le cene con gli amici.
E’ di una semplicità imbarazzante (almeno per me) ma a volte basta un pò di fantasia e tutto prende vita e colore.
Mi piace valorizzare i prodotti delle terre che amo e che mi stanno a cuore, oggi voglio pensare un pò alla Puglia dedicando questa meravigliosa Frisellona, la cena preferita da tutti i pugliesi che io conosca.
Ho sorpreso anche loro quando, una siciliana come me, ha presentato la sua personale versione.
Il pane di Altamura infatti oggi è DOP, tutelato da qualsiasi genere di contraffazione, non vi nego che a volte ci mettiamo in macchina, per andare  a prendere il pane proprio ad Altamura, è favoloso, e anche queste friselle lo sono.

(altro…)

PANE FRITTO……. ALTRO CHE CENA DEI POVERI!!!!!!

Quando ti avanza del pane che fai????
pan grattato?? NO
lo butti??? NO
lo dai ai cani???? A VOLTE SI
ma in genere lo mangio io
Ecco una soluzione per poter usare il pane raffermo, questa ricetta è indicata per il pane che non si usa già da un paio di giorni, deve essere abbastanza croccante per evitare che assorba tanto olio.
questa ricetta mi ricorda l’infanzia, e quelle cene in casa con pochissime cose e taaaaanta fame.
Ingredienti:
fette di pane raffermo alte almeno un cm
Mortadella Bologna IGP
sottilette
due uova e un cucchiaio di latte
olio per frittura
Zucchero e cannella a parte
Passare le fette di pane nell’uovo sbattuto con il latte, non devono assorbire tanto liquido, basta giusto passarle e tuffarle nell’olio bollente, friggere le fette di pane fino a doratura ideale, non devono diventare troppo scure.
Appena tolte dall’olio, asciugare le fette di pane su carta assorbente, e mettere le sottilette subito, così scioglieranno un pò con il calore del pane.
Dopo qualche minutino, aggiungere anche la mortadella e un’altra fetta di pane sopra.
Per la versione golosa invece……
passare il pane subito dopo averlo asciugato nello zucchero mischiato con qualche cucchiaino di cannella.
e se sei ancora più golosa, puoi accompagnare il tutto da un topping al cacao.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

PIZZA FATTA IN CASA E PIETRA REFRATTARIA

Da quando uso la pietra refrattaria le pizze sono una cosa meravigliosa.

Manca solo un buon fuoco e la pizzeria non mi vedrà più.
Certamente il forno a legna è indiscutibile, ma ormai molte pizzerie non lo usano più,
e devo dire che trovando l’impasto giusto per il nostro forno e la nostra manualità, le pizze in casa sono divine.
Clicca in basso e trovi la mia ricetta con tutti i trucchi e il passo passo per prepara la pizza come in pizzeria
PIZZA FATTA IN CASA E PIETRA REFRATTARIA
Uno degli strumenti necessari però è anche la pala in legno
che puoi acquistare qui, perchè ti aiuterà a posizionare la pizza direttamente sulla pietra, solo così avremo una signora pizza.
dopo aver letto il procedimento, che ormai è sempre lo stesso, oggi però ti propongo alcuni gusti, versioni, o come vogliamo chiamarle.
Una vegetariana, e una no.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

Dopo aver steso la pizza sulla pala infarinata con farina di semola, Versare qualche cucchiaio di passata di pomodoro ben scolata, (nella pizza meno acqua c’è e più croccante verrà) delle zucchine fritte, funghi trifolati con menta tritati molto piccoli, mozzarella e tanto grana padano grattugiato.
E la seconda versione è molto più golosa
Stufare una cipolla, tagliata a pezzettini piccoli, basta passarla con un filo di olio in padella, e quando inizierà a scurirsi aggiungere un bicchiere di acqua e il coperchio, lasciate cuocere fino ad assorbire l’acqua a fuoco lento, e comunque fino a quando diventerà molto tenera, a chi piace alla fine può farla in agrodolce, con un cucchiaino di aceto e 12 di zucchero (dosi per una cipolla)
Fatta la cipolla, procedere con la preparazione della pizza, stendere l’impasto e versare come al solito la passata di pomodoro.
Grigliare anche una melanzana su piastra di ghisa.
Aggiungere alla passata un pò di tonno ben sgocciolato, la cipolla stufata e la melanzana, e poi ancora la mozzarella e il grana grattugiato.
In forno fino a cottura voluta, alla massima temperatura consentita del vostro forno.
Buon appetito

FRITTELLE DI POLLO AL CURRY

FRITTELLE DI POLLO E VERDURE AL CURRY
Ingredienti per 3 persone:
200 gr di petto di pollo a tocchetti
1 zucchina e 1 carota tagliate a cubetti
2 cucchiai di pangrattato
2 cucchi di formaggio tipo grana grattugiato
1 cucchiaio di curry
poco sale e se vi piace un pizzico di peperoncino.
A parte preparate 4 fettine di sottilette e il prosciutto Crudo
Olio evo di qualità
Mettere tutti gli ingredienti (tranne le sottilette e il prosciutto) in un tritatutto e macinare fino a ridurlo in crema densa, se dovesse venire asciutto potete aggiungere un  pò di latte o un pò di albume, o se dovesse venire molto liquido potete aggiungere altro pangrattato.
Preparato l’impasto per le frittelle, accendete il fuoco e mettete su una padella con un giro abbondante di olio evo, e versare a cucchiaiate le frittelle nell’olio, schiacciarle un pò aiutandosi con il dorso del cucchiaio.
Nel frattempo io mi sono preparata una bella insalata di lattughe miste e pomodori (del mio orto).
Quando le frittelle saranno ben cotte da entrambi i lati, toglietele dal fuoco e mettete subito sopra un pezzetto di sottiletta e un pezzetto di prosciutto crudo iberico.
Lasciateli qualche minuto il tempo di sciogliere la sottiletta e scaldarsi leggermente il prosciutto e poi gustate.
Buona cena o buon pranzo…… ottimo per entrambi i casi.

 

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

CALZONI AL FORNO

Questi calzoni o panzerotti sono fenomenali, io adoro tantissimo i prodotti da forno e le pizze e focacce, ma ogni tanto per cambiare faccio anche i calzoni.
L’impasto è lo stesso che uso per i panzerotti fritti che trovate qui ma al posto di friggerli (che però sono buonissimi) li faccio al forno.
La ripropongo con delle piccole varianti solo negli ingredienti:

mezzo kg di farina 0
300 ml acqua tiepida
una bustina di lievito di birra disidratato 
sale qb circa 10 gr
 
 
Impastare il tutto io lo faccio fare alla planetaria, ma anche a mano è uguale, ci si mette un pò più di tempo e fatica……
Far riposare due ore circa e poi fare le palline di circa 80 gr ciascuna.
Lascio riposare una mezz’ora e poi farcisco i calzoni con il ripieno.
Metto tutti i calzoni nella teglia con carta da forno e inforno a 200° per 20 minuti circa, fate sempre attenzione alla cottura e regolatevi in base al vostro forno.
 

In genere quelli fritti a noi piacciono semplici, con mortadella, prosciutto, mozzarella e pomodoro, ma quelli al forno mi diverto a creare nuovi ripieni.
Questi infatti sono stati farciti con:
melanzane prosciutto cotto e mozzarella
Altri con salsa al Tartufo Nero mortadella e mozzarella.
Altri invece semplicemente con prosciutto e mozzarella per i più piccolini.
Dirvi che vengono puntualmente spazzati direttamente dalla teglia è inutile giusto?
Quando preparo questi piatti devo raccomandarmi sempre di controllare che ne rimangano abbastanza da poter fare delle foto decenti.
A presto con la prossima ricetta.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

TORTA DI ROSE SALATA ALLA MOSTARDA

Questa è una ricetta che faccio spesso, quando mi avanza un pò d’impasto per pizza o per pane.
Della serie il riciclo è più buono…
La ricetta di base è un pane semi-integrale in cassetta, dato che il mio stampo è piccolino mi era rimasto un bel pezzetto di impasto e mi è venuto in mente di sfogliarlo con la mostarda…
Risultato eccellente per chi ama i contrasti e sapori decisi come quello della mostarda, un pane ottimo anche per la colazione.
Ingredienti:
400 gr di farina di grano tipo 1 
100 gr di farina integrale
300 gr di acqua tiepida
5 gr di lievito di birra
sale qb
olio evo 2 cucchiai
Per la sfogliatura:
MOSTARDA  ho usato un mix di frutta e aiutandomi con un pò di sciroppo che c’è nel vasetto e un filo di olio evo ho frullato il tutto fino a renderlo una crema spalmabile…..
Procedimento:
Impastare gli ingredienti per il pane con la planetaria, io lo faccio la sera e metto l’impasto in frigo.
Il giorno dopo messo fuori l’impasto verso le 15 del pomeriggio, gli dò una impastata a mano e lo metto nel forno tiepido con la luce accesa.
Quando lievita di nuovo, prendere il pane stenderlo con il mattarello
Spalmare la crema di mostarda e arrotolare come vedete in foto…
Tagliare a fette alte circa 3 cm e adagiarle ben distanziate in una teglia in silicone (mi trovo molto bene e non si attacca niente)
Lasciar lievitare di nuovo, spennellare con un pò di tuorlo sbattuto e un cucchiaio di latte e infornare a 220° per 15-20 minuti.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

TIMBALLO FRITTO ALLA SICILIANA

Uno dei miei piatti preferiti, ma che come gli arancini di riso, non faccio spesso per due motivi, sono fritti e ci vuole tanto tempo.

Ma ogni tanto mi viene nostalgia delle rosticcerie Siciliane e mi metto ai fornelli
Questi timballi di pasta in Sicilia sono molto conosciuti, e anche il formato di pasta, gli anelletti, per noi è un normale formato, ma vedo che qui in Puglia è molto difficile reperirla.
Passiamo subito alla ricetta che è molto lunga e piena di ingredienti:
Per preparare degli ottimi timballi ci serviranno un pò di preparazioni, occorre infatti un bel ragù di carne, la pasta cotta la dente, una buona besciamella, pezzetti di mortadella, mozzarella e piselli lessi.
Iniziamo dal ragù:
1 carota
1 costa di sedano
12 cipolla
250 gr di macinato di maiale (lo potete usare anche misto io non posso per allergia)
olio evo
Sale
12 bicchiere di vino bianco
1 litro di passata di pomodoro
200 gr di besciamella
1 foglia di alloro
Preparare un soffritto tritando una carota, una costa di sedano e 12 cipolla, rosolare il tutto in una casseruola, aggiungere la carne tritata e rosolare, salare e sfumare con il vino, aggiungere la passata e una foglia di alloro, coprire e cuocere per almeno due ore.A metà cottura regolare di sale.
Nel frattempo possiamo preparare la pasta, cuocerla al dente in acqua bollente.
Tagliare a parte la mozzarella e la mortadella.
Lessare 100 gr di piselli in acqua salata.
Io avevo anche delle melanzane fritte in pastella, ma anche senza vanno benissimo lo stesso.
Appena il ragù sarà pronto, aggiungere subito i piselli e la besciamella, poi condire con una parte di ragù la pasta e aggiungere un pò di formaggio, adesso per molti la pasta sarebbe più che pronta, ma per noi no, siamo solo a metà strada.
Rivestiamo degli stampi per timballi con della pellicola.
Mettiamo le melanzane come base (se non le avete mettete subito la pasta), riempiamo gli stampi a metà con la pasta condita, mettere al centro un pezzetto di mozzarella e di mortadella, chiudere con la restante pasta fino all’orlo e schiacciare bene.
Un consiglio utilissimo è quello di passarli per 15/20 minuti in congelatore per aiutarci a sformarli e impanarli.
Intanto ci prepariamo un piatto con della farina, una ciotola con una pastella fatta di acqua e farina non troppo densa, e un piatto con il pangrattato.
Quando i timballi saranno abbastanza duri, sformateli, passateli prima nella farina, poi nella pastella e alla fine nel pangrattato.
Friggere in olio caldo ma non bollente per favorire anche la cottura all’interno.
E dopo tutto questo lavoro godetevi il risultato….

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

CORDON-BLEU HOME MADE

Finalmente un pò di relax…

e adesso torniamo alla carica con ricette e recensioni…
Eccone subito una che farà contenti i grandi e i piccini, Cordon-bleu fatti in casa, almeno sappiamo cosa mangiamo…
Se poi è il pollo allevato con le nostre mani, ancora meglio.
Bastano pochissimi ingredienti e tanto amore e daremo ai nostri figli uno dei loro piatti preferiti, e poi se avete il pomeriggio libero, ne potete fare molti di più e congelarli, per potete usarli quando non avrete tanto tempo a disposizione.
Ingredienti:
500 gr di petto di pollo macinato o tritato con il robot da cucina va benissimo lo stesso
4 fette di Mortadella Bologna IGP
4 fettine di sottilette o formaggio a fette non troppo spesse tipo provolone
formaggio grana grattugiato
sale
olio per frittura
 
Per la pastella e panatura:
acqua-farina-sale (la pastella deve avere una consistenza abbastanza liquida comi si può vedere in foto)
pangrattato-farina di mais-sale-paprika dolce per la panatura, naturalmente la paprika si può anche omettere
 
Preparazione:
Dopo aver macinato per bene il petto di pollo, salare un po’ la carne e aggiungere un paio di cucchiai di grana grattugiato.
Adesso dobbiamo preparare una sorta di polpetta ripiena, io mi aiuto con la pellicola, perchè il pollo tende ad attaccarsi alle mani.
Metto una parte di petto di pollo nella pellicola, lo schiaccio bene con le mani unti di olio, poi metto al centro una fettina di mortadella e una di formaggio, metto sopra un’altra parte di petto di pollo e con l’aiuto della pellicola chiudo molto bene.
Chiuderlo bene è molto importante per evitare che in frittura possa fuoriuscire il formaggio, io cerco di portare i lati della pellicola verso il centro per cercare di compattate il tutto nel migliore dei modi, poi li avvolgo completamente nella pellicola e li ripongo nel congelatore.
Se li devo surgelare li lascio così e basta, altrimenti, li riprendo dopo meno di 20 minuti, e li impano.
il passaggio in freezer è molto utile per evitare di rovinarli durante la fase di panatura.
Passare i cordon-bleu nella pastella di acqua-farina-sale, e poi subito nel pangrattato-farina di mais-sale-paprika.
Schiacciare bene per far aderire la panatura.
IUo mi sono divertita a fare allo stesso modo anche delle fettine di cipolla e sono venute benissimo, croccanti fuori e morbide dentro.
a questo punto non ci resta che friggere i nostri cordon-bleu in olio caldo ma non bollente, perchè dovranno cuocere bene anche dentro.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

PANE CUNZATO E LE RUSTICHE CALLIPO

PANE CUNZATO

un classico della rosticceria e tradizione Siciliana, ma rivisitata in versione personale.
Quindi niente dosi ma solo ingredienti buoni e di qualità.
Un barattolo di tonno Le rustiche
Pomodori da insalata di primissima qualità
Filetti di Alici
olio evo
sale e pepe
Naturalmente un filone di pane caldo caldo appena sfornato
e tantaaaaa fame

Aprire in due il pane, versare un filo d’olio su tutta la base, poi sistemare per bene il pomodoro, deve ricoprire tutto il pane, poi sale e pepe e alla fine aggiungere i pezzetti di alici e il tonno.
Chiudere, schiacciare bene con le mani, e gustare con una bella Birra Fresca.
Buona serata a tutti voi
Un pranzo veloce e gustoso per la nostra prossima estate

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

 

MUFFIN-PIZZA

Io sinceramente avevo in mente da fare altro, ma l’altra sera mi è avanzato un pò di impasto per le pizze (presto metterò le varie foto delle ultime sfornate cotte su pietra refrattaria), e quindi…….
ecco a voi la preparazione.

Preparazione:
200 gr di pasta per pizza (dato che la quantità è limitata potete usare quella già pronta oppure se vi serve la ricetta la trovate qui)
mozzarella
passata di pomodoro
qualche acciuga
olio evo

ritagliare dalla pasta della pizza già stesa dei dischetti delle dimensioni idonee da riempire per metà i pirottini a disposizione.
Condire con passata di pomodoro, mozzarella e qualche pezzetto di acciuga, un filo d’olio e infornare a 220° per 1015 minuti.
E le nostre muffin-pizza sono pronte.

Idea veloce e carina per i vostri buffet di finger-food
Naturalmente le pizze le potete condire a vostro piacimento, ma per me la margherita è la morte sua…

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

PANE AL NERO DI SEPPIA CON TONNO IN AGRODOLCE

Questa volta dovevo usare lo stampo da plumcake, ma non avevo voglia di fare il classico dolce, allora pensa e pensa e pensa…. mi trovavo per le mani l’impasto della focaccia che dovevo preparare per la sera, e così fu….
Cosa posso metterci dentro????
mio marito mi suggerisce del tonno, un classico in casa nostra perchè ci piace tanto, ma era troppo semplice, ma l’impasto????
tra un consiglio e uno sguardo nella dispensa esce fuori….

PANE AL NERO DI SEPPIA CON TONNO IN AGRODOLCE

Ingredienti per l’impasto:
300 gr di semola rimacinata
150-200 gr di acqua tiepida
sale-olio qb
lievito di birra fresco 2/5 GR dipende dal vostro tempo
1 cucchiaino di nero di seppia

Ingredienti per il ripieno:
una scatoletta di tonno
1 cipolla rossa stufata leggermente e sfumata con un cucchiaio di aceto e mezzo cucchiaino di zucchero
paprika piccante
Mescolare tutti gli ingredienti e il ripieno è pronto.

Impastare tutti gli ingredienti mettendo tutto nella planetaria.
Tirare fuori, stendere l’impasto e dargli qualche piega, come per la pasta sfoglia (questo passaggio non è indispensabile ma ci aiuterà nella lievitazione e morbidezza finale)
Fate come si vede in foto, basta stendere l’impasto e portare al centro un terzo della sfoglia, poi sovrapporre l’altro, e rifare per un paio di volte.

Lasciare riposare per 1 ora circa, fino al raddoppio del volume.
Stendere leggermente e versare al centro il ripieno.

Chiudere e mettere nuovamente a lievitare fino al raddoppio, circa 2 ore.
Infornare a 200° forno ventilato per 20-25 minuti, regolatevi in base al vostro forno.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso