CUCINARE INSIEME A TE

DOLCI AL CUCCHIAIO

FINTO CRUMBLE AL MANGO

FINTO CRUMBLE AL MANGO

FINTO CRUMBLE AL MANGO

Dolce merenda con Freddi Dolciaria, il pomeriggio un bel FINTO CRUMBLE AL MANGO è proprio l’ideale, per questa deliziosa merenda ho infatti usato le Ballerine al mango di Freddi, e una pure di mango con panna montata. Una vera delizia per il palato e anche per gli occhi, naturalmente la composizione a volte fa la differenza. (altro…)

PUMPKIN PIE LA TORTA DI ZUCCA AMERICANA

 

2005

Nelle scorse giornata ho pubblicato una variante finger-food della classica PUMPKIN PIE LA TORTA DI ZUCCA AMERICANA, adesso vi mostro la versione casalinga, ossia la torta intera con annessa fettona, ho solo fatto una piccola aggiunta (e ci sta tutta) qualche pezzo di cioccolato sparso in superficie. Poche parole e passiamo subito alla semplice esecuzione. (altro…)

PANNA COTTA AL CAFFE’ CON GINSENG

PANNA COTTA AL CAFFE' CON GINSENG

PANNA COTTA AL CAFFE’ CON GINSENG

Un dolce quasi banale, tanto è semplice e scarso di ingredienti, ma io adoro la semplicità, la cosa importante in cucina è usare pochi ingredienti ma buoni. Una ricetta che si presta a tantissime varianti, basta regolarsi con dosi e consistenze per non sbilanciare troppo il composto. Pratico in monoporzioni come un dolce dopo cena, e per i nostri bambini la versione vaniglia è l’ideale. Allora prepariamo la PANNA COTTA AL CAFFE’ CON GINSENG (altro…)

TORTINO AL CACAO IN SALSA ALLO ZAFFERANO

TORTINO AL CACAO IN SALSA ALLO ZAFFERANO

TORTINO AL CACAO IN SALSA ALLO ZAFFERANO

Un dolcetto che stupirà i vostri ospiti, basta dosare bene i sapori e in cucina tutto è possibile. Solo un pò di fantasia e le giuste attrezzature, per questo dolcetto ho usato un nuovo Stampo per tartellette e crostatine ovali acquistabile su ZiZuu, il mio negozio on-line per attrezzature di pasticceria e cake-design.

logo-Zizuu

(altro…)

RISO AL LATTE

RISO AL LATTE

RISO AL LATTE

Uno dei dolci poveri che ricordano la mia infanzia, il RISO AL LATTE è una ricetta molto semplice, ma che può far diventare una merenda, un vero e proprio dolce, amato da grandi e bambini. RISO AL LATTE un dolce d’altri tempi, che con un pò di fantasia diventa un semplice finger-food Dolce, o per stupire gli ospiti improvvisi. (altro…)

GELATO GUSTO CASSATA SICILIANA

196rUltimissime preparazione di gelati, e poi mettiamo in letargo la nostra gelatiera, non vi nascondono che io mangerei il gelato anche a Gennaio.

Ma poi non avrei il tempo per fare tanti altri dolcetti che presto vi farò assaggiare con gli occhi.

Da tanto tempo uso la stessa ricetta (super collaudata) che trovate qui BASE BIANCA, a questa base in genere aggiungo gli altri ingredienti per poter creare tanti nuovi gusti. (altro…)

TECNICA QUILLING PER TORTA DI COMPLEANNO

0795

 

Questa torta è stata fatta un pò di tempo fa per il mio compleanno, volevo fare qualcosa di semplice e veloce, era il mio compleanno e non avevo nessuna voglia di stare sbattuta davanti ai fornelli per tutto il santo giorno. Ho letto un pò in giro nel web ed ho voluto provare questa nuova (per me) tecnica del cakedesign, TECNICA QUILLING ho usato decorazioni semplici per non perdere troppo tempo, ma a mio parere il risultato è sorprendente.

Poco tempo usato e massima resa, nel limite del possibile, caldo permettendo. Passo subito alle ricette usate per la creazione di una bomba calorica, extra cioccolattosa, infatti sia il pds che la crema sono al cioccolato, perchè la torta era per il mio compleanno e io adoro il cioccolato fondente.

(altro…)

TORTA ORTO IN PASTA DI ZUCCHERO

Oggi ho voglia di condividere questa torta con voi, è stata preparata tempo fa per il compleanno di mio marito…
Accipicchia 40 suonati!!!!!
Il tema?????
L’orto naturalmente, mica poteva mancare tra le mie torte decorate!
Alla prima occasione l’ho fatta
non è proprio come la immaginavo, infatti non volevo pubblicarla, ce ne sono molte di più belle, ma almeno vale lo sforzo e la volontà di fare le cose.
Sono molto critica e autocritica, e per questo che spesso mi passa la voglia di continuare,
non riesco a stare in mezzo alla categoria foodblogger, vedendo certe schifezze in giro.
Si e non solo, ricevono pure complimenti…..
insomma non è che io sia perfetta anzi lo sto scrivendo, ma non si possono pubblicare foto di piatti irriconoscibili, il titolo dice una cosa e la ricetta un’altra…. focacce al posto di chissà che cosa, penso che la presentazione, specie nel web, dovrebbe almeno essere decente….
di dovrebbe, ci sta lo schizzo di sugo…. ci sta che non si ha sfondo e luci adatte, ci sta che non abbiamo 1000 servizi tutti diversi uno per ogni piatto, ma cavolo…..
almeno toglie il flash alla fotocamera????
lo vuoi servire anche in un piatto di plastica???
non si possono vedere le foto di spaghetti fatte dal mestolo…..
DECENZAAAAAAA
(chiudo parentesi ogni tanto uno sfogo)
La ricetta naturalmente è sempre il classico pan di spagna.
Ho fatto due torte una classica con pan di spagna al limone e crema pasticcera al limone.
Un’altra più piccola total black per i golosi come me.
Per il pan di Spagna al Cacao vi rimando ad un’altra torta dove c’è già la ricetta
 
La crema al cioccolato lo stesso, clicca sotto che trovi la ricetta della crema
Lo stesso vale per il montaggio della torta, in questo link
ho cercato di spiegare tutti i passaggi più importanti.
Per il pan di spagna bianco al limone invece la ricetta è:
Per una tortiera di 28 cm occorrono (la torta verrà bella alta)
9 uova medie
270 gr di zucchero
240 gr di farina 00
140 gr di fecola di patate
1 pz di sale che ai dolci non guasta mai
(la ricetta per un normale pan di spagna senza copertura in pasta di zucchero prevede un pò meno di farina, ma per poter essere rivestito e utilizzato come base per una torta da cake design occorre un impasto un pò più duro)
Procederete come per il pan di spagna al cacao.
Per la crema al limone invece vi rimando ad un’altra delle mie ricette
Qui trovi sia la crema al limone che anche altri dolci al cucchiaio.
 
Il giorno prima vi consiglio di preparare il tutto
dopo assemblare, stuccare con la panna e mettere in frigo.
Tutti i passaggi sono spiegati nella torta pagliaccio
L’unica cosa che in questa dovrete aggiungere sono le cannucce da usare come sostegno per reggere la torta del piano superiore.
In genere nei negozio per cakedesign vendono i pioli per reggere la torta, sono molto resistenti e ci aiutano a non rovinare il nostro lavoro.
La torta superiore è stata rivestita di briciole di pan di spagna al cacao.
E poi via alla fantasia nel creare ortaggi, frutta e tutto quello che vi passa in mente.
Spero esservi stata utile, i miei ospiti hanno gradito…. e si vede…. ecco cosa ne è rimasto.
Se vuoi vedere le mie altre torte decorate o come va di moda CAKE DESIGN
clicca qui

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

BUDINO ALLA VANIGLIA E GINSENG

BUDINO ALLA VANIGLIA E GINSENG
BLACK & WHITE

Un dolce al cucchiaio per le giornate calde, come quelle che ci sono in questo periodo.
Non voglio rinunciare al dolce della domenica, ma accendere il forno quando fuori ci sono più di trenta gradi è una pazzia.
Già lo faccio il sabato sera perchè non riesco a rinunciare alle pizze o focacce, ma poi per tutta la settimana stop al forno e via ai fornelli.
Quindi niente forno, ma al dolce non rinunciamo lo stesso.
Questa volta ho preparato due varianti di budino, uno per noi adulti e uno per i più piccoli.
Ho provato un caffè al ginseng, e subito ho preso spunto per aromatizzare il budino.

Ecco le due ricette per un budino veloce e fresco.
Ingredienti per il budino al caffè e ginseng
 
500 ml di latte intero meglio se fresco
4 bustine di ginseng coffee
45 gr di maizena 
50 gr di zucchero 
1 pz di sale
 PREPARAZIONE:
Prendere una capiente pentola in acciaio dal fondo spesso mettere tutte le polveri e girare un pò per mischiarle bene, poi aggiungere una parte di latte freddo, girare bene bene con la frusta in modo da creare una  cremina….. questo serve per evirare di fare i grumi.
Adesso mettere il restante latte, accendere il fuoco e cuocere come una normale crema, girando spessissimo anzi sempre e fiamma molto bassa, se volete accelerare i tempi potete aggiungere il latte già caldo.
Quando il budino si sarà addensato tenetelo a fiamma bassissima, girando in continuazione per altri due minuti.
A questo punto via alla vostra fantasia, potete versarlo in un unico stampo per budino o in monoporzioni come ho fatto io.
Aspettare che si raffreddi e passarlo una notte in frigo.

 

Ingredienti per il secondo Budino alla Vaniglia
500 ml di latte intero meglio se fresco
10 gocce di aroma Vaniglia 
45 gr di maizena 
50 gr di zucchero 
1 pz di sale
Per la preparazione del budino alla vaniglia basta seguire lo stesso procedimento del primo.
 
Dopo la notte in frigo sformate i budini facendo molta attenzione, decorare a piacere, io ho spolverato con cacao (il budino al ginseng) e cannella (il budino alla vaniglia)

Se ti interessa puoi leggere anche queste altre ricette:
BUDINO AL MARSALA
BUDINO SIMIL FIESTA

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

BUDINO AL MARSALA CON CROCCANTE ALLE MANDORLE

 

Il caldo non ci dà ne la voglia ne la forza di accendere forno e fornelli…..
Allora spesso preparo gelati, mousse e budini, così delizio il palato e rinfresco anche il resto del corpo… ihihih
A parte tutto, il budino è un dessert facile da preparare a prova di principiante, e anche se si parla di dolce è anche molto sano dal punto di vista nutrizionale, specialmente il classico budino alla vaniglia, che presto posterò.
Questo budino invece è alcoolico quindi non adatto ai nostri bambini, ma un ottimo dopo cena per noi bimbi grandi.
Ho già pubblicato la ricetta del budino al cacao con liquore di arancia qui per san Valentino
e questa è una versione molto golosa.
Ingredienti:
800 ml di latte
200 ml di marsala
80 gr di maizena
1 pz di sale
130 gr di zucchero semolato
A parte per creare il croccante:
50 gr di mandorle pelate e tritate a coltello grossolanamente
2 cucchiai di zucchero
Iniziamo con preparare subito il croccante, tritiamo le mandorle e mettiamole insieme allo zucchero in una padella antiaderente a fuoco medio girando spesso, fino a far formare il caramello, le mandorle si tosteranno e il caramello si attaccherà alle mandorle appena tostate proprio come il classico croccante.
Spegnere e far raffreddare.
Per il budino invece, mescoliamo tutte le polveri (lo zucchero, il sale, e la maizena), aggiungere a questo mix un bicchiere di latte (tolto dagli 800 ml del totale) e mescolare bene fino a formare una crema liscia.
Versare il resto del latte, il marsala e la crema appena ottenuta in una pentola capiente, e cuocere a fuoco lento come per una classica crema pasticcera.
Girare e girare fino a quando si sarà addensata, e cuocere ancora per altri due minuti.
A questo punto dovete essere molto veloci e determinati.
Vi consiglio di prepararvi gli stampi prima di iniziare, perchè il budino tende ad addensarsi molto velocemente.
Aggiungere la budino appena fatto il croccante e versare subito negli stampi.
Mettere un foglio di pellicola a contatto e far raffreddare a temperatura ambiente.
Dopo passarlo in frigo per almeno una notte e gli stampi sono piccoli, altrimenti meglio un giorno intero se dovete fare lo stampo grande.
A presto e scrivetemi se avete bisogno di altre info o anche per un saluto.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso
Ad

CREMA DI BROCCOLI E MANDORLE CROCCANTI

CREMA DI BROCCOLI E MANDORLE CROCCANTI

CREMA DI BROCCOLI E MANDORLE CROCCANTI

Ogni tanto spulcio il mio archivio di ricette e puntualmente mi ritrovo qualcosa che (per mia distrazione) ho dimenticato di pubblicare.

Questo è uno di quei piatti per utilizzare le ultime verdure invernali rimaste nel freezer.
Una crema di broccoli croccanti con mandorle tostate.
Amo i primi piatti della famosa e personale serie “il sugo lo cucino mentre l’acqua bolle”, spesso la mattina tra le varie faccende domestiche, il bambino e la spesa da fare, mi metto davanti ai fornelli all’ultimo minuto, e insorge nella mia mente subito…. “ e che cosa posso cucinare a quest’ora?”
Apro frigo o freezer e prendo la prima cosa che mi viene in mente, nel frattempo sto già pensando a come prepararla, questa volta dato che i broccoli erano ancora surgelati e non avevo tempo per scongelarli, ho deciso di frullare il tutto…. il resto segue nella ricetta

(altro…)

SEMIFREDDO AL PISTACCHIO E BASE MORBIDA AL CACAO

1898

Se hai voglia di un gelato e non hai tempo di preparare la classica base per la gelatiera, ecco uan validissima alternativa.

SEMIFREDDO AL PISTACCHIO E BASE MORBIDA AL CACAO
A volte sembra più difficile di quanto pensi…..
Se ti va in due ore lo mangi anche tu…..
Basta avere gli ingredienti e il gioco è fatto….
Che dire buona ricetta….
Questo dolce ti salva l’arrivo di ospiti improvvisi… e poi se hai dei biscotti puoi fare la base croccante e non hai bisogno di accendere nemmeno il forno….
Più facile di così posso solo venire io in casa tua e prepararla per te….
Attenzione però…. che se mi porto mio figlio non penso ne resti tanta ah ah ah ah 

Ingredienti per la Base di pan di spagna al cacao

  • 1 uovo
  • 35 gr di zucchero
  • 30 gr di farina 00
  • 10 gr di cacao amaro in polvere

Montare l’albume a neve e metterlo da parte.

Montare il tuorlo con lo zucchero fino a diventare chiaro e liscio, aggiungere l’albume delicatamente e lo stesso con la farina e il cacao.
Mettere in teglia, con carta da forno, di diametro 24 così verrà un disco non troppo alto.
Infornare a 180° per 15 minuti.

Ingredienti per il semifreddo al pistacchio:

  • 2 uova
  • 150 gr di panna fresca montata non zuccherata
  • 90 gr di zucchero
  • 45 gr di Pasta di pistacchio di BRONTE DOP
  • 20 gr di Granella di Pistacchio
  • Cacao e pistacchi interi per guarnire

 


Montare l’albume e metterlo da parte.
Montare i tuorli e lo zucchero, deve diventare una crema molto chiara e spumosa, aggiungere la pasta di pistacchi e la granella.
A questo composto aggiungere gli albumi e la panna montata, delicatamente per non sgonfiare il tutto.

Cioccolato al latte 200 gr per la copertura……

Prendere una tortiera a cerniera (nel mio caso ne avevo una in silicone), mettere sul fondo il pan di spagna, (se si vuole si può bagnare leggermente con del latte) poi mettere la mousse e passare nel freezer per 3 ore.

Quando sarà abbastanza compatto, sciogliere il cioccolato al latte aggiungendo anche 50 gr di panna liquida o latte, farlo raffreddare un pò.
Nel frattempo uscite la torta dallo stampo, metterla sopra un a gratella e colare sopra il cioccolato sciolto ma tiepido.
Rimettere tutto in freezer e tirarlo fuori mezz’ora prima di servire.

FAVOLOSO ED E’ ANCHE MOLTO SEMPLICE DA FARE

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

BIGNOLATA DI MOUSSE BIANCA CON PUREA DI FICHI NERI E INSOLIA

Ecco a voi la ricetta.

BIGNOLATA DI MOUSSE BIANCA CON PUREA DI FICHI NERI E INSOLIA


Ingredienti per la bignolata:
270 gr di uova intere sono circa 5
185 gr di acqua
175 gr di Farina 00
165 gr di burro
1 pz di sale
25 gr di latte


Mettete a bollire, in una pentola dal fondo molto spesso, acqua, burro, e sale, appena bolle per bene versate tutta la farina in un colpo solo e girare molto velocemente.
Lasciate asciugare il composto sul fuoco sempre girando.
Trasferite l’impasto in planetaria con il gancio a foglia e lasciate girare per 1 minuto; aggiungete quindi il latte e poi le uova uno alla volta e lasciate incorporare bene.
Mettete il composto ottenuto in una sacca da pasticciere, con la punta molto piccola nel caso della bignolata (altrimenti se si devono fare dei classici bignè si può usare una punta di circa 2 cm di diamentro.
Con l’aiuto della sacca, modellate i bignè su teglie imburrate e cuocete in forno a 200° C al centro in forno ventilato per circa 10 15 minuti, ma ognuno si regoli in base al proprio forno, il bignè deve essere color nocciola. (nel caso dei bignè classici aumentare i tempi di cottura)



Ingredienti per la mousse:
235 gr di cioccolato bianco
5 gr di gelatina in fogli (colla di pesce)
125 gr di latte intero
250 gr di panna montata non zuccherata

Ammorbidire la gelatina in acqua.
Tritare il cioccolato bianco e scioglierlo a bagno maria.
A parte scaldare il latte facendolo arrivare a sfiorare il bollore, a questo punto spegnere e aggiungere la gelatina ben strizzata, versare un terzo di latte sul cioccolato bianco, amalgamando bene, e aggiungere il restante latte.
Quando il composto di latte e cioccolato sarà tiepido circa 35° gradi aggiungere la panna montata mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per evitare di smontare la panna.

A parte sciogliere 3 cucchiai di confettura di fichi neri con 3 cucchiai di vino bianco Insolia, per rendere la confettura più diluita e cremosa.

Assemblaggio del dolce:
Alla base delle coppette versare un pò di mousse bianca, poi aggiungere una decina di mini bignè, un cucchiaino di purea di fichi, altra mousse, bignè, mousse e per fonire al centro un altro cucchiaino di purea di fichi.

Passate tutto in frigo per un paio di ore e gustate.








 

 

 

 

 

 

 

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

TIRAMISU’ UN CLASSICO GOLOSO

Non so perchè ma quando arriva la primavera adoro preparare uno dei dolci più famosi e semplici
Il tiramisù
Mi piace farlo sempre i primi giorni caldi della primavera…
E infatti qualche giorno fa
l’ho preparato con le uova freschissime,
non le ho pastorizzate proprio perchè sono state appena raccolte,
ma un consiglio se sono uova di dubbia provenienza, potete tranquillamente pastorizzarle (o qualcosa di simile) facendo in questo modo….
Basta montare le uova (tuorli e albumi a bagno maria come per lo zabaione)
Mettere la ciotola con le uova da montare dentro un pentolino con l’acqua che sobbolle, fate attenzione a non far bollire troppo altrimenti le uova diventano strapazzate)
La temperatura per pastorizzarle è di 65 gradi, quindi misurate la temperature delle uova, quando raggiungono i gradi desiderati, spegnete il gas e continuate a montare.
La preparazione è molto semplice
Ingredienti:
250 mascarpone di ottima qualità
3 uova medie freschissime
3 cucchiai colmi di zucchero
(io mi baso così ogni 100 gr di mascarpone circa metto un uovo e un cucchiaio di zucchero, questo metodo è infallibile e non lo dimenticherete più)
Caffè leggermente zuccherato una tazza abbondante
Biscotti Lingue di suocera
Cacao e decorazione a vostro piacimento
Preparazione:
Preparare il caffè e farlo raffreddare.
Separare i tuorli dagli albumi e montare quest’ultimi a neve ben ferma.
Montare i tuorli con lo zucchero fino a renderli chiari e spumosi, a questo punto aggiungere anche il mascarpone.
Aiutandosi con la planetaria la preparazione è un gioco da ragazzi e il dolce viene molto soffice e montato, ma si può fare tranquillamente anche con una frusta elettrica o a mano.
Aggiungere alla crema gli albumi montati, aiutandosi con la frusta, ma senza esagerare, cercare di girare con delicatezza per evitare di sgonfiare il composto.
Appena abbiamo la crema pronta, possiamo iniziare l’assemblaggio.
In una teglia in alluminio
Creare un fondo di biscotti inzuppati nel caffè, non esagerate il fondo è meglio un pò croccantino.
Versare metà della crema al mascarpone sui biscotti, poi fare un’altro strato di biscotti inzuppati, e di nuovo l’altra crema.
Finire cospargendo il dolce completamente con il cacao in polvere.
Mettere in frigo e servire il giorno dopo…
Questo è fondamentale il tiramisù più sta e più buono è….
Un dolce semplice, facile e buonissimo….
Poi è un’ottima base per tantissime varianti

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

BUDINO AL CACAO SIMIL FIESTA

Per il San Valentino ormai passato…. ho voluto preparare un classico
il Budino
ma siccome non mi accontento di scopiazzare una ricetta e buttarla lì ho voluto apportare delle gustosissime modifiche…..
Per questa festa il massimo per mè è cioccolato e un pò di alcool…..
e ……………………………………….
L’amore è una cosa meravigliosa e trovare una persona che corrisponda le stesse emozioni per me è la meraviglia in assoluto, e concludere una romantica serata con un dolce del genere vi assicuro si potrebbe morire anche il giorno dopo….
Bando alle smancerie però, tanto san Valentino è passato, anche i fumi dell’alcool sono ormai stati assorbiti… quindi torniamo alla realtà.

Ricettina facile veloce e di sicuro impatto visivo.
INGREDIENTI:
800 ml di latte intero meglio se fresco
200 ml di liquore all’arancia
90 gr di maizena
80 gr di cacao amaro in polvere di ottima qualità
130 gr di zucchero
1 pz di sale
PREPARAZIONE:
Prendere una capiente pentola preferibile acciaio con fondo spesso, mettere tutte le polveri e girare un pò per mischiarle bene, poi aggiungere una parte di latte freddo, girare bene bene con la frusta in modo da creare una sorta di cremina….. questo serve per evirare di fare i grumi.
Adesso mettere il restante latte e il liquore, accendere il fuoco e cuocere come una normale crema, girando spessissimo anzi sempre e fiamma molto bassa, se volete accelerare i tempi potete aggiungere il latte già caldo.
Quando il budino si sarà addensato tenetelo a fiamma bassissima e girando in continuazione per altri due minuti.
A questo punto via alla vostra fantasia, potete versarlo in un unico stampo per budino o in monoporzioni come ho fatto io.
L’accostamento del cacao al liquore all’arancia ha dato quel classico aroma che gustiamo quando mordiamo una merenda fiesta.
Dato che era per un’occasione speciale ho voluto decorare con dei cuoricini in pasta di zucchero, codette e arancia candita

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

CUCCI’A ALLA CREMA DI CANNELLA

0715

Immagino che non tutti sappiano cosa sia….

Ma i Siciliani non possono non conoscere la CUCCI’A ALLA CREMA DI CANNELLA
La cuccìa è un piatto tipico siciliano, fatto con grano bollito, e condita generalmente con vino cotto o ricotta di pecora, scaglie di cioccolato e cannella.
Si prepara nel giorno di Santa Lucia (13 Dicembre), e per i siciliani è un vero e proprio rito.
Quel giorno si mangia solo riso o la cuccìa condita come la si preferisce.
In casa mia si usava mangiarla a colazione con latte caldo, cannella e cacao, e a volte anche con il vino cotto.
La tradizione dice che proprio il giorno di Santa Lucia in Sicilia arrivò, dopo tanto tempo di isolamento e carestia, un carico di grano a Siracusa, per la troppa “fame” gli abitanti non ebbero il tempo di rendere il grano in farina e lo consumarono così, bollito.
Vivendo in Puglia, ho avuto un pò di nostalgia delle mie tradizioni e l’ho preparata in questi giorni.
Oggi esistono tante varianti per accompagnare la cuccìa e questa è la mia personale versione:
CUCCI’A ALLA CREMA DI CANNELLA
Ricetta per la cuccìa: 250 gr di grano
buccia di una arancia e di un limone
1 foglia di alloro
Preparazione
Mettere a bagno per due giorni e 2 notti il grano, cambiando l’acqua ogni giorno.
Il terzo giorno mettere a bollire il grano, in acqua abbondante e fredda, con le bucce e la foglia di alloro, cuocere per due o tre ore il grano.
L’acqua non deve essere salata e non deve bollire troppo, ma cuocere lentamente come per i legumi.
Quando il grano è cotto, fatelo raffreddare e cambiate l’acqua dove è stato cotto.
L’acqua uscirà torbida ma è normale, mettere il grano in acqua pulita e riscaldare nuovamente il grano.
Da questo momento la cuccìa è pronta.
ingredienti per la crema bianca
Latte 500 ml
maizena 50 gr
miele un cucchiaino
panna fresca da montare 200 ml
Vaniglia ½ baccello
Zucchero 100 gr

Preparazione:

Bollire il latte con la vaniglia  e filtrare.

Far raffreddare e aggiungere la maizena il miele e lo zucchero e rimettere sul fuoco ad addensare sempre girando.
Quando si raffredda aggiungere la panna montata.

Quando avremo tutto pronto e freddo, scolare bene il grano cotto e unirlo alla crema, spolverando a piacere con cannella.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso