TORTELLINI ALLA BOLOGNESE CON BRODO DI GALLINA

 TORTELLINI ALLA BOLOGNESE CON BRODO DI GALLINA
TORTELLINI ALLA BOLOGNESE CON BRODO DI GALLINA
TORTELLINI ALLA BOLOGNESE CON BRODO DI GALLINA
  .Per San Valentino, qui c’era una bellissima giornata, e mio marito e mio figlio erano andati in giro per prendere un pò di sole.
Vivendo in campagna, quando le giornate sono belle è un piacere passeggiare…..
la stessa cosa l’avrà pensata, quella (ormai defunta) gallina, che per sua disgrazia incontrò mio marito…
Ad un certo punto dopo nemmeno cinque minuti mi ritrovo di nuovo i miei uomini davanti la porta di casa…, io perplessa gli chiesi come mai fossero già di ritorno….
Mio marito con la faccia da ebete…..(speriamo non mi legga) mi risponde…..
“emh… ti abbiamo portato un regalo, se viene sul retro te lo mostro….”
Io tutta indaffarata dalle pulizie varie…., mi sono tolta il grembiule e corro dietro la casa, a vedere questo mazzo di fiori che io mi ero immaginata fosse.
Invece NOOOOO
mi ritrovo una gallina con già due uova appena deposte…..
Che dire…. questo è stato il mio regalo per San Valentino…. una gallina da spennare e cucinare.
Mio marito era così contento che tornò di nuovo per la stradina dove l’aveva trovata, magari sperava di trovare anche il gallo?????
Ma dato che io non mi accontento di un semplice brodino, ho voluto preparare anche un classico della cucina bolognese.

I TORTELLINI ALLA BOLOGNESE CON BRODO DI GALLINA

Ingredienti per il ripieno:

  • 300 gr di lombo di maiale (un pezzo unico)
  • 300 gr di prosciutto crudo di Parma
  • 300 gr di mortadella Bologna igp
  • 450 gr di Parmigiano Reggiano stagionato 36 mesi
  • 3 uova
  • 1 noce moscata
  • Aglio, rosmarino, sale e pepe per il battuto della carne
Preparazione dei TORTELLINI ALLA BOLOGNESE CON BRODO DI GALLINA
Almeno due giorni prima preparare il battuto di aglio, sale, pepe e rosmarino e massaggiare la carne.
Mettere la carne e il battuto in un contenitore ermetico, e metterlo in frigo per almeno un giorno intero.
La carne deve cuocersi con il sale.
Quando la carne è pronta, tirare fuori dal frigo, pulirla con un tovagliolo di carta eliminando il battuto, e rosolare per bene la carne, in una padella con solo una noce di burro.
Quando la carne sarà cotta, tagliare tutti gli ingredienti a pezzetti e macinare tutto in un robot da cucina.
Deve venire un impasto abbastanza duro, vi consiglio di aggiungere le uova uno ad uno per regolarvi di conseguenza.
Il parmigiano è meglio aggiungerlo già grattugiato, così non rimarranno pezzetti troppo grandi.
A questo punto il ripieno dei TORTELLINI ALLA BOLOGNESE CON BRODO DI GALLINA è pronto, ma deve riposare una notte in frigo.
Lo so il procedimento è lungo, ma il sapore ci ripaga da tutto il lavoro.
Fotor0305143138
TORTELLINI ALLA BOLOGNESE CON BRODO DI GALLINA
Ingredienti per la pasta:
  • 1 kg di farina di semola rimacinata
  • 10 uova circa
  • un pz di sale
Mettere la farina sul tagliere, e versare al centro le uova e il sale, incominciare a impastare cercando di raccogliere la farina a poco a poco, se la pasta venisse troppo dura aggiungere un altro uovo.
Far riposare la pasta per almeno un’ora, poi stenderla con la sfogliatrice.
Lo spessore deve essere molto sottile.
A questo punto tagliate tanti quadratini e mettete al centro un pezzetto piccolissimo di ripieno, chiudere prima a triangolo e poi unire i due angoli facendo girare intorno al dito per creare la classica forma del tortellino.
I tortellini devo essere molto piccoli, ci vuole un pò di pazienza e manualità, ma poi niente è difficile o impossibile.
Ho fatto alcune foto per vedere come chiudere bene i tortellini.
(questi sono con farine integrali)
fotorcreated2
 A questo punto il lavoro pesante è stato fatto.
Ora tocca al brodo per i TORTELLINI ALLA BOLOGNESE CON BRODO DI GALLINA
La mia ricetta è molto semplice, dato che dovrò preparare i tortellini.
Si mette tutto a freddo in una pentola grande, quindi mettiamo la carne di gallina tagliata a pezzetti, aggiungere gli aromi: pomodori, carote, cipolle, sedano, aglio, alloro e sale. Portate ad ebollizione e far cuocere a fuoco bassissimo almeno 4-5 ore, nel caso fosse una gallina vecchia come la mia, perchè la carne è molto dura e dovrà cuocersi per bene.
  In questo caso la carne ha perso molte delle sue proprietà nel brodo ma può essere comunque servita  condita con un sughetto alla pizzaiola fatto con pomodorini ripassati in padella, aglio capperi e origano, oppure potete fare le polpette, come in questa ricetta
Quando il brodo sarà pronto, colare il tutto e cuocere i tortellini direttamente nel brodo, i tempi di cottura sono minimi, ma non avendo uno spessore sempre uguale della pasta io per essere sicura assaggio sempre.
 
Buon pranzo a tutti
La preparazione è un pò lunga, ma vi assicuro ne vale la pena.

 Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

Pubblicato da cucinareinsiemeate

Semplicemente ho dovuto imparare per spirito di sopravvivenza, e da cosa nasce cosa eccomi qui, speriamo bene!!!!!!

19 Risposte a “TORTELLINI ALLA BOLOGNESE CON BRODO DI GALLINA”

  1. Troppo forte questa storia Katia, un pò meno per te che il giorno di S.Valentino ti è toccato di cucinare la povera gallina. Ma comunque veniamo alla tua ricetta semplice e gustosa una ricetta tradizionale che sa di buono, genuina proprio come te. ciao cara alla prossima

  2. Povera te! ma anche povera gallina! Però in compenso che pranzo!!
    Io faccio i tortellini esattamente come te…ehm il ripieno, perché poi declino a ravioli (più facili)
    Mio figlio quelli che si comprano non li vuole manco vedere!!
    Bravissima Katia, un vero piatto italiano!

  3. Ma nooo, una gallina come regalo per San Valentino??? 🙂
    Mi sa che il regalo più sostanzioso sia stato il tuo, però…
    Hai messo su un pranzetto coi fiocchi!
    Brava, e complimenti per l’ingegno! 🙂

  4. Adoro i tortellini ma da me nel ferrarese si chiamano cappelletti .. Sono leggermente più grandi ma il concetto è lo stesso! Sei stata bravissima a proporli

  5. ahahhaha povera gallinella……forse era Rosita, la gallinella innamorata della pubblicità di Banderas 🙂
    beh…ci hai ricavato un bel pranzetto completo….se ne facessero ogni giorno di questi incontri

  6. Cara Katia davvero troppo simpatica la storia della gallina:) e tu sei stata bravissima a utilizzare in modo ottimale il dono realizzando degli ottimi tortellini (complimenti, ti sono venuti perfetti e la tua ricetta mi piace tantissimo) cucinati in un buonissimo brodo, io adoro questi piatti,preparati in casa sono il massimo della bontà, e mi sta venendo l’acquolina:)) bravissima!!!:)
    un bacione!!!:)
    Rosy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.