CUCINARE INSIEME A TE

FINGER FOOD DOLCE

PANE FRITTO……. ALTRO CHE CENA DEI POVERI!!!!!!

Quando ti avanza del pane che fai????
pan grattato?? NO
lo butti??? NO
lo dai ai cani???? A VOLTE SI
ma in genere lo mangio io
Ecco una soluzione per poter usare il pane raffermo, questa ricetta è indicata per il pane che non si usa già da un paio di giorni, deve essere abbastanza croccante per evitare che assorba tanto olio.
questa ricetta mi ricorda l’infanzia, e quelle cene in casa con pochissime cose e taaaaanta fame.
Ingredienti:
fette di pane raffermo alte almeno un cm
Mortadella Bologna IGP
sottilette
due uova e un cucchiaio di latte
olio per frittura
Zucchero e cannella a parte
Passare le fette di pane nell’uovo sbattuto con il latte, non devono assorbire tanto liquido, basta giusto passarle e tuffarle nell’olio bollente, friggere le fette di pane fino a doratura ideale, non devono diventare troppo scure.
Appena tolte dall’olio, asciugare le fette di pane su carta assorbente, e mettere le sottilette subito, così scioglieranno un pò con il calore del pane.
Dopo qualche minutino, aggiungere anche la mortadella e un’altra fetta di pane sopra.
Per la versione golosa invece……
passare il pane subito dopo averlo asciugato nello zucchero mischiato con qualche cucchiaino di cannella.
e se sei ancora più golosa, puoi accompagnare il tutto da un topping al cacao.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

CORNETTI SFOGLIATI FATTI IN CASA

Finalmente anche io sono riuscita a sperimentare in pasticceria….
Tempo fa avevo provato a fare i cornetti sfogliati, in versione salata.
Erano venuti buonissimi ma la sfogliatura è stata un parto gemellare, spesso il burro usciva dai lati della pasta e con il caldo delle mani si scioglieva e dovevo aggiungere farina (cosa che è meglio evitare in caso di sfoglia o cornetti)
Questa volta invece, ho fatto di testa mia, e se mi seguite, avrete dei cornetti sfogliati, senza dover pasticciare la cucina.
La ricetta è la stessa della pasta brioche
la trovi qui nella ricetta della torta di rose
Fai l’impasto e mettilo a lievitare.
PROCEDIAMO A CREARE I NOSTRI CORNETTI SFOGLIATI COME AL BAR (O QUASI)
Quando l’impasto è lievitato, stendilo con il mattarello formando un rettangolo.
Segui le immagini e vedrai quanto sarà facile.
Io ho usato lo strutto ma va benissimo anche il burro a temperatura ambiente, devi poterlo spalmare come fosse marmellata.
Questa volta non ho pesato lo strutto, perchè era una semplice prova, ma basta usare quello necessario per coprire la sfoglia.
Spalmare uno strato sottile di strutto (o burro morbidissimo) sulla sfoglia e piegare in tre parti come nella foto.
Stendere per il senso della lunghezza e rifare la stessa cosa.
A me non è servito mettere in frigo, ma se dovesse fare caldo (specialmente se usate il burro) dopo aver piegato la sfoglia lasciatela 20 minuti in frigo.
Alla terza volta stendete la sfoglia ad un spessore di circa un centimetro, e tagliate i rettangoli per formare i nostri cornetti.
In alcuni ho messo un pò di confettura di Albicocche al centro e arrotolati, dopo aver fatto un taglio al centro nella base corta.
Seguite le foto che spero vi possano aiutare molto più delle parole.

Mettere i cornetti a lievitare distanziandoli per bene, per circa 4 ore ma se li fate la sera li potete lasciare in forno con la luce accesa per tutta la notte.
Spennellare i cornetti con delicatezza, con un tuorlo sbattuto e un paio di cucchiai di latte.
Infornare a 220° per 10 minuti e dopo abbassare il forno a 200 per altri cinque, comunque vale sempre la vostra esperienza con il vostro caro amico forno elettrico.
Io uso il ventilato e mi trovo bene, ma le cotture sono spesso veloci e rischi di bruciare in un attimo.
Finalmente posso fare i cornetti senza paura.
La sfogliatura naturalmente è un pò meno evidente, ma sono croccanti lo stesso, è una valida alternativa per un cornetto casalingo senza dover impazzire.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

LE CAMILLE INTEGRALI SEMPLICI E BUONE

LE CAMILLE CON FARINA INTEGRALE

Una delle ricette preferite, sane e genuine, la faccio talmente spesso che non mi ero mai accorta di non averla ancora pubblicata.

ecco la mia versione integrale delle camille
Un dolce da colazione ma anche per una sana merenda, fatta con tanta verdura fresca e frutta secca, e poi è così facile da fare che non ci penserete due volte ad accendere il forno.
Ingredienti:
400 gr di carote pulite, pelate e tritate finemente
(per evitare che si crei la classica pappetta al fondo del robot, prima di passare le carote nel tritatutto grattugiatele bene, così ci vorrà pochissimo)
150 gr di mandorle tostate e tritate (lo spessore è a ostro piacimento, io a volte le trito al coltello per lasciarne qualcuna più spessa)
400 gr di Farina integrale
3 uova
320 gr di zucchero
150 gr di latte intero fresco
150 gr di olio di semi (si può sostituire con 180 gr di burro ammorbidito)
1 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale
E se vi piace potete aromatizzare con un goccino di rhum (una tazzina)
Montare le uova con lo zucchero fino a rendere l’impasto una crema soffice e gonfia, come per un buon pan di spagna.
Aggiungere le carote tritate e le mandorle, mescolare per bene.
Adesso mettere la farina, girare e aggiungere il latte (dove avremo fatto sciogliere il lievito), l’olio e infine il sale e il rhum
Mettere nei pirottini da muffin o da tortine, e infornare a 160° (ventilato) per 20 minuti circa.
Se si usa la modalità statico aumentare la temperatura a 180°, e controllare dopo 15/20 minuti con la prova stecchino.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

BISCOTTI CAFFE’ E UVA PASSA

Questi biscotti sono semplici veloci e gustosi, li puoi variare e aromatizzare a tuo piacimento, la mia versione è al caffè e uva passa, ma puoi farli al cacao e pezzetti di cioccolato, all’arancia e arancia candita, vaniglia e cocco, insomma io ti do la base e tu puoi divertirti come ti pare.

Ecco la ricetta della mia versione:
200 gr di farina 00
50 gr di burro morbido
1 uovo intero
80 gr di zucchero
2 cucchiai di latte
(questa è la base)
adesso aggiungo le varianti tenete sempre conto di equilibrare un pò la consistenza
mezza tazzina di caffè amaro
e un cucchiaio di uva passa
Mettere in planetaria (oppure basta una ciotola e una frusta elettrica) il burro e lo zucchero e montarlo a crema, a questo punto aggiungere l’uovo, il latte e il caffè,continuare a montare.
Poi aggiungere anche la farina setacciata e amalgamare, quando l’impasto è pronto aggiungere l’uva passa.
L’impasto sarà appiccicoso e si dovrà usare con il cucchiaio.
Non è un biscotto da pasticceri, ma casalingo, fatto per sporcare il meno possibile.
Quindi rivestite di carta da forno una teglia, accendete il forno a 180°, e con l’aiuto di due cucchiai formate delle palline da mettere in teglia leggermente distanziate.
Nelle foto ci sono i vari passaggi per rendervi conto delle distanze.
quando il forno raggiunge la temperatura, inserire la teglia e far cuocere per circa 20 minuti, il tempo è indicativo perchè molto dipende dalla grandezza dei biscotti, diciamo che i miei erano come una noce.
Sfornate, fate raffreddare e gustate con una tazza di caffè

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

BISCOTTI AL CACAO CON ARANCIA CANDITA FATTA IN CASA

Vi propongo uno dei biscotti che amo di più

biscotti al cacao con ripieno di nutella e arancia candita

Tempo fa ho fatto una versione golosa con ripieno di nutella e nocciola al miele (qui trovi la ricetta) e questa è la versione più chic.
Con ripieno di arancia candita fatta in casa (qui la ricetta) e nutella.
La ricetta è la stessa e quindi non occorre ricopiarla, basta andare sul link sopra.
Questa in poche parole è una variante golosa per chi come me ama accostamenti diversi e particolari.

Potete provare a fare i biscotti al cacao con la vostra personale ricetta di frolla, altrimenti seguite la mia.

Provateli e fatemi sapere, non riuscirete a fermarvi.
E se volete osare potete farcire i biscotti con crema al cioccolato e un pizzico di peperoncino

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

ROSE DI BRIOCHE

oggi usiamo lo stampo per ciambella, molto comodi come anche tutti gli altri
Specie per chi come me che fa sempre dolci e li regala a tutti….
ebbene siiii non me li mangio mica tutti io…
Cerco sempre un’occasione valida per sfornare qualcosa.
Questa volta è una cosa semplice ma mooolto carina a mio parere, buonissima per una merenda o anche a colazione….
La ciambella di rose di brioche
 
Ingredienti:

250 gr farina manitoba
250 gr farina 00
80 gr strutto
10 gr sale
10 gr di miele
50 gr di zucchero
200 gr di latte o acqua
20 gr di lievito di birra (oppure mezza bustina di lievito di birra secco)
1 uovo
 
Mettere tutto nell’impastatrice e impastare per 15 minuti tranne lo strutto, facendo incordare bene l’impasto, a questo punto aggiungere lo strutto un pò alla volta.

 

Deve venire morbido e liscio.

Coprire l’impasto e far lievitare per 2 ore circa. Trascorso il tempo, prendere l’impasto e dividerlo in due parti uguali.
Stendere con il mattarello e spalmare una parte con marmellata di albicocche e un’altra parte con la nutella.

 
 

Seguite il passo passo nelle foto, non è per niente difficile.
Arrotolare bene le due metà e tagliare a fette di altezza circa 3 cm.
Posizionare i rotoli alternandoli nello stampo a ciambella.

Lasciar lievitare almeno altre 2 ore.
Infornare a forno ventilato a 170° per 25\20 minuti, facendo attenzione.

Sfornare e mangiare quando sarà completamente fredda.
Ottima per la colazione…

 Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

FROLLA INTEGRALE CON NOCI PECAN E MELE

Ingredienti:

100 gr di burro a temperatura ambiente
130 gr di farina 00
70 gr di farina integrale
60 gr di zucchero
1 uovo
cannella qb
Per il ripieno:
Mela a pezzetti
noci Pecan
Preparazione:
Impastare come per la pasta frolla…. In effetti è una pasta frolla integrale.
Quindi prima uova e zucchero, poi aggiungiamo il burro morbido, e poi le farine e l’aroma.
Creare un panetto e metterlo in frigo per un’ora.
Stendere la pasta frolla non troppo sottile, tagliare con un taglia biscotti

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

Farcire con un pezzetto di mela e uno di noci (in genere si trita tutto finemente, ma io amo distinguere i sapori e in questo modo sentirete sia la mela che le noci distintamente)
Chiudere bene i biscotti come si vede in foto, metterli in teglia con carta da forno e infornare a 180° per circa 10-15 minuti, regolatevi con i vostri forni, ognuno li conosce bene i proprio polli….
A piacere una bella spolverata di Zucchero a Velo

 

IL MIO BLOG VERSIONE CUP-CAKE

Questi cup-cake li ho preparati subito dopo appena sfornato la mia colomba, e dato che mi avanzavano dei canditi, ho deciso di aggiungerli all’impasto.
Non sono i classici muffin rivestiti, ma per fare una cosa diversa ho usato l’impasto delle brioche.
E poi mi sono divertita nella decorazione con la crema al burro.
Cosa che non avevo mai fatto prima e che è stato un errore, perchè è buonissima e poi è facile da fare e usare.
Il tema per la preparazione è l’amore, e io mi sono ispirata al mio blog.
Una passione che è nata a poco a poco, e che si sta fortificando sempre di più.
Dato che il mio blog è ispirato ai dolcetti e ai colori
ho pensato di riprodurre il tutto in versione reale sperando di esserci riuscita.
Quindi vi presento il mio blog versione cup-cake
Passiamo subito alla ricetta
Ingredienti
250 gr farina manitoba
250 gr farina 00
80 gr strutto
10 gr sale
10 gr di miele
50 gr di zucchero
200 gr di latte o acqua
10 gr di lievito di birra
1 uovo
50 gr di canditi misti
 
Mettere tutto nell’impastatrice e impastare per 15 minuti, facendo incordare bene l’impasto.
Deve venire morbido e liscio.
 
Coprire l’impasto e far lievitare per 2 ore, trascorso il tempo, prendere l’impasto fare della palline e metterle nei pirottini. Mettere le teglie nel forno spento e far lievitare ancora per altre 2 o 3 ore.
Infornare a 180° per 10/15 minuti.
Quando saranno ben freddi decorare a piacere con la crema al burro.
Per la decorazione ho usato:
crema al burro, pasta di zucchero e zucchero colorato
 
 
Per la crema al burro invece:
INGREDIENTI
100 g di burro
150 g di margarina
350 g di zucchero a velo
3 cucchiai di latte 
Aroma di limone 
e se volete colori a scelta
 
PROCEDIMENTO
Scaldare il latte in un pentolino.

Versare lo zucchero a velo nella planetaria, aggiungere il burro ben ammorbidito e la margarina.

Versare a filo il latte nella planetaria fino a che lo zucchero non si amalgama con la margarina e il burro; poi aumentare la velocità. Far andare per qualche minuto fino a ottenere una crema spumosa, aggiungere l’aroma e le gocce di colorante.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

BISCOTTI CHICCHI DI CAFFE’

039pp

Quando ho trovato questa ricetta mi sono chiesta subito chissà quanto tempo….
e invece appena mi sono messa all’opera ho capito che non c’è niente di più semplice.
Dei biscottini golosi, burrosi e fantastici nella presentazione, ma di una facilità che non ci crederete nemmeno dopo averli fatti.

Dato che stasera è ormai tardino io vi lascio subito la ricetta e dopo andrò a fare la nanna….
Ingredienti:
230 gr Farina 00
120 gr di zucchero
20 gr cacao amaro
130 gr di burro morbido
5 gr  polvere di caffè
20 ml di caffè liquido

Adesso ci occorre una semplice frusta elettrica e il gioco è quasi fatto.
Sbattere a crema il burro e lo zucchero, consiglio di usare il burro a temperatura ambiente.
Sempre frullando aggiungere il caffè liquido e in polvere.
A questo punto aggiungere la farina e il cacao setacciati, finendo il composto in un tagliere e lavorarlo un pò a mano fino a renderlo come in foto, un panetto sodo e liscio.
Passare il tutto in frigo per almeno un’ora.
Dopo dividete l’impasto in pezzetti di 15 gr l’uno.
Fare delle palline leggermente ovali e un pò schiacciate e incidetele al centro per dare la classica forma del chicco di caffè.
Passare le palline per 10 minuti nel freezer per non fargli perdere la forma in cottura.
Infornare in forno caldo a 150° per 10 minuti se ventilato, oppure 170° per 15 minuti se statico.
Sfornare e gustare appena freddi.
Ciao e spero vi siano piaciuti.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

FRITTELLE DI MELE

Della serie oggi si mangia Frutta…e frutta sia….
cosa c’è di meglio di una sana e profumata mela?
Ma non potevamo andare in carenza di zuccheri, dopo pasqua e pasquetta, carne alla griglia, colombe e pastiere, come si può non fare delle frittelle di mele?
Sfortunatamente ieri nella sera è andata via la luce, per un brutto temporale passeggero, ma ormai avevo deciso di fare le frittelle, e le ho fatte a lume di candela.
Preparatevi perchè la ricetta è semplicissima e vi verrà voglia di rifarla subito.
Ingredienti:
2 mele 
Il succo di un limone
100 gr di zucchero
Per la pastella:
150 gr farina 00
200 gr di latte
1 pz di sale
20 gr di zucchero
1 bustina di vanillina
2 uova
12 cucchiaino di cannella

olio per la frittura

Per prima cosa preparare la pastella, perchè dovrà riposare un pò.
Sbattere i tuorli, il latte, il sale, la vanillina, la farina e la cannella, lasciando da parte gli albumi.
Mescolare per far diventare il composto liscio ed omogeneo.
Lasciare riposare per mezz’ora. Trascorso il tempo di riposo, aggiungere gli albumi montati a neve con 20 gr di zucchero, girando lentamente per evitare di far smontare le uova.
Adesso puliamo le mele, sbucciatele ed eliminate il torsolo.
Tagliate le mele a fettine non troppo sottili.
Versate sopra il succo di un limone, a questo punto passare le fette di mela nello zucchero e poi nella pastella.
Friggere in olio caldo ma non bollente, girandole in entrambi i lati.
Quando sono cotte mettiamole su carta assorbente e cospargiamo di zucchero a velo, e se volete anche un pizzico di cannella.
Anche se le foto sono un pò scure però il risultato è sorprendente, la pastella è morbida e golosa, e poi se vi rimane ecco una proposta per la colazione….
Tipo pan cake con la pastella rimasta, basta fare delle piccole crepes o pan cake
Sono molto buone e poi se si usa una golosa crema di nocciole…..

 

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

SFINCIONI DI SAN GIUSEPPE

 Sfincione di san Giuseppe
Ingredienti per 10 pezzi delle dimensioni della foto (medio-grandi)
100 gr di acqua
20 gr di strutto
100 gr di Farina 00
2 uova
1 pz di bicarbonato
1 pz di sale

Mettere in un pentolino l’acqua, il sale, il bicarbonato e lo strutto, e a fiamma moderata portare a bollore.
A questo punto unire tutta la farina insieme, e girare, sempre sul fuoco, fino ad ottenere una pasta liscia e omogenea.
Trasferire in una planetaria o in una ciotola capiente e aggiungere le uova uno alla volta, inserendo il secondo solo dopo che il primo sarà assorbito completamente.
Preparare una pentola con olio di semi caldo ma non bollente e abbondante.
Friggere gli sfincioni, prendendone un pò con il cucchiaio e tuffarli nell’olio.
A questo punto avviene la magia, perchè inizieranno a gonfiare, spaccare e girarsi da soli, come potete vedere in foto, prima erano piccolissimi e poi a poco a poco gonfiano e si aprono….
il bello di questo dolce è che non ce nè uno uguale all’altro.

Per il ripieno e la decorazione:
300 gr di ricotta di pecora
50 gr di zucchero (indicativo la ricotta io la zucchero a piacere)
2 cucchiai di scaglie di cioccolato fondente
un pz di cannella
Buccia di arancia candita (io la faccio da me e la ricetta la trovate qui)
Mescolare la ricotta con lo zucchero, la cioccolata e la cannella, e quando il dolce è freddo farcire gli sfincioni con la ricotta, basta aprirli un pò e mettere una bella manciata sopra, e decorare con la buccia di arancia candita fatta in casa….

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

BUCCIA D’ARANCIA CANDITA FATTA IN CASA (SEMPRE LA PIU’ BUONA)

Sembra una cosa difficilissima, ma invece la prima volta che l’ho fatta ho detto…. ah ma così è proprio facile….
e poi ne avrò quanta mi pare, con tutte le arance che consumiamo durante l’inverno.
Adesso niente chiacchiere e armatevi di un pentolino, una bilancia e orecchie aperte….
Ingredienti:
Buccia di arancia ben lavata tagliata a strisce di un centimetro
Zucchero e acqua dello stesso peso delle arance (per la glassatura finale) (altro…)

TORTINO AL VINO ROSSO E CONFETTURA DI PESCA BIANCA

Ogni tanto una sana merenda ci vuole proprio….
allora poche chiacchiere stasera che ci mettiamo subito all’opera…
Questa ricetta è molto veloce e semplice.
Di base è un impasto per ciambelline, ma non avendo la teglia adatta ho tentato, con ottimi risultati, la versione tortina.
Ma non potevo lasciarla così…. e allora via alle mie modifiche, anzi in questo caso aggiunte.
Ho infatti aggiunto all’impasto di base del vino rosso
e le ho farcite con confettura di Pesca Bianca

Ingredienti:
100 gr di Burro temperatura ambiente
60 gr di Fecola di Patate
70 gr di zucchero
70 gr di Farina 00
2 uova
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
2 cucchiai di vino rosso o anche Marsala
Qualche cucchiaio di confettura di Pesca Bianca
Montare il burro morbido con lo zucchero fino a renderlo a crema.
Poi aggiungere le uova, il vino e alla fine le farine e il lievito setacciati.
Basta usare una frusta elettrica o la planetaria come nel mio caso.
La ricetta è semplicissima.
A questo punto l’impasto è pronto.
Riempire i pirottini a tre quarti con la crema pronta e aggiungere un cucchiaino di confettura,
Attenzione a non esagerare altrimenti rischia di affondare nell’impasto con un pessimo risultato.
 cuocere in forno già caldo a 160° ventilato, oppure 180° statico per 10-12 minuti.
Dico sempre che ognuno conosce il proprio forno, quindi se occorre lasciateli anche qualche minuto in più o in meno.
Buona Merenda

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

BIGNOLATA DI MOUSSE BIANCA CON PUREA DI FICHI NERI E INSOLIA

Ecco a voi la ricetta.

BIGNOLATA DI MOUSSE BIANCA CON PUREA DI FICHI NERI E INSOLIA


Ingredienti per la bignolata:
270 gr di uova intere sono circa 5
185 gr di acqua
175 gr di Farina 00
165 gr di burro
1 pz di sale
25 gr di latte


Mettete a bollire, in una pentola dal fondo molto spesso, acqua, burro, e sale, appena bolle per bene versate tutta la farina in un colpo solo e girare molto velocemente.
Lasciate asciugare il composto sul fuoco sempre girando.
Trasferite l’impasto in planetaria con il gancio a foglia e lasciate girare per 1 minuto; aggiungete quindi il latte e poi le uova uno alla volta e lasciate incorporare bene.
Mettete il composto ottenuto in una sacca da pasticciere, con la punta molto piccola nel caso della bignolata (altrimenti se si devono fare dei classici bignè si può usare una punta di circa 2 cm di diamentro.
Con l’aiuto della sacca, modellate i bignè su teglie imburrate e cuocete in forno a 200° C al centro in forno ventilato per circa 10 15 minuti, ma ognuno si regoli in base al proprio forno, il bignè deve essere color nocciola. (nel caso dei bignè classici aumentare i tempi di cottura)



Ingredienti per la mousse:
235 gr di cioccolato bianco
5 gr di gelatina in fogli (colla di pesce)
125 gr di latte intero
250 gr di panna montata non zuccherata

Ammorbidire la gelatina in acqua.
Tritare il cioccolato bianco e scioglierlo a bagno maria.
A parte scaldare il latte facendolo arrivare a sfiorare il bollore, a questo punto spegnere e aggiungere la gelatina ben strizzata, versare un terzo di latte sul cioccolato bianco, amalgamando bene, e aggiungere il restante latte.
Quando il composto di latte e cioccolato sarà tiepido circa 35° gradi aggiungere la panna montata mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per evitare di smontare la panna.

A parte sciogliere 3 cucchiai di confettura di fichi neri con 3 cucchiai di vino bianco Insolia, per rendere la confettura più diluita e cremosa.

Assemblaggio del dolce:
Alla base delle coppette versare un pò di mousse bianca, poi aggiungere una decina di mini bignè, un cucchiaino di purea di fichi, altra mousse, bignè, mousse e per fonire al centro un altro cucchiaino di purea di fichi.

Passate tutto in frigo per un paio di ore e gustate.








 

 

 

 

 

 

 

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

CIAMBELLE FRITTE

Ebbene si anche da queste parti è carnevale…..
io abito a 20 KM da PUTIGNANO dove ogni anno il carnevale è una meraviglia di sfilate di carri colorati e originali.
Anche se non sono pugliese, amo questa tradizione che almeno ci permette di godere di un pò di divertimento gratuitamente, e gratis è bello, e divertirsi lo è altrettanto….
Quindi per non stonare con il Tema carnevale oggi in casa mia si fanno le ciambelle fritte

Ingredienti 

250 gr farina manitoba
250 gr farina 00
80 gr strutto
10 gr sale
10 gr di miele
50 gr di zucchero (più quello che serve per passare le ciambelle dopo averle fritte)
150 gr di latte o acqua
5 gr di lievito di birra disidratato Baule volante
2 uova













Mettere tutto nell’impastatrice e impastare per 15 minuti, facendo incordare bene l’impasto.

Deve venire morbido e liscio.
Coprire l’impasto e far lievitare per 2 ore, trascorso il tempo, prendere l’impasto, stenderlo con il mattarello in una sfoglia spessa 1 cm, con un coppapasta o semplicemente una tazza fare dei dischi di pasta come nelle foto, al centro tagliare con un bicchierini un altro dischetto in modo da creare la classica forma della ciambella.
Se vedete le foto forse vi è più chiaro.
Mettere le ciambelle a lievitare nuovamente per circa 1 ora o comunque fino a raddoppiare il volume, distanziandole bene.
Quando sarà lievitate friggere in olio caldo ma non bollente fino a doratura voluta, passarle subito nell zucchero semolato e le ciambelle sono pronte….
Buon carnevale a tutti.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

BUDINO AL CACAO SIMIL FIESTA

Per il San Valentino ormai passato…. ho voluto preparare un classico
il Budino
ma siccome non mi accontento di scopiazzare una ricetta e buttarla lì ho voluto apportare delle gustosissime modifiche…..
Per questa festa il massimo per mè è cioccolato e un pò di alcool…..
e ……………………………………….
L’amore è una cosa meravigliosa e trovare una persona che corrisponda le stesse emozioni per me è la meraviglia in assoluto, e concludere una romantica serata con un dolce del genere vi assicuro si potrebbe morire anche il giorno dopo….
Bando alle smancerie però, tanto san Valentino è passato, anche i fumi dell’alcool sono ormai stati assorbiti… quindi torniamo alla realtà.

Ricettina facile veloce e di sicuro impatto visivo.
INGREDIENTI:
800 ml di latte intero meglio se fresco
200 ml di liquore all’arancia
90 gr di maizena
80 gr di cacao amaro in polvere di ottima qualità
130 gr di zucchero
1 pz di sale
PREPARAZIONE:
Prendere una capiente pentola preferibile acciaio con fondo spesso, mettere tutte le polveri e girare un pò per mischiarle bene, poi aggiungere una parte di latte freddo, girare bene bene con la frusta in modo da creare una sorta di cremina….. questo serve per evirare di fare i grumi.
Adesso mettere il restante latte e il liquore, accendere il fuoco e cuocere come una normale crema, girando spessissimo anzi sempre e fiamma molto bassa, se volete accelerare i tempi potete aggiungere il latte già caldo.
Quando il budino si sarà addensato tenetelo a fiamma bassissima e girando in continuazione per altri due minuti.
A questo punto via alla vostra fantasia, potete versarlo in un unico stampo per budino o in monoporzioni come ho fatto io.
L’accostamento del cacao al liquore all’arancia ha dato quel classico aroma che gustiamo quando mordiamo una merenda fiesta.
Dato che era per un’occasione speciale ho voluto decorare con dei cuoricini in pasta di zucchero, codette e arancia candita

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

COTOGNATA DURA IN CUBETTI

COTOGNATA DURA IN CUBETTI

La cotognata altro non è che la classica confettura di mele cotogne, ma lasciata asciugare per molto più tempo.

Mio marito la adora e io ogni anno ne faccio sempre un pochino. In questi giorni infatti, sto proprio lavorando le mele cotogne, quest’anno i nostri alberi sono molto abbondanti e quindi procediamo alle conserve.

La COTOGNATA DURA IN CUBETTI, si conserva per molto tempo, è una ricetta antica della tradizione siciliana, e l’essiccazione e la percentuale di zuccheri ci da la possibilità di tenerla in vasi di vetro o latte, per tanto tempo. (io ne ho un pò da due anni ed è perfetta)

Amo le ricette antiche e la cucina della nonna, di loro mi fido sempre! Preparare la cotognata è davvero semplice e facile, segui i miei consigli, o meglio i consigli della nonna :-p

COTOGNATA DURA IN CUBETTI

(altro…)

MANDORLE PRALINATE

Queste sono un attentato all’idea remota di una probabile futura dieta…
Non ci penso proprio…..
100 gr mandorle pelate
100 gr zucchero
1 cucchiaio di Miele mille fiori
½ bicchiere di acqua
Padella antiaderente, possibilmente quella a cui tenete di meno perchè tende un po’ a rovinarsi.
Mettere tutto insieme, mescolare continuamente a fiamma media.
Lo zucchero si scioglierà e poi si solidificherà.
Poi incomincerà di nuovo a sciogliersi dopo un pò bisogna scenderle, quando hanno il classico colore brunito delle mandorle tostate.
Decisamente SQUISITE

 

Il problema è che sono una tira l’altra…….

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso