LATTE CONDENSATO FATTO IN CASA SENZA GLUTINE

Spesso, nelle ricette dolci estive, si richiede l’uso del latte condensato, e visto che ne serve sempre tanto, ho pensato di produrlo in casa.

Nei periodi freddi mi metto all’opera e lo conservo in dispensa per i mesi estivi. Lo porto con me anche in vacanza, lo tengo in frigo ed è un’ottima merenda fresca e genuina, spalmato su una fetta di pancarrè e un frutto di stagione è l’ideale per i bimbi e per noi grandi.

LATTE CONDENSATO FATTO IN CASA SENZA GLUTINE

LATTE CONDENSATO FATTO IN CASA SENZA GLUTINE

Il latte condensato è naturalmente senza glutine, e se si usa il latte senza lattosio, è anche ottimo per chi non tollera questi alimenti. Insomma il fatto in casa, spesso esaudisce i nostri bisogni più di qualsiasi grandi industria. E poi vuoi mettere la soddisfazione? 😛

LATTE CONDENSATO FATTO IN CASA SENZA GLUTINE

Ingredienti per circa 200-250 gr di prodotto finito

  • 500 gr di latte intero fresco
  • 300 gr di zucchero semolato (potete usare anche lo zucchero di canna o lo zucchero grezzo, l’unica differenza sarà un pò nel colore, naturalmente verrà un pò più scuro)
  • 10 gr di amido di mais (non aggiungete altro amido, la densità dovrà essere principalmente dovuta dal restringimento del liquido e dalla presenza degli zuccheri, l’amido, è giusto quel tocco in più)
  • mezzo cucchiaino di estratto di vaniglia (ecco la mia ricetta)

A parte sciogliere l’amido in pochissimo latte freddo, versate tutti gli ingredienti in una pentola capiente, e ponete a fiamma molto bassa.
Girate spesso, e sempre di più man mano il liquido si restringe. Cuocere per almeno 20 minuti, vedrete cambiare la consistenza, e solo quando sembrerà denso da velare il cucchiaio, allora il LATTE CONDENSATO FATTO IN CASA SENZA GLUTINE è pronto.
Potete quindi scegliere due tipi di conservazione, o usarlo entro qualche giorno, ma anche un paio di settimane, in frigo mantiene benissimo, oppure come faccio io.
Invasare, il LATTE CONDENSATO FATTO IN CASA SENZA GLUTINE in barattoli puliti e sterilizzati, quando il latte condensato è ancora bollente. Tappare immediatamente e tenere sotto un paio di coperte al caldo. Bisognerà farli raffreddare lentamente, come si fa per le marmellate.
Ponete i vasetti ormai freddi, in dispensa, possibilmente in un luogo fresco, asciutto e al buio.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra emailVi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*