CUCINARE INSIEME A TE

RISO

RISO AL CURRY CON POLLO E ANANAS CROCCANTE

23733333

Amo provare sempre nuovi sapori, questa volta ho pensato alla cucina straniera, con un piatto Thailandese, ma dai sapori molto semplici e facilmente replicabili anche in Italia.

Si Tratta di un riso al curry con pollo e ananas croccante, una golosa alternativa al classico risotto all’italiana, che altro dire, una ricetta tutta da scoprire e soprattutto assaggiare, provatela anche voi.

RISO AL CURRY CON POLLO E ANANAS CROCCANTE (altro…)

RISOTTO CON ZUCCHINE E CANNOLO AL PARMIGIANO CON FIORI AL NATURALE

147'Ormai l’estate ci sta quasi abbandonando, e con le ultime piante dell’orto sto cercando di creare quanti più piatti nuovi possibili, e questa volta un risotto semplicissimo, ma che vestito a festa fa la sua gran bella figura, a me è piaciuto tantissimo.

Difficilmente lo dico ma questa è una delle presentazioni più belle che abbia mai fatto.

1383

 
RISOTTO CON ZUCCHINE E CANNOLO AL PARMIGIANO CON FIORI AL NATURALE

(altro…)

RISOTTO ZUCCHINE E POMODORO

286

In estate l’orto è pieno di tante meraviglie, le mie preferite sono proprio zucchine e pomodoro.

Ne mangerei tutti i giorni, e spesso quando ho fretta mi preparo un veloce risotto zucchine e pomodoro, un piatto veloce e sempre apprezzato da tutti, accontenta grandi e piccoli, e soprattutto i miei amici vegetariani sono contenti.

RISOTTO CON ZUCCHINE E POMODORO

Ingredienti per 3 persone: 3 tazze da caffè di riso carnaroli
1\2 cipolla bianca
2 zucchine
1 pomodoro maturo
1 litro di brodo vegetale fatto in casa (qui trovi la ricetta)
un bicchiere di vino bianco
sale qb
per mantecare: una noce di burro e una spolverata di formaggio grattugiato
 

Fotor0813223645

Preparazione del Risotto zucchine e pomodoro

Tagliare a dadini tutte le verdure, rosolare la cipolla con un paio di cucchiai di olio evo, aggiungere le zucchine e il pomodoro. Per questa ricetta sto usando un coltello giapponese, acquistato presso il negozio on-line ASIA MARKET

Quando saranno abbastanza appassite tutte le verdure, aggiungete anche il riso e fatelo tostare 5 minuti. A questo punto sfumare con il vino. Quando sarà evaporato aggiungere un paio di mestoli di brodo.

Cuocere il risotto zucchine e pomodoro fino a cottura desiderata, spegnere il fuoco e mantecare con il burro e il formaggio.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

278

RISOTTO ZUCCA E TARTUFO

Un piatto semplice e di grande gusto
Ho ancora qualche zucca reduce della scorsa estate-autunno
e prima che arrivino le altre volevo sbarazzarmene, ah ah ah
e così fu…. prima un bel taglio un due…. CRACK e poi a fette ….. e poi a pezzetti medi e piccoli…
torniamo alla ricetta…
Ingredienti per 2 persone:

Un bel pezzo di zucca da circa 300 gr
12 cipolla
1 cucchiaio di burro al tartufo
1 cucchiaio di Carpaccio di tartufo
3 tazzine da caffè di riso
1 litro di brodo vegetale fatto in casa (la ricetta la trovi qui)

Pochissimi ingredienti ma un sapore sorprendente.
Tagliare la zucca, una parte la taglierete in pezzetti piccolissimi, e un’altra parte in pezzetti più grandi.
I pezzetti piccoli serviranno per rendere il risotto molto più cremoso, perchè a fine cottura questi si scioglieranno, mentre quelli più grandi rimarranno interi.
Rosolare i pezzetti di zucca piccoli con 12 cucchiaino di burro al tartufo, devono diventare marroncini, come vedete in foto.
 A questo punto aggiungere la cipolla e l’altra zucca.
Rosolare bene il tutto e mettere anche il riso a tostare un pò.
Continuare a cuocere il risotto aggiungendo, man mano il brodo.
Quando il riso sarà cotto, spegnere la fiamma, mantecare con il burro al tartufo e aggiungere il carpaccio di tartufo.
Buon appetito, a chi piace il sapore del tartufo questa ricetta è da leccarsi i baffi

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

RISO INTEGRALE CON SPECK E FUNGHI PORCINI

Spesso le cose semplici sono sempre le più buone.
Tempo fa ho ricevuto dall’azienda agricola Musso un pò di riso da provare nelle mie ricette, tra cui il riso integrale carnaroli.
Non ho mai nè assaggiato nè cucinato il riso integrale, e mi preoccupava un pò il tempo per la cottura, in quanto occorre un pò più di tempo del solito.
Ma a noi il risultato finale è piaciuto tantissimo.
Ho cucinato il riso come per un normale risotto ma naturalmente allungando semplicemente i tempi di cottura.
A voi la ricetta
Ingredienti per 2 persone:
3 tazzine di caffè di riso integrale
20 gr di funghi secchi (ammollati per un paio di ore e strizzati bene)
12 cipolla
qualche fetta di speck
un litro di brodo vegetale
un cucchiaio di olio extra vergine di oliva
Vino rosso un bicchiere
Preparazione:
Tritare finemente la cipolla, soffriggere insieme ai funghi, aggiungere e tostare il riso.
Sfumare il tutto con il vino rosso, e aggiungere mezzo litro di brodo.
Lasciar cuocere a fuoco medio e girando di tanto in tanto, aggiungere il brodo ogni volta che serve.
Il riso integrale impiegherà molto più tempo nella cottura quindi occorre preparare un pò di brodo in più.
Quando il riso è cotto, a fuoco spento aggiungere lo speck tagliato a pezzettini, e una manciata di formaggio grattugiato a piacere.
In questo caso non ho mantecato con burro il riso, e l’ho lasciato un pò meno cremoso, ma quasi come una minestra.
Ottimo e da rifare….
Buona serata a tutti

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

RISOTTO AI CARCIOFI SEMPLICE MA NON BANALE

A differenza di tanti, io quando ho poco tempo di preparare il pranzo faccio spesso il risotto…..
con che cosa?
con tutto quello che mi passa per la testa…. apro il frigo e prendo la prima cosa che mi piace, per me il risotto è sempre una scoperta, lo faccio spesso, sempre in maniera diversa, anche semplicemente con una spruzzata di limone….
questa volta è ancora più semplice, basta avere dei carciofi, una manciata di riso e un buon brodo vegetale….
Pronti…..

Ingredienti per 2 persone:

3 carciofi ben puliti, privati di foglie fino ad arrivare al cuore tenero
uno spicchio di aglio a piacere
3 tazzine da caffè di riso Arborio
un litro di brodo vegetale
un cucchiaio di olio extra vergine di oliva
Acqua calda qb
niente sale il brodo è molto gustoso

Tritare l’aglio e tagliare a fettine i carciofi.
Rosolare in padella entrambi con un pò d’olio, tostare il riso, aggiungere il brodo granulare e qualche mestolo di acqua calda.
Aggiungere acqua calda fino a cottura desiderata.
Non so che dire, più facile di così!!!!!!

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

RISO-PATATE-COZZE e niente da dire

014555
Ho assaggiato questo godurioso piatto, quando per la prima volta sono andata in Puglia.
Ero in vacanza e da poco fidanzata con il mio attuale marito, è stato amore a prima vista (con il piatto non con mio marito).
Penso che sia un dei migliori abbinamenti che ci possano essere, quando sentì dire le cozze e le patate, ero scettica, pensavo che non fossero per niente in sintonia, invece meno male che mi sbagliavo.
Che dire anche le siciliane sanno fare il riso con patate e cozze e ve lo dimostro….
 RISO-PATATE-COZZE e niente da dire
Le dosi sono indicative perchè si va molto ad occhi e in base a quante persone
Ingredienti per 4 persone:
1 kilo di cozze
6 tazzine da caffè di riso Qualità Sant’Andrea
3 patate medie
2 cipolle bianche
1 bicchiere di Vino bianco
Brodo vegetale quanto basta (io uso la mia base per soffritto fatta in casa)
Sale e olio extra vergine di oliva qb
 Preparazione:
Pulire per bene il guscio delle cozze, e aprirle a metà, il passo passo è ben visibile nelle foto a seguire.
FotorCreated
Distribuire sul fondo della teglia preferibilmente
tutte le cozze aperte, versare sopra il riso, poi le cipolle a fettine e infine le patate con un po’ d’olio. Se avanzano cozze apritele completamente e mettetele sparse sopra il riso.
Versare il vino e un paio di mestoli di brodo, (io uso la mia base per soffritto e acqua) il liquido deve coprire il riso mentre le cipolle e le patate devono stare fuori dal brodo,
Salare solo gli strati di cipolla e patate se si usa il brodo già salato.
Infornare a 170°-190° fino a cottura del riso, circa 20 minuti….
Buon appetito…. si consiglia di aspettare una decina di minuti prima di servire….

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

RISOTTO CON ASPARAGI SELVATICI E STRACCHINO DI BUFALA IN TAJINE

Ottimo primo piatto della cucina tradizionale
RISOTTO CON ASPARAGI SELVATICI E STRACCHINO DI BUFALA IN TAJINE
Da qualche tempo sto provando la classica tajine gentilmente omaggiata da SOCIETA’ ARTIGIANA VASAI una pentola della cultura Africana, e devo dire che mi sono trovata benissimo.
Questo è un ulteriore esperimento ben riuscito, soprattutto perchè metti tutto in pento e dopo mezz’ora è tutto pronto, senza bisogno di girare come per il classico risotto.
Ingredienti:
150 gr di Riso per risotti
1 litro di brodo vegetale già salato
1 mazzetto di asparagi selvatici (100 gr circa)
olio extra vergine di oliva
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di stracchino con latte di bufala
Preparazione:
Una cosa semplicissima, versare sul fondo della pentola l’olio e l’aglio, aggiungere il riso, gli asparagi, e il brodo, Chiudere con il coperchio, e mettere su fiamma bassa con spargifiamma.
cuocere per mezz’ora, a questo punto bisogna aprire, vedere se il riso è cotto, o se si deve finire di asciugare il brodo, io consiglio di continuare senza coperchio.
Quando tutto è pronto mantecare con lo stracchino di latte di bufala.
Gustare subito…. attenzione che brucia!!!!!

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

RISOTTO CON SALSICCIA E CAVOLO VERZA ALL’ACETO

Amo il risotto ma non mi va di farlo spesso, proprio perchè le cose più si desiderano e più buone ci sembrano, in verità non lo faccio spesso perchè in casa non è tanto amato e se poi devo fare due minestre un pò mi scoccia, allora mi sacrifico e lo cucino solo una volta a settimana, se mi ricordo…
Ultimamente troppe sono le cose da fare e poco il tempo a disposizione… ormai tengo il conto alla rovescia per poter mandare Andrea finalmente all’asilo ed avere un pò di tempo per me la mattina.
Magari per cucinare tante altre ricettine da presentarvi.
Stasera ho un pò di fretta perchè in casa è entrato il famigerato virus influenzale ed ha già fatto fuori mio marito…. aspetto solamente la mia ora….
Ora ci mettiamo ai fornelli, almeno se arriva il virus anche da me trova il pranzo pronto….
Ingredienti:
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di Olio extra vergine di oliva biologico dop 
3 foglie di cavolo verza di
100 gr di salsiccia sgranata (tolta dal budello)
sale no perchè se si usa il brodo già salato non serve altro sale
1 bicchiere di vino bianco
2 cucchiai do grana grattugiato
1 noce di burro
2 litri di brodo vegetale (io uso il mio fatto in casa tra qualche giorno posterò la ricetta)
2 cucchiai di aceto balsamico
Riso una tazzina da caffè per porzione

Preparazione:
Preparatevi per prima cosa il brodo vegetale, o per fare prima sciogliere un dado in un litro di acqua calda.
In una risottiera versare l’olio e l’aglio e farlo rosolare bene, aggiungere la salsiccia, rosolare anche questa, sfumare con il vino bianco e aggiungere la verza e farla appassire.
A questo punto dobbiamo versare il riso, farlo rosolare un pò e allungare con il brodo.
Cuocere il risotto a fuoco bassissimo, aggiungendo man mano altro brodo, quando il precedente sarà assorbito.
A cottura ultimata, a fuoco spento, aggiungere il burro e il grana per la mantecatura.
Girare bene fino a renderlo cremoso, e alla fine un bel giro di glassa di aceto
Buon pranzo a tutti

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

 

RISOTTO MARE E MONTI SWEET

 

Amo la cucina semplice, povera, ma con un’aggiunta di….
In questo caso, ho osato utilizzando cozze e funghi, non spesso si riesce ad unire mare e monti, ma il dolce del pesto di pistacchi ha reso tutto molto più delicato al palato.
Ingredienti per 2 persone:
Funghi porcini secchi 30 gr
pesto di pistacchi 2 cucchiai
cozze crude 50 gr
aglio 2 spicchi
olio extra vergini di oliva
Vino bianco
Brodo vegetale circa 1 lt
riso 140 gr
Sale (se si usa il brodo già salate non occorre sale in aggiunta)
Preparazione:
Mettere a bagno due ore prima i funghi secchi, per farli reidratare.
In una risottiera versare l’aglio tritato e l’olio, rosolare bene e aggiungere i funghi e le cozze.
Cuocere per circa 2 minuti, sfumare con il vino, e farlo evaporare per bene.
A questo punto aggiungere il riso, farlo tostare e iniziare ad aggiungere circa 2 tazze di brodo.
Cuocere il riso per circa 20 minuti o fino a cottura desiderata, aggiungendo quando occorre altro brodo.
A fine cottura spegnere il risotto e mantecate con due cucchiai di pesto di pistacchi.
Buon pranzo

Per questo risotto ho abbinato lo stesso vino usato nella preparazione, spero sia di vostro gradimento, non sono una grande intenditrice, ma mi fido dei produttori che con attenzione specificano nelle etichette gli abbinamenti da usare.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

LE ARANCINE

0927777Da tanto che non preparavo le arancine, e adesso capisco il perchè….
troppo tempo, ma anche troppo buone….
Dalle nostre parti le trovi in tutti i locali, paninerie, bar e fast food, li mangiamo come merenda, a colazione, come antipasto…. insomma non c’è siciliano che non mangia un’arancina durante la settimana.
Non è il mio caso però, dato che me le preparo da sola, evito di farle spesso….
primo perchè sono fritte e poi perchè sono tanto buone quanto caloriche….
Ma ogni tanto…. dai si può fare….
Preparatevi un bel pomeriggio libero se avete voglia di farle.

INGREDIENTI PER IL RISO:
500 gr di riso biologico 
1,5 lt di acqua
2 bustine di zafferano
2 dadi per brodo vegetale
2 noci di burro
2 manciate di formaggio grattugiato (tipo grana)
sale qb (fare attenzione perchè già c’è il dado)

COTTURA RISO:

Mettere a bollire l’acqua con il dado e lo zafferano, quando il brodo bolle buttare il riso e far cuocere fino al completo assorbimento dell’acqua girandolo bene altrimenti si attacca alla pentola ( il riso deve essere al dente se occorre si può aggiungere altra acqua fino a cottura ideale)
Alla fine regolare di sale e mantecare con il burro e il formaggio.
Lasciare raffreddare.
 
INGREDIENTI PER IL RIPIENO AL RAGU’:

Premetto che volendo si può accelerare la ricetta preparandole ripiene di semplice prosciutto cotto e mozzarella.
ma per me il must sono le arancine al ragu’

300 gr di macinato misto (maiale e vitello)

1 carota
1 costa di sedano
12 cipolla
12 bicchiere di vino bianco
sale qb
500 ml di passata di pomodoro
olio di oliva
1 foglia di alloro

PREPARAZIONE RAGU’:
Preparare il soffritto con la cipolla, la carota e il sedano tagliati a pezzettini (il più piccolo possibile) , quando la verdura è appassita, aggiungere la carne tritata, soffriggere un pò, salare e sfumare con il vino.
Appena il vino sarà stato assorbito dalla carne aggiungere la passata e continuare cucinare il ragu’.
Quando il ragù sarà cotto colarlo per bene, deve essere molto asciutto.
A parte ci occorrono anche:

Piselli bolliti
Besciamella.
mozzarella a cubetti 
 
Per preparare il ripieno da inserire all’intero delle arancine, aggiungere al ragù ben colato qualche cucchiaio di besciamella.

PREPARAZIONE E IMPANATURA ARANCINI:

Quando tutto è freddo fare delle palline di riso e mettere dentro un po’ di ragù, di piselli e un cubetto di mozzarella, chiudere bene stringendo bene la palla di riso nelle mani.

Quando tutti gli arancini sono pronti, preparare l’impanatura.
Passare prima gli arancini in una pastella fatta di sola acqua e farina e un pz di sale (la pastella non deve essere troppo liquida ma nemmeno troppo densa) e poi nel pan grattato.
(consiglio però di prepararli il giorno prima e farli riposare in frigo per rassodare meglio)
Gli arancini al ragù sono pronti per essere fritti in olio non troppo caldo altrimenti si scuriscono troppo e dentro rimangono freddi.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

RISOTTO CON ZUCCA E SALSICCIA PROFUMATO AL BALSAMICO

Adoro il risotto in tutte le salse, ma non ricordo mai di prepararlo.
Questa volta mi sono ricordata, e avendo un bel pezzo di zucca e la salsiccia appena fatta….
Risotto con zucca e salsiccia…. non ci vuole poi molta fantasia!
 
 
 
Ingredienti:
2 litri di brodo vegetale (io uso il mio dado vegetale fatto in casa che posterò la ricetta a breve)
2 tazzine da caffè di riso
un pezzetto di zucca (circa 100 gr io di solito faccio sempre a occhio)
un pezzetto di salsiccia (circa 80 gr)
olio
vino bianco
aceto balsamico
burro e formaggio per mantecare alla fine
 
Preparazione:
 
Versare un po’ d’olio nella padella per risotti e far rosolare la zucca tagliata a cubetti di circa 2 cm per 2.
Farla rosolare bene, come quasi ad abbrostolirla, deve fare la crosticina scura in tutti i lati, questo serve per non farla lessare dopo, aggiungendo il brodo e poi farà una cremina saporita.
Quando la zucca è pronta, aggiungere la salsiccia, che sarà stato tolto il budello, e far rosolare anche la salsiccia.
Aggiungere il riso e tostarlo bene, quindi sfumare il tutto con il vino bianco.
Cuocere il risotto aggiungendo a mano a mano il brodo.
A fine cottura spegnere e versare un filo di aceto balsamico.
Mantecare con una noce piccolissima di burro e una manciata di formaggio grattugiato.
Il pranzo è servito…..
Questo risotto è veramente buonissimo… un po’ lunga la preparazione, ma ne vale la pena…

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

RISOTTO AL LIMONE

Questa ricetta ormai è uno dei piatti che faccio spesso.
Lo preparo sia per le occasioni speciali (proponendo un secondo primo piatto), sia quando ho fretta e non ho voglia di stare troppo dietro ai fornelli (specie in questo periodo che tra biscotti e panettoni….. la cucina è vissuta parecchio)
Ingredienti:
2 lt di brodo vegetale
3 tazzine di riso per risotto
 un limone utilizzando sia la sorza grattugiata che il suo succo
Mezza di cipolla
60 gr di prosciutto crudo a fette sottili
1 bicchiere di vino bianco
olio
burro e grana per la mantecatura (a nostro piacimento)
Preparazione:
Io personalmente ho il dado vegetale fatto in casa, e il brodo lo faccio in 5 minuti….
basta aggiungere 3 cucchiai di dado vegetale in 2 litri di acqua.
Ma per fare il brodo vegetale non occorre altro che mettere nella pentola con l’acqua 1 carota, 1 costa di sedano, 1 cipolla e se vi piace anche un pomodoro a pezzetti, salare e portare ad ebollizione.
Quando l’acqua bolle si può colare il brodo oppure dare una frullata…. si così….
io prima facevo così per risparmiare tempo, frullo e poi colo, così l’acqua si insaporisce di più.
Preparato il brodo…..
Mettere in una padella la cipolla tritata e un filo d’olio, far soffriggere leggermente e aggiungere il riso, facendolo tostare un po’.
Appena il chicco diventa trasparente sfumare con il vino, far evaporare e continuare a cuocere aggiungendo un po’ di brodo.
Continuare ad aggiungere il brodo, e girare ogni tanto, a metà cottura aggiungere il succo di limone, continuando poi la cottura con il brodo.
Quando siamo quasi alla fine assaggiare il riso per vedere se bisogna aggiustare di sale e per sentire se l’aroma di limone è a nostro piacimento.
Regolare e finire la cottura.
A fuoco spento aggiungere prima il prosciutto crudo tagliato a striscioline, poi mantecare a nostro piacimento.
Solitamente con queste dosi metto una noce di burro e due cucchiai di grana.
La ricetta è molto semplice, soprattutto se usiamo un brodo già pronto, e il piatto fa la sua bella figura…..
Anche in occasioni speciali….
Buon Pranzo

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

RISO CON TENERUME E FIORI FRITTI

Sicuramente la maggior parte non lo sa cos’è…
La Tenerume… non so bene come si dice in italiano vero (questo è il mio siculo-italiano) è la foglia della zucca siciliana, quella lunga e verde chiaro….
Qui in Puglia non si usa, e dato che a mio marito non piace, ho preferito piantare le zucche classiche (così mi diverto per halloween).
Ma siccome le piante sono le stesse, ho raccolto le foglie e le cime più tenere (tenerume) e i fiori da fare fritti.
La ricetta antica e originale è un po’ diversa dalla mia, ma a me piace così.
Ricetta:
Tenerume pulite e lavate, tagliate a pezzetti (almeno ½ kilo abbondante per due persone)
Riso 80 gr
olio evo, sale
In una pentola metto l’acqua e la verdura e faccio cuocere bene, quando la verdura mi sembra abbastanza cotta, la scolo ma senza buttare l’acqua.
Prendo una padella e faccio tostare il riso con un po’ d’olio e comincio a farlo cuocere con l’acqua di cottura della verdura, come per un normale risotto, a metà cottura del riso aggiungo la verdura che è già cotta e regolo di sale.
Aggiungo altra acqua fino a fine cottura.
Un po’ d’olio crudo e i fiori fritti………
E il piatto è pronto
Per i fiori fritti invece io faccio la pastella a modo mio:
Farina di semola rimacinata (evitare il più possibile quella 00 perchè fa male, io la uso solo ed esclusivamente per i dolci)
un uovo
grana grattugiato
sale
acqua frizzante fredda (o meglio ancora birra)
fiori di zucca ben puliti eliminando il pistillo
olio per frittura
Sbattere bene tutto, la pastella deve essere densa e non troppo liquida.
Passare il fiore nella pastella e friggerlo in olio abbondante e caldo dopo salare in superficie.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

RISOTTO CON ASPARAGI SELVATICI

Nella primavera dell’anno scorso quando ero ancora incinta di Andrea, il pomeriggio per camminare andavo in giro per le campagne e gira e passeggia portavo sempre in casa mazzolini di asparagi.
Quest’anno invece, che Andrea era già cresciutello lo mettevo nel passeggino e andavamo a raccogliere gli asparagi selvatici, ma anche la cicoria che qui usano fare con le fave secche.
Quando poi tornavo a casa pulivo gli asparagi, davo una sbollentata e li congelavo a porzioni, per poter fare questo buonissimo piatto.
Ingredienti:
Asparagi selvatici, riso (io uso l’originario), aglio, olio, sale, vino bianco (produzione casalinga) e brodo vegetale (il mio che faccio per tutto l’anno ), burro e grana per mantecare.
Il piatto è molto semplice, soffriggere un po’ l’aglio con l’olio, versare gli asparagi e farli rosolare, aggiungere il riso
 e farlo tostare, sfumare con il vino e poi come per tutti i risotti aggiungere a poco a poco il brodo finchè il riso è cotto.
Spegnere la fiamma e mantecare con burro e formaggio (non esagerare perchè altrimenti non si sente il sapore degli asparagi).
Piatto a costo quasi 0 a parte le lunghe passeggiate……

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

1 2