CUCINARE INSIEME A TE

ANTIPASTI CALDI

Friggitelli ripieni di salsiccia

099 Un abbinamento sicuro e sempre garantito, il sapore del peperone, accompagnato al gusto e profumo della salsiccia. I friggitelli ripieni di salsiccia sono da provare, un secondo facile, e che si può anche preparare prima. Pochi sono gli ingredienti e quindi devono essere buoni e di qualità. Nel mio caso ho usato dei friggitelli ormai maturi e quindi rossi, dato che in questo periodo il mio orto è pieno di roba e non riesco a consumare tutto e subito.

(altro…)

BARDATURA DEI GAMBERONI CON PANCETTA

Generalmente i gamberoni li faccio arrostiti sulla brace, ma questa volta ho voluto provare la cottura sulla pietra refrattaria, bisogna riuscire a capire solo quando è abbastanza calda, ma poi la cottura è favolosa, viene croccante ma non bruciata, come nella normale piastra di ghisa.

2635

La ricetta è molto semplice, io non la definirei ricetta, ma bensì una tecnica di cottura, la si può usare su altri ingredienti, infatti tecnicamente si chiama bardatura, in genere si usa per i pezzi di carne privi di grasso, che in cottura rischierebbero di seccarsi o addirittura bruciare.

La bardatura dei gamberoni con pancetta è la stessa tecnica, bisognerà togliere il carapace e le zampe dal Gamberone e lasciare solo la testa, porterà sapore e farà anche da decorazione, pulire per bene il gamberone sotto l’acqua corrente e fredda, e infine con l’aiuto di un coltellino eliminate l’intestino (la riga nera che vedete sulla schiena). (altro…)

FRIGITELLI GRATINATI

245lUna delle mie cene preferite, e in questo periodo la faccio spesso, dato che il mio orto è pieno di Friggitelli, e per evitare di friggerli ho pensato di farli al forno.

Una ricetta dal successo garantito, pratica e comoda, la puoi preparare in anticipo, perchè è buonissima anche fredda.

Ti invito a provare i Frigitelli gratinati e vedrai che la rifarai al più presto, e poi è della serie “ricette svuotafrigo) 

 
INGREDIENTI PER FARE I FRIGITELLI GRATINATI

(altro…)

FIORI DI ZUCCA FRITTI IN PASTELLA ALLO ZAFFERANO

FIORI DI ZUCCA FRITTI IN PASTELLA ALLO ZAFFERANO

FIORI DI ZUCCA FRITTI IN PASTELLA ALLO ZAFFERANO

Di una semplicità estrema, ma di una bontà che non ha limiti.

I Fiori di Zucca Fritti in pastella allo zafferano, sono molto semplici da preparare, io non li faccio spesso, ma solo perchè purtroppo sono fritti, ma durante le cene con gli amici non possono mancare in questo periodo.

La pastella è molto corposa e saporita e vi farà innamorare.

E poi ho provato una nuova salsa agrodolce, come quella che mangiamo nei ristoranti cinesi…..

Deliziosa e leggermente piccantina che a me piace molto. (altro…)

PANE FRITTO……. ALTRO CHE CENA DEI POVERI!!!!!!

Quando ti avanza del pane che fai????
pan grattato?? NO
lo butti??? NO
lo dai ai cani???? A VOLTE SI
ma in genere lo mangio io
Ecco una soluzione per poter usare il pane raffermo, questa ricetta è indicata per il pane che non si usa già da un paio di giorni, deve essere abbastanza croccante per evitare che assorba tanto olio.
questa ricetta mi ricorda l’infanzia, e quelle cene in casa con pochissime cose e taaaaanta fame.
Ingredienti:
fette di pane raffermo alte almeno un cm
Mortadella Bologna IGP
sottilette
due uova e un cucchiaio di latte
olio per frittura
Zucchero e cannella a parte
Passare le fette di pane nell’uovo sbattuto con il latte, non devono assorbire tanto liquido, basta giusto passarle e tuffarle nell’olio bollente, friggere le fette di pane fino a doratura ideale, non devono diventare troppo scure.
Appena tolte dall’olio, asciugare le fette di pane su carta assorbente, e mettere le sottilette subito, così scioglieranno un pò con il calore del pane.
Dopo qualche minutino, aggiungere anche la mortadella e un’altra fetta di pane sopra.
Per la versione golosa invece……
passare il pane subito dopo averlo asciugato nello zucchero mischiato con qualche cucchiaino di cannella.
e se sei ancora più golosa, puoi accompagnare il tutto da un topping al cacao.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

PIZZA FATTA IN CASA E PIETRA REFRATTARIA

Da quando uso la pietra refrattaria le pizze sono una cosa meravigliosa.

Manca solo un buon fuoco e la pizzeria non mi vedrà più.
Certamente il forno a legna è indiscutibile, ma ormai molte pizzerie non lo usano più,
e devo dire che trovando l’impasto giusto per il nostro forno e la nostra manualità, le pizze in casa sono divine.
Clicca in basso e trovi la mia ricetta con tutti i trucchi e il passo passo per prepara la pizza come in pizzeria
PIZZA FATTA IN CASA E PIETRA REFRATTARIA
Uno degli strumenti necessari però è anche la pala in legno
che puoi acquistare qui, perchè ti aiuterà a posizionare la pizza direttamente sulla pietra, solo così avremo una signora pizza.
dopo aver letto il procedimento, che ormai è sempre lo stesso, oggi però ti propongo alcuni gusti, versioni, o come vogliamo chiamarle.
Una vegetariana, e una no.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

Dopo aver steso la pizza sulla pala infarinata con farina di semola, Versare qualche cucchiaio di passata di pomodoro ben scolata, (nella pizza meno acqua c’è e più croccante verrà) delle zucchine fritte, funghi trifolati con menta tritati molto piccoli, mozzarella e tanto grana padano grattugiato.
E la seconda versione è molto più golosa
Stufare una cipolla, tagliata a pezzettini piccoli, basta passarla con un filo di olio in padella, e quando inizierà a scurirsi aggiungere un bicchiere di acqua e il coperchio, lasciate cuocere fino ad assorbire l’acqua a fuoco lento, e comunque fino a quando diventerà molto tenera, a chi piace alla fine può farla in agrodolce, con un cucchiaino di aceto e 12 di zucchero (dosi per una cipolla)
Fatta la cipolla, procedere con la preparazione della pizza, stendere l’impasto e versare come al solito la passata di pomodoro.
Grigliare anche una melanzana su piastra di ghisa.
Aggiungere alla passata un pò di tonno ben sgocciolato, la cipolla stufata e la melanzana, e poi ancora la mozzarella e il grana grattugiato.
In forno fino a cottura voluta, alla massima temperatura consentita del vostro forno.
Buon appetito

MUFFIN-PIZZA

Io sinceramente avevo in mente da fare altro, ma l’altra sera mi è avanzato un pò di impasto per le pizze (presto metterò le varie foto delle ultime sfornate cotte su pietra refrattaria), e quindi…….
ecco a voi la preparazione.

Preparazione:
200 gr di pasta per pizza (dato che la quantità è limitata potete usare quella già pronta oppure se vi serve la ricetta la trovate qui)
mozzarella
passata di pomodoro
qualche acciuga
olio evo

ritagliare dalla pasta della pizza già stesa dei dischetti delle dimensioni idonee da riempire per metà i pirottini a disposizione.
Condire con passata di pomodoro, mozzarella e qualche pezzetto di acciuga, un filo d’olio e infornare a 220° per 1015 minuti.
E le nostre muffin-pizza sono pronte.

Idea veloce e carina per i vostri buffet di finger-food
Naturalmente le pizze le potete condire a vostro piacimento, ma per me la margherita è la morte sua…

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

PANE AL NERO DI SEPPIA CON TONNO IN AGRODOLCE

Questa volta dovevo usare lo stampo da plumcake, ma non avevo voglia di fare il classico dolce, allora pensa e pensa e pensa…. mi trovavo per le mani l’impasto della focaccia che dovevo preparare per la sera, e così fu….
Cosa posso metterci dentro????
mio marito mi suggerisce del tonno, un classico in casa nostra perchè ci piace tanto, ma era troppo semplice, ma l’impasto????
tra un consiglio e uno sguardo nella dispensa esce fuori….

PANE AL NERO DI SEPPIA CON TONNO IN AGRODOLCE

Ingredienti per l’impasto:
300 gr di semola rimacinata
150-200 gr di acqua tiepida
sale-olio qb
lievito di birra secco circa mezza bustina (anche meno) se usate quello fresco bastano 10 gr.
1 cucchiaino di nero di seppia

Ingredienti per il ripieno:
una scatoletta di tonno
1 cipolla rossa stufata leggermente e sfumata con un cucchiaio di aceto e 12 cucchiaino di zucchero
paprika piccante
Mescolare tutti gli ingredienti e il ripieno è pronto.

Impastare tutti gli ingredienti mettendo tutto nella planetaria.
Tirare fuori e stendere l’impasto e dargli qualche piega, come per la pasta sfoglia (questo passaggio non è indispensabile ma ci aiuterà nella lievitazione e morbidezza finale)
Fate come si vede in foto, basta stendere l’impasto e portare al centro un terzo della sfoglia, poi sovrapporre l’altro, e rifare per un paio di volte.

Lasciare riposare per 1 ora circa, fino al raddoppio del volume.
Stendere leggermente e versare al centro il ripieno.

Chiudere e mettere nuovamente a lievitare fino al raddoppio, circa 2 ore.
Infornare a 200° forno ventilato per 2025 minuti, regolatevi in base al vostro forno.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

PIADINE CROCCANTI CON SORPRESA

Tempo fa per la prima volta ho provato le piadine
Poi continuando a leggere le mie amiche blogger molto più brave e informate di me, ho scoperto che per rendere più croccanti e golose le piadine basta usare un pò di farina di mais o un pò di semola rimacinata.
Detto…. fatto…..
Amo le piadine e da quando ho scoperto che farle è facilissimo, spesso li preparo quando non ho troppa voglia di stare dietro ai fornelli.
Vi riporto la nuova ricetta:
 
400 gr di farina per pizza 
100 gr di farina di semola
100 gr di Strutto
6 gr di sale
250 gr di latte
Con queste dosi si riescono a fare circa 8 piadine.
 


Impastare il tutto e far riposare un’ora.

Tagliare la pasta e formare le pagnotte, far riposare un’altra mezz’ora.
Stendere le piadine della dimensione della propria piastra e cucinare su piastra (io di ghisa, ma ho letto che si possono fare anche su padella antiaderente) molto calda 1 o 2 minuti per lato.
Fate attenzione che si bruciano in un niente….
Un piatto semplice e veloce.

E qui la sorpresa…..
le piadine…. in versione dolce, spalmate con una abbondate dose di Crema alle nocciole e cioccolato

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

SPINCE

Nel periodo natalizio in casa mia si fanno le spince, anche se non so il vero nome in italiano.
In Puglia si fanno le pettole, che alla fine è la stessa cosa.
Si possono fare in versione salata o dolce come nel mio caso.
Erano anni che non li mangiavo, anzi che non sentivo il sapore delle spince che faceva sempre mio nonno.
Da quando ho iniziato a cucinare ho sempre letto sul web varie ricette e non erano mai come quelle che mi preparava il mio nonnino quando ero ragazzina.
Purtroppo non feci in tempo a chiedergli la ricetta, io ero ancora una bambina quando ci ha lasciati.
Ma nel mio ricordo c’erano sempre quei sapori e quegli odori che finalmente con questa ricetta sono riuscita a trovare.
La differenza è che nelle altre ricette solitamente mettono la patata o le uova o il lievito per dolci, io no e nemmeno mio nonno….
Ogni tanto chiedevo a mia madre, ma non si ricordava, le dicevo sempre ” ma io non ricordo le patate e nemmeno le uova” e la risposta era sempre
Boh, e chi se le ricorda
“io, io e sempre io”
Per questa ricetta gli ingredienti sono semplicissimi, infatti altro non è che l’impasto del pane, lasciato morbido e fritto.
Ingredienti:
  • 500 gr di Farina di semola rimacinata
  • 400 ml di acqua tiepida (anche 450 gr se si è pratici con questi impasti)
  • 5 gr di lievito di birra
  • 4 cucchiai di olio
  • sale qb
La sera prima impastare il tutto fino a fare un impasto molto morbido.
Coprire con pellicola e mettere in frigo.
Il giorno dopo uscire l’impasto dal frigo e sgonfiarlo, impastarlo di nuovo e metterlo ancora a lievitare.
Io lo metto nel forno tiepido e spento con la luce accesa.
Quando l’impasto è pronto (ci vorranno circa 4 ore) preparare una pentola con l’olio di semi per frittura, quando l’olio è caldo cercate di prendere una pallina (usando le mani umide così non si attacca l’impasto) e versarla nell’olio bollente.
Quando sono cotte passarle subito nello zucchero mischiato con un pò di cannella e buone feste a tutti.
Per una versione più digeribile seguite i consigli su questo nuovo post (LEGGI QUI)

E questa è la versione salata, basta mettere all’impasto dei pezzetti di olive nere, o salame, o anche acciuga e pomodoro secco, insomma potrete dare sfogo alla vostra fantasia.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

SALSA BARBECUE HOME-MADE

342555
Adoro il barbecue e vivendo in campagna non ci è difficile farlo, in ogni occasione.
Questo piatto risale ad un po’ di mesi fa, quando stare fuori era ancora piacevole, a differenza degli ultimi giorni…. brrrrrr che freddo.
 
Dato che ci piace anche il cibo piccante in questa ricetta abbiamo sfidato noi stessi utilizzando come ingrediente piccante il Chili Habanero
Ragazzi questo è solo per i veri amanti del piccante…… perchè è PICCANTE……… azzzzz se è piccante….
 
Ingredienti per la SALSA BARBECUE HOME MADE:
 
200 gr di salsa di pomodoro
un cucchiaio di concentrato di pomodoro
una cipolla gialla
uno spicchio di aglio
3 cucchiai di aceto di vino bianco
2 cucchiai di senape
2 cucchiai di zucchero
mezzo cucchiaino di CHILI HABANERO ( oppure un peperoncino comune)
20 gr burro
Tabasco
Salsa Worchester
sale e pepe.
 
Preparazione:

Tagliate finemente la cipolla e l’aglio e fateli rosolare a fiamma vivace nel burro: versate anche l’aceto e fatelo sfumare. Versate quindi nella pentola la passata di pomodoro e il concentrato e, mescolando, unite alla salsa anche la senape, il peperoncino e lo zucchero.
Fate cuocere per una ventina di minuti e alla fine regolare di sale. A fuoco spento aggiungere il pepe, il tabasco e la salsa Worchester a nostro piacimento. Frullare tutto con il frullatore ad immersione e la salsa è pronta. A questo punto per avere delle alette più saporite, spennello le alette crude con la salsa barbecue fredda e le lascio macerare per almeno un paio d’ore.
 Quando il fornello per il barbecue è pronto metto le alette e le cucino fino ad cottura voluta…. 
accompagnando le alette con altra salsa piccante. 
Buon pranzo e mi raccomando chiamate i pompieri prima… perchè il Chili Habanero bruciaaaaaaa 

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

PANINI FRITTI

PANINI FRITTI
PANINI FRITTI
PANINI FRITTI

 Ingredienti per i PANINI FRITTI

 

  • olio per fritture (io uso l’ilio di semi di arachide)
  • 1 kilo di farina per pizza
  • 600 gr di acqua a temperatura ambiente
  • 5 gr di lievito di birra fresco
  • 15 gr di sale (io faccio ad occhio e poi assaggio la pasta)

Per la farcitura dei PANINI FRITTI
Formaggi svizzeri   SBRINZ E GRUYERE Mortadella, salame piccante e prosciutto cotto

Questa ricetta di base si presta anche alla cucina vegana e vegetariana, le farciture sono a libero piacimento

Preparazione:

Sciogliere il lievito nell’acqua.
Mettere la farina nella planetaria e aggiungere il liquido, solo alla fine salare.
Impastare a velocità minima per 15 minuti.
Deve venire un impasto morbido e asciutto.
Mettere a lievitare coperto con pellicola per 3 o 4 ore fino a raddoppiare il volume.
Tagliare dei pezzi di pasta di circa 80 gr, e formare delle palline.

Lasciar riposare ancora 1 ora e poi schiacciare un pò le palline e friggerle in olio caldo ma non bollente, in modo da far cuocere bene anche dentro.

Tagliare a metà il panino ancora caldo e mettere subito le fette di formaggio che con il calore si scioglieranno formando una cremina golosa, e poi aggiungere il salume che preferiamo….

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

CAPONATA SICILIANA IN CONSERVA

CAPONATA SICILIANA IN CONSERVACAPONATA SICILIANA IN CONSERVAOgni tanto mi piace rivivere i sapori della mia terra…..
Devo essere sincera, non amo tanto la CAPONATA SICILIANA , ma ogni tanto mi piace assaggiarla.
Ne faccio sempre un pochino anche in conserva, così quando i miei amici arrivano all’improvviso, mi ritrovo già un gustoso antipasto pronto in un minuto, due bruschette o un bel pezzo di pane casereccio, e il gioco è fatto.

(altro…)

FRITTELLE DI ZUCCHINE

FRITTELLE DI ZUCCHINE
 
Questa ricetta è sempre per smaltire queste benedette zucchine…
Non ne posso più sono piena di zucchine……… aiuto chi ne vuole un pò,
spedisco in tutta italia e anche fuori basta che me ne libero ….

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

(altro…)

LE PANELLE SICILIANE O FRITTELLE DI CECI

le panelle siciliane

LE PANELLE SICILIANE O FRITTELLE DI CECI

Qualche sabato scorso ho fatto le panelle siciliane
Che sono?????
Sono delle “frittelle di ceci”
Sono semplici da fare la cosa più importante e capire bene la cottura, perchè se cuoci poco in frittura si sfaldano, quindi meglio aspettare qualche minuti in più e acquistare un paio di mariti per farsi aiutare a girare e girare e girare e gir ……….
finchè morte non vi separi.
Sì, può anche capitare che qualche marito non riesca a superare la notte, per questo consiglio di prenderne almeno un paio…..

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

(altro…)

1 2 3