CUCINARE INSIEME A TE

SECONDI DI PESCE

TONNO PINNA GIALLA SOTT’OLIO

TONNO PINNA GIALLA SOTT’OLIO

TONNO PINNA GIALLA SOTT'OLIO

Adoro, cucinare, tutto, amo fare con le mie mani, mi butto in qualsiasi iniziativa, ci perdo tempo denaro, pazienza e a volte anche salute, ma quando poi arrivano le soddisfazioni, mi dimentico delle fatiche e sono pronta per un altro progetto.  (altro…)

TORTA SALATA DI SPINACI, COTTA IN PADELLA

186555

Quando non sappiamo cosa mangiare la sera? Amo la verdura ma mi piace cambiare aspetto alle classiche verdure lesse. Questa preparazione è molto carina, facile e come al solito abbastanza veloce, la puoi fare anche con gli spinaci surgelati, e farai felici i bimbi che non amano vedere le classiche foglie di verdura nei piatti.

(altro…)

CEFALO CON PATATE

0197

Se ogni tanto a cena vince la semplicità non è detto che debba mancare il gusto. In pescheria l’altro giorno ho trovato questo bellissimo Cefalo, e a me piace molto. Anche se cucinare il pesce per me è un grande problema, non so mai come prepararlo, e allora spesso lo faccio con le patate. Di sicuro lascio contenti tutti ahahah. (altro…)

PEPERONCINI PICCANTI RIPIENI DI TONNO

PEPERONCINI PICCANTI RIPIENI DI TONNO

PEPERONCINI PICCANTI RIPIENI DI TONNO

Solo qualche piccolo consiglio prima di presentare la semplice e buona ricetta, fatene pochi, non vi fidate del vostro istinto (tanto li consumerò durante l’inverno) (sono conserve, mica li mangeremo tutti in una volta!) (magari ne faccio di più e li regalo per natale) sono tutte chiacchiere, una volte assaggiati, li finirete immediatamente, sono talmente buoni che non riuscirai a lasciarli nei vasetti, lì ad aspettare che arrivi Natale.

Creano assoluta dipendenza.
(altro…)

BARDATURA DEI GAMBERONI CON PANCETTA

Generalmente i gamberoni li faccio arrostiti sulla brace, ma questa volta ho voluto provare la cottura sulla pietra refrattaria, bisogna riuscire a capire solo quando è abbastanza calda, ma poi la cottura è favolosa, viene croccante ma non bruciata, come nella normale piastra di ghisa.

2635

La ricetta è molto semplice, io non la definirei ricetta, ma bensì una tecnica di cottura, la si può usare su altri ingredienti, infatti tecnicamente si chiama bardatura, in genere si usa per i pezzi di carne privi di grasso, che in cottura rischierebbero di seccarsi o addirittura bruciare.

La bardatura dei gamberoni con pancetta è la stessa tecnica, bisognerà togliere il carapace e le zampe dal Gamberone e lasciare solo la testa, porterà sapore e farà anche da decorazione, pulire per bene il gamberone sotto l’acqua corrente e fredda, e infine con l’aiuto di un coltellino eliminate l’intestino (la riga nera che vedete sulla schiena). (altro…)

INSALATA CON FAGIOLI E TANTO ALTRO

Una delle ricette che in estate faccio spesso, e da quando uso le nuove pentole in terracotta la cottura dei legumi e degli stufati non ha più paragoni, non c’è pentola o padella che tenga, la terracotta per alcune cotture batte tutto.
Adoro i fagioli, specie questa qualità gigante, è una qualità delle mie Zone di Altamura e quest’anno le ho anche piantate, sperando in un raccolto abbondante, anche perchè il prezzo non è bassissimo, forse perchè è una qualità pregiata, ma non sono sicura.
Sono sicura che costano tanto perchè li pago profumatamente…..
Ma dalla prossima stagione li avrò a costo Quasi zero….
Per una cottura ideale da poter fare una buona insalata, io metto a bagno il giorno prima, anche 30 ore prima, i fagioli in acqua leggermente tiepida senza nient’altro.
La mattina presto, cambio l’acqua ai fagioli e metto fagioli e acqua pulita nella pentola in terracotta Fratelli Colì Alta (indicata per la cottura dei legumi).
021
INSALATA CON FAGIOLI
Cuocere i fagioli solo con acqua a fuoco medio con coperchio che sbuffa leggermente, io li faccio andare per almeno due ore, ma spesso possono volere anche di più.
Alla fine della cottura aggiungo il sale e spengo, togliendo i fagioli solo quando tutto si sarà raffreddato.
A questo punto ci possiamo divertire a comporre la nostra insalata.
Nel mio orto ho appena raccolto le cipolle rosse dolci, ma quando ho preparato questa insalata ancora non erano pronte, e ho usato il tonno con cipolle rosse in barattolo di vetro.
Un gusto leggero e per niente forzato, una cipolla gustosa, dolce e succosa, con un tonno altrettanto buono.
In pratica ho aggiunto ai fagioli, una confezione di Tonno, una scatoletta di mais e qualche oliva nostrana, un filo d’olio evo (di casa mia) sale qb e buona cena a tutti….
ah quasi dimenticavo una bella fetta di pane di Altamura….

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

SGOMBRO AL LIMONE E UN FRESCO DOPO CENA

Venerdì pesce…..
ahahahah
In estate (quale?) faccio spesso questo piatto, è molto semplice e sono quei piatti che puoi fare anche il giorno prima, proprio perchè deve essere freddo, anzi deve necessariamente riposare in frigo per poterlo assaporare bene (io lo preferisco così)
Per la ricetta base occorre semplicemente:
1 kg di sgombro fresco
2 limoni
2 foglie di alloro

Per condire il pesce:
olio evo di qualità 4 cucchiai abbondanti
il succo di un limone

1 spicchio di aglio tagliato molto sottile
un ciuffetto di prezzemolo tritato
sale e pepe qb

Come contorno delle carote saltate in padella, con aglio e salsa agrodolce.

Procedimento:
Pulire per bene il pesce.
Mettere sul fuoco una casseruola capiente con acqua, limone tagliato in due e l’alloro, nel mio caso uso pentole  in acciaio dal fondo spesso.
Quando l’acqua bolle, abbassare un pò il fuoco e mettere il pesce, far cuocere circa 1520 minuti, ma dipende dalla grandezza del pesce.
Scolare il pesce e aspettare che si freddi, nel frattempo ci si prepara il condimento.
Spremere i limoni e mescolare con l’olio, l’aglio, il prezzemolo, il sale e il pepe.
Mescolare al condimento il pesce che abbiamo pulito per bene, togliendo tutte le spine.
Io uso un contenitore in acciaio con coperchio, chiudo e metto in frigo, pronto per la sera.
Per il contorno, questa volta ho assaggiato delle carote saltate in padella.
Rosolate in padella uno spicchio di aglio con un filo di olio, versare le carote tagliate a rondelle e salate.
Non chiudere con coperchio altrimenti non resteranno croccanti.
Saltate ogni tanto le carote, in modo da rosolarle, e cuocerle leggermente, devono restare croccanti.
Dopo circa dieci minuti le carote sono pronte.
Servire con il pesce freddo e un filo di salsa agrodolce.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

FILETTO DI TONNO FRESCO IN PIASTRA

 Ogni tanto bisogna fare un piccolo sacrificio, (scherzo naturalmente).
Questa sera in cucina mi sono riposata, mio marito ha portato uno splendido filetto di tonno freschissimo.
In dieci minuti è finito….. messo in piastra e accompagnato con un’insalata di pomodori e cipolle rosse dolci (non lo dico che sono di Tropea, perchè sono del mio orto), e qualche foglia di basilico.
La cena è servita.
Ho semplicemente voluto condividere con voi questo golosissimo filetto di Tonno.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

PANE CUNZATO E LE RUSTICHE CALLIPO

PANE CUNZATO

un classico della rosticceria e tradizione Siciliana, ma rivisitata in versione personale.
Quindi niente dosi ma solo ingredienti buoni e di qualità.
Un barattolo di tonno Le rustiche
Pomodori da insalata di primissima qualità
Filetti di Alici
olio evo
sale e pepe
Naturalmente un filone di pane caldo caldo appena sfornato
e tantaaaaa fame

Aprire in due il pane, versare un filo d’olio su tutta la base, poi sistemare per bene il pomodoro, deve ricoprire tutto il pane, poi sale e pepe e alla fine aggiungere i pezzetti di alici e il tonno.
Chiudere, schiacciare bene con le mani, e gustare con una bella Birra Fresca.
Buona serata a tutti voi
Un pranzo veloce e gustoso per la nostra prossima estate

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

 

CALAMARI RIPIENI E CONTORNO GUSTOSO

Questa sera pesce…. è vero non lo cucino spesso ma mi piace tantissimo….
In tutta sincerità, lo mangio almeno un paio di volta a settimana, ma spesso lo faccio semplicemente lesso con olio e limone….
qualche volta però vi posto lo stesso qualche trucco per non rovinare il pesce in cottura…
In questo caso si tratta di una ricetta super golosa e quindi eccomi qui a condividerla con voi….

Ingredienti per 3 persone:
6 calamari medi
1 spicchio di aglio
un ciuffo di prezzemolo
2 cucchiai di pangrattato
2 cucchiai di formaggio
1 uovo
un pizzico di sale
olio Evo qb
Per il contorno:
patate circa 300 gr
carciofi 4

Preparazione:
Pulire bene i calamari, togliere i tentacoli, e preparare un trito di aglio e prezzemolo.
In una ciotola aggiungere il trito, e i tentacoli tagliati a coltello finemente, poi il formaggio e il pangrattato, l’uovo e un pizzico di sale.
Farcire con questo ripieno i calamari.
Pulire le patate e tagliatele a tocchetti, pulire i carciofi arrivando fino al cuore morbido e tagliateli a spicchi.
In una padella capiente, versare il fondo di olio extra vergine di oliva, aggiungere le patate e i carciofi, rosolare per bene e cuocere per 20 minuti circa, a metà cottura salare e aggiungere nella stessa padella i calamari.
Chiudere con coperchio e cuocere per 1015 minuti a piacere si può sfumare alla fine il tutto con mezzo bicchiere di vino bianco.
Vi assicuro che le patate prenderanno un sapore unico, misto tra i carciofi e il calamaro, l’unico consiglio è di sfumare solo alla fine perchè le patate rischierebbero di spappolarsi.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

COZZE PICCANTI

Erano almeno due anni che non mangiavo le cozze, prima per la gravidanza, poi per l’allattamento, poi perchè ormai mi ero talmente abituata a non comprarle che quasi mi ero dimenticata di poterlo fare da un pò di tempo.

Il mio pupo circa 2 mesi fa non ha più voluto il latte materno, ha fatto tutto da solo, in due settimane a poco a poco ha detto (meglio mi ha fatto capire) che non voleva più essere allattato al seno.
Immaginate la mia gioia, io già pensavo a quel fatidico giorno, cosa mi dovevo inventare per non attaccarlo più, invece ha fatto tutto da solo, un vero sollievo.
Speriamo farà lo stesso con il pannolino…..
quindi qualche settimana fa….. pazza gioia e scorpacciata di cozze…
Intanto una versione piccante delle classiche cozze gratinate.
Ingredienti:
Cozze pulite e aperte a metà
Vino bianco
Sale rosa iodato
Pan grattato
Peperoncino macinato
Formaggio grattugiato qualche cucchiaio
Olio extra vergine di oliva qb

La preparazione è molto semplice, mettere le cozze crude ben allineate su una teglia.
A parte preparare un mix con pan grattato, sale, peperoncino e poco formaggio, versare nel fondo della teglia mezzo bicchiere di vino, e spolverare le cozze con la gratinatura preparata in precedenza.
Un filo d’olio sopra e infornare a 180° per 10 minuti, giusto il tempo di dorare il pan grattato.
Buon appetito….
erano buonissime….. e stuzzicanti, ottima idea per un antipasto o aperitivo chic….

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso