CUCINARE INSIEME A TE

CUCINA REGIONALE

PASTA ALLA NORMA RICETTA VELOCE

PASTA ALLA NORMA RICETTA VELOCE

PASTA ALLA NORMA RICETTA VELOCE

Per evitare equivoci o incomprensioni, non so se sia la vera pasta alla norma, ma a noi piace tantissimo, in Sicilia, come pure in tutto il mondo, le ricette antiche vengono un pò trasformate, da famiglia in famiglia, a volte anche da un posto all’altro, una ricetta semplice viene modificata anche solo per l’uso di un prodotto al posto di un altro. Per esempio so benissimo che nella classica pasta alla norma, si usa la ricotta salata, ma a me non piace tanto e uso il classico grana grattugiato. Insomma questa è la PASTA ALLA NORMA RICETTA VELOCE che faccio in casa mia, spero vi piaccia. (altro…)

RISOTTO FUNGHI E SPECK RICETTA VELOCE

RISOTTO FUNGHI E SPECK RICETTA VELOCEAdoro il RISOTTO FUNGHI E SPECK RICETTA VELOCE ed è un piatto molto gustoso e adatto a tutti, se hai un buon dado fatto in casa come nel mio caso (la ricetta del brodo pronto in conserva la trovi qui) il risultato è garantito.

(altro…)

LASAGNA DI ZUCCHINE SENZA PASTA

LASAGNA DI ZUCCHINE SENZA PASTA

Avete mai avuto il frigo pieno e strapieno di verdure? io ormai da 5 anni ho sempre lo stesso problema, e a furia di inventarne una nuova al giorno, a volte sto più tempo a ricercare e studiare nuove ricette che a cucinare. Vivere in campagna ha i suoi pro ma anche i contro, per esempio dover possedere almeno due frigoriferi e altrettanti congelatori. Questo piatto si presta molto ad essere conservato in freezer, basterà fare delle vaschette monoporzioni, e quando si ha fretta, o si deve mancare tutto il giorno, basterà tiar fuori una vaschetta e ripassarla in forno, in modalità scongelamento, poi passerete in modalità cottura per 15 minuti e la lasagna è pronta. Oppure fate come me, tiro fuori dal congelatore la LASAGNA DI ZUCCHINE SENZA PASTA, la sera prima e la metto in frigo per tutta la notte, il giorno dopo sarà già scongelata e pronta per essere infornata e scaldata. Spero che la ricetta sia di vostro gradimento. (altro…)

BRIOCHE DI FARRO SPELTA CON IMPASTO DA ROSTICCERIA

brioche di farro 3

BRIOCHE DI FARRO SPELTA CON IMPASTO DA ROSTICCERIA

Da un po’ di tempo le provavo, ma il risultato non era il massimo per me, cercavo un prodotto soffice soffice, come le classiche brioche siciliane, ma l’uso della farina di farro nei lievitati non è semplicissimo. Basta però un po’ di buona volontà e prova e riprova, aggiungi e togli (più aggiungi che togli) sono riuscita ad ottenere un prodotto “di più” si proprio come gli spaghetti Barilla.

Da un annetto ho dovuto eliminare il grano nella mia cucina, come ormai ben sapete, e quindi l’uso degli altri cereali, tra cui il farro è ormai diventata una dolce sfida.

L’uso della farina di farro non è difficile, bastano piccoli accorgimenti, uno importante è l’aumento dell’idratazione, in generale assorbe una percentuale maggiore di liquidi, quindi se volete sostituire il grano con il farro in una ricetta, dovrete di sicuro aggiungere una piccola quantità di liquidi.

Il farro si divide in tre qualità: monococcum, dicoccum e spelta, il più comune, quello che chiamano “bianco” è proprio lo Spelta, ottimo infatti per i lievitati dolci e i dolci in generale, insieme al monococcum, mentre il dicoccum essendo un po’ più duro, se usato in mix con le altre qualità è ottimo per pane e focacce, è infatti molto più simile al grano duro.

Negli impasti con lunghe lievitazioni, come in questo caso, o per pizze, pane o grandi lievitati (si perchè si può fare tranquillamente anche il panettone) occorrerà però cercare di aumentare la forza della farina, infatti il farro come la maggior parte degli altri cereali, è alquanto debole di forza (i famosi w che ormai troviamo scritti nei pacchi di farine speciali tipo per pizza o altro). Non sono una persona specializzata, ma informandomi nei vari siti ho studiato che una delle caratteristiche che dà forza alle farine è la quantità di proteine, e girando un po’ qua e un po’ là nel web, ho scoperto che la farina di lupini, è ricchissima di proteine, e spesso viene consigliata proprio per aumentare la forza nelle farine deboli.

Se ne dovrà usare in piccolissime proporzioni (dall’ 1 al 3 % del totale della farina), capisco che è difficile da trovare nelle varie botteghe locali, ma vi garantisco che on-line la trovate facilmente, alcuni amici mi hanno riferito che si trova anche nei negozi Natura-si. Io personalmente l’ho presa on-line sul sito di Tibiona dove tra l’altro ho trovato tutte queste importanti info (non costa tanto, e se ne usa davvero poco considerate che un chilo di farina di lipini vi basterà per non meno di 70 kili di farina (considerando che l’impasto totale sarà cmq molto superiore). In sintesi io lo uso da 6 mesi e sono a metà della confezione (e io di impasti ne faccio parecchio), non è una promozione, anzi, ma come per i prodotti senza glutine, bisognerà aiutarsi con piccoli ingredienti “magici”, nel nostro caso sarà la farina di lupini, nel caso dei senza glutine so che il prodotto magico è lo Xantano e il guar.

Dopo questa piccola premessa informativa, sperando di esservi stata utile, passo subito alla ricetta specifica.

La differenza sostanziale tra la ricetta originale (che trovate qui) e quella delle BRIOCHE DI FARRO SPELTA CON IMPASTO DA ROSTICCERIA, è che ho aggiunto una quantità non indifferente di latte e una piccola parte di latte in polvere (che in questi casi vi consiglio cmq di usare, ci darà un pochino di morbidezza in più, cosa che con queste farine spesso scarseggia). (altro…)

CASSATELLE DI RICOTTA CON FARINA DI FARRO

CASSATELLE DI RICOTTA CON FARINA DI FARRO

CASSATELLE DI RICOTTA CON FARINA DI FARRO

Facevo spesso questo dolce prima dell’intolleranza alimentare al frumento, (non la mia ma di mio figlio), adesso sto iniziando a conoscere le farine di altri cereali e tra tutti il farro è molto molto semplice da usare in sostituzione alla classica farina di grano. In questa ricetta però c’è anche l’uso del grano duro, e dato che di farro esistono varie qualità, informandomi un pochino ho trovato che il farro Dicoccum è molto simile al grano duro.

Quindi corro a trovarlo on-line ovviamente (qui non trovo manco il classico e comune farro Spelta) e inizio a preparare il primo impasto, modificando qualcosa qua e là, il risultato alla fine è irriconoscibile dall’originale, se lo mangi ad occhi chiusi, perchè il farro, specie il dicoccum, ha un colore notevolmente più scuro, quindi alla vista il risultato sarà nettamente differente, da far sbalordire chi li assaggerà.

(altro…)

MORE SCIROPPATE RICETTA FACILE

MORE SCIROPPATE RICETTA FACILE

MORE SCIROPPATE RICETTA FACILE e veloce, usando lo stesso procedimento delle ciliegie postata qualche tempo fa. (Qui trovi la mia ricetta)

Questo metodo per sciroppare la frutta è pratico e veloce, e il sapore dello sciroppo sarà divino, un vero toccasana per il nostro umore. Avremo della frutta sciroppata, tutto l’anno ottima per arricchire i nostri dolcetti. (altro…)

LATTE DI MANDORLE FATTO IN CASA

LATTE DI MANDORLE FATTO IN CASA

LATTE DI MANDORLE FATTO IN CASA

Più che una ricetta, la classificherei in un metodo di “estrazione” per avere tutto il sapore della frutta secca in una bevanda dissetante. La mandorla in particolare fa molto bene alla nostra salute, nel mio giardino ho parecchi alberi e ogni volta non so mai come usare le mandorle (a parte pasticcini e biscotti vari), le mandorle sono ottime già così, appena schiacciate, e ne mangio sempre una decina al giorno. Ottime tostate in forno, oppure pelate e fritte, spolverate di sale fino sono una vera chicca negli aperitivi.

(altro…)

GNOCCHI DI PATATE PASSO PASSO

GNOCCHI DI PATATE PASSO PASSO

GNOCCHI DI PATATE PASSO PASSO, a volte anche le semplici cose posso sembrare difficili per chi inizia a cucinare. Gli gnocchi di patate sono molto semplici da fare e con qualche aiuto e un pò di pratica li potrete fare anche voi. Servono pochissimi ingredienti e potremo portare in tavola uno dei piatti più antichi della cucina Italiana.

(altro…)

PASTA E CECI ALLA PUGLIESE

PASTA E CECI ALLA PUGLIESE

PASTA E CECI ALLA PUGLIESE, non ha nulla di diverso dalla classica pasta e ceci che usava fare la nostra nonna, l’unica aggiunta “Pugliese” è il peperoncino e qualche pezzetto di pomodoro (anche se mia nonna lo metteva il pomodoro), diciamo che sono ricette conosciute in tutte le casa, e che per ovvie ragioni, di gusti o di reperibilità di prodotti, venivano spesso modificate di casa in casa, di quartiere in quartiere. La PASTA E CECI ALLA PUGLIESE è molto semplice da fare, specie se usiamo prodotti base di ottima qualità, come i ceci in scatola biologici l’azienda agricola Campo (agricoltura biologica dal 1978) (altro…)

SPAGHETTI AL POMODORO E BASILICO

SPAGHETTI AL POMODORO E BASILICO

SPAGHETTI AL POMODORO E BASILICO

Spesso diamo per scontato che i piatti semplici, quelli di una volta, siano appunto troppo semplici da pubblicare, ma mi ricordo che quando ho iniziato a “studiare” e cercavo ricette semplici, non sempre riuscivo a trovare le giuste informazioni. Per esempio, chi si approccia per le prime volte alla cucina, non ha nemmeno la minima idea di quanta acqua e sale si debba mettere per cucinare la pasta. E’ proprio così, io non riuscivo nemmeno a capire se stavo usando la giusta pentola, e a volte il risultato era compromesso, semplicemente dal fatto che avessi usato una pentola troppo piccola per le quantità di pasta.

Oggi cercherò di spiegare uno dei piatti base della cucina italiana, SPAGHETTI AL POMODORO E BASILICO, in collaborazione con l’azienda agricola Campo (agricoltura biologica dal 1978) e i suoi prodotti. (altro…)

RISOTTO CON GAMBERETTI E ASPARAGI SELVATICI

RISOTTO CON GAMBERETTI E ASPARAGI SELVATICI

RISOTTO CON GAMBERETTI E ASPARAGI SELVATICI

A volte la semplicità ripaga in tutto, e la cucina semplice è sempre stata la base dei miei piatti, oltre che a cercare di usare ricette e attrezzature un pò lasciate da parte in questi anni. Da un pochino di tempo ero incuriosita dalla cottura in Rame Stagnato, e dopo svariate ricerche ho avuto la possibilità di provare un paio di prodotti, grazie all’azienda IdeaRame s.n.c. Ovviamente per me è stato un mondo da scoprire, ma come ho già annunciato nei giorni precedenti, “Non Ho Mai Mangiato Un Risotto Così”. In questi anni ho provato tantissimi materiali e prodotti per le cotture, alcune scadenti, altre invece molto soddisfacenti,ma mai avrei pensato che potesse esserci una differenza così evidente nel gusto, e anche nella cottura, certamente è un pò difficile da spiegare, ma nel mio caso due sono le cose che più mi hanno lasciata sbalordita, Il sapore (si riescono a distinguere molto più intensamente i sapori dei vari ingredienti) e la cottura, lenta (ma non troppo), uniforme, nel caso del risotto, non ho girato e non si è attaccato per niente al fondo. Ottimi prodotti, il Rame Stagnato ormai regna sovrano nella mia cucina. Per la prima volta provo il RISOTTO CON GAMBERETTI E ASPARAGI SELVATICI in risottieria di rame stagnata.

(altro…)

NOCINO RICETTA VELOCE

NOCINO RICETTA VELOCE

NOCINO RICETTA VELOCE, da tempo volevo preparare il Nocino, e quest’anno ne ho preparate ben due versioni, una classica e una SPRINT, come in questo caso. Nella versione classica il nocino deve stare al sole a macerare per 40 giorni, ma chi ha più questo tempo? andrebbe a finire nel dimenticatoio, e come per tante altre cose, i 40 giorni potrebbero diventare 80, vero? Io le ho preparate entrambe proprio per capire le differenze, cosa che mi piace sempre fare. Adoro la cucina, ma se ci sono metodi che mi fanno accelerare le preparazioni, senza alterare gusti i risultati, ben vengano. Quindi non ci resta che provare. (altro…)

NOCINO RICETTA ORIGINALE ARTUSI

NOCINO RICETTA ORIGINALE ARTUSI

Adoro i liquori, specie se fatti bene, non amo però quelli troppo dolci, il nocino ha un sapore unico e inimitabile, e mi piace davvero tanto. Pochi ingredienti, ma una lunga attesa rende il tutto più magico e profumato. (altro…)

CILIEGIE SCIROPPATE AL SOLE

CILIEGIE SCIROPPATE AL SOLE

una delle tecniche più antiche per sciroppare e conservare la frutta, è proprio la cottura sotto zucchero al sole, a differenza del classico sciroppo bollente, lo zucchero cotto in questo modo si trasforma in alcool, conservando per tantissimo tempo la frutta, in questo caso le ciliegie. Sono molto buone anche le amarene. La tecnica è semplicissima, ma vi faccio vedere anche come poterle sciroppare anche in cottura. (altro…)

RICCIOLI DI ZUCCHINE SAPORITI

RICCIOLI DI ZUCCHINE SAPORITI

RICCIOLI DI ZUCCHINE SAPORITI

Un piatto veloce e ottimo da gustare con gli amici, con un fresco aperitivo all’aperto e tanta compagnia. Nelle sere d’estate non c’è di più buono che una sana grigliata di verdure, tanto ci si può divertire cambiando marinature e abbinamenti, bastano pochi ingredienti per fare un piatto unico e gustoso. Io le faccio spesso, anche con condimenti basici per accompagnare una bella bistecchina.

(altro…)

PASTA ALLA CRUDAIOLA CON RUCOLA SELVATICA

PASTA ALLA CRUDAIOLA CON RUCOLA SELVATICA

PASTA ALLA CRUDAIOLA CON RUCOLA SELVATICA

Un primo piatto particolarmente indicato nei periodi caldi estivi e primaverili, nel mio caso ho approfittato della rucola selvatica che cresce nelle mie terre, un sapore che solo il selvatico ci riserva, la rucola selvatica infatti non è apprezzata da tutti, proprio perchè il suo sapore è molto più forte e deciso, a tratti anche piccante al palato, e spesso è completamente differente da quello che siamo abituati a mangiare. Gli ingredienti per questo primo piatto sono davvero pochi e semplicissimi. (altro…)

TORTA ARLUNO DI IGINIO MASSARI (GLUTENFREE)

TORTA ARLUNO DI IGINIO MASSARI (GLUTENFREE)

TORTA ARLUNO DI IGINIO MASSARI (GLUTENFREE)

Un dolce semplice ma che ci stupirà, vi consiglio di provare a farlo, ci impiegheremo giusto venti minuti, e il risultato…… nessuno…. finirà in 5 minuti tanto è buona. La consistenza è friabile, si scioglie in bocca e la marmellata d’arance con i canditi fatti in casa, ci stanno veramente bene, poi la versione senza glutine è ottima per accontentare tutti, un dolce che si mangia in qualsiasi momento della giornata, dalla colazione al dopo pasto. Fatta e rifatta e penso di rifarla ancora e ancora. La ricetta poi è di un grande maestro Iginio Massari, e quindi una garanzia di riuscita, basterà solamente seguire le fasi di preparazione. (altro…)

PASTA FROLLA CON OLIO DI SEMI

PASTA FROLLA CON OLIO DI SEMIPer un dolce senza troppi sensi di colpa, una gustosa crostata con PASTA FROLLA CON OLIO DI SEMI è proprio l’ideale, leggera e priva di lattosio, ottima per chi ha problemi di intolleranze ma anche per chi è goloso come me e non rinuncia ad un dolcetto a colazione o fine pasto.

La PASTA FROLLA CON OLIO DI SEMI è da tempo molto usata nella nostre case, è un impasto base molto antico, che sicuramente le nostre nonne faceva spesso per le nostre mamme, e proprio questa ricetta mi è stata data dalla zia di mio marito, che la fa spessissimo e che amiamo tutti in famiglia. (altro…)

PANE FATTO IN CASA CON FARINA SENATORE CAPPELLI

PANE FATTO IN CASA CON FARINA SENATORE CAPPELLI

PANE FATTO IN CASA CON FARINA SENATORE CAPPELLI

Un pane dal sapore antico, infatti il grano duro Senatore Cappelli è una qualità molto antica che si usava coltivare nel sud, come qui in Puglia, una qualità molto noto e allo stesso pregiata, ricca di privilegi e di ottimo sapore, gli impasti con solo grano duro Senatore Cappelli, non risulteranno molto alveolati, ma il sapore ripagheranno gli occhi, anche io amo il pane con mille buchi e molto evidenti, e per evitare l’inconveniente della scarsa alveolatura, consiglio di mescolarla alla farina di grano tenero in pari percentuali. (altro…)