PANE FATTO IN CASA CON FARINA SENATORE CAPPELLI

PANE FATTO IN CASA CON FARINA SENATORE CAPPELLI

Un pane dal sapore antico, infatti il grano duro Senatore Cappelli è una qualità molto antica che si usava coltivare nel sud, come qui in Puglia, una qualità molto noto e allo stesso pregiata, ricca di privilegi e di ottimo sapore, gli impasti con solo grano duro Senatore Cappelli, non risulteranno molto alveolati, ma il sapore ripagheranno gli occhi, anche io amo il pane con mille buchi e molto evidenti, e per evitare l’inconveniente della scarsa alveolatura, consiglio di mescolarla alla farina di grano tenero in pari percentuali.

PANE FATTO IN CASA CON FARINA SENATORE CAPPELLI

In questo caso proprio per rendermi conto di persona ho impasto solo Farina Senatore Cappelli, infatti come si vede dalle foto i buchi non sono molto grandi, ma proprio questo caratterizza il classico pane di sola Semola.

Per la preparazione del PANE FATTO IN CASA CON FARINA SENATORE CAPPELLI bisognerà seguire dei semplici passaggi.

  1. Il primo giorno prima preparare una biga che faremo lievitare per un giorno intero
  2. il secondo giorno faremo l’impasto, e metteremo a riposare in frigo per almeno 12 ore
  3. il terzo giorno formeremo il pane e procederemo per la cottura

Si ci vorrà un pò di tempo, ma ne vale la pena, il semplice di fatto di usare una biga, renderà il pane molto profumato, ci darà quel grado di acidità che lo renderà molto simile al classico pane fatto con il lievito madre

la sosta in frigo invece conferirà al PANE FATTO IN CASA CON FARINA SENATORE CAPPELLI un sapore molto più intenso, perchè daremo tempo ai lieviti di far il loro lavoro con calma e fatto bene. Nulla toglie comunque di poter fare un impasto molto più veloce, sacrificando profumi e gusti.

FotorCreated

PANE FATTO IN CASA CON FARINA SENATORE CAPPELLI

Con queste dosi verranno tre filoni di circa 500 gr ciascuno

Ingredienti per la biga:

  • 200 gr di farina senatore cappelli
  • 80 gr di acqua tiepida
  • 1 gr di lievito fresco (in questo caso vi suggerisco di usare il fresco perchè per il pochissimo peso, sarebbe molto difficile pesare il lievito secco, altrimenti dovremo triplicare le dosi)

Impastare giusto il tempo per amalgamare, otterremo un impasto grumoso, copriamo bene con pellicola e teniamo l’impasto a temperatura ambiente per 24 ore (la temperatura deve essere di circa 18 °- 20°

Il giorno dopo:

  • 800 gr di semola senatore cappelli
  • 650 acqua tiepida
  • un grammo di lievito fresco serve per dare spinta alla biga
  • 240 gr di biga
  • 5 gr di miele (anche zucchero, io preferisco il miele perchè dà una colorazione un pochino più scura in cottura)
  • Sale qb, il pane ognuno lo insaporisce diversamente, a me piace molto saporito, ne metto prima un pò e assaggio l’impasto, se serve ne aggiungo ancora

Togliamo dalla biga la crosta superiore, e sciogliamola nell’acqua tiepida con l’altro lievito e il miele. Preparare il PANE FATTO IN CASA CON FARINA SENATORE CAPPELLI è una gran bella soddisfazione se ci riesce, quindi prendiamoci un pò di tempo per noi e divertiamoci ad impastare.

In una planetaria versare tutta la farina, adesso azioniamo il moto con il gancio e inseriamo l’acqua a filo, cioè molto lentamente, non versiamo tutta l’acqua in un colpo solo, rovinereste il risultato, l’incordatura sarebbe difficile da raggiungere. Quando abbiamo fatto assorbire tutta l’acqua alla farina regoliamo di sale, e facciamo incordare a velocità bassa ma non troppo. Quando l’impasto si attacca tutto al gancio e la ciotola della planetaria resta pulita il PANE FATTO IN CASA CON FARINA SENATORE CAPPELLI è pronto.

Adesso dobbiamo spolverare un tagliere con altra semola e versare l’impasto. Dare una piega a tre, in questo modo Fotor0212192937

arrotondiamo e mettiamo in ciotola, con pellicola e in frigo fino al giorno dopo.

Dopo almeno 12 ore di frigo, tiriamo fuori l’impasto e lo lasciamo a temperatura ambiente per almeno un’ora, versiamo con delicatezza l’impasto in una spianatoia infarinata, come nelle foto prima, schiacciamo leggermente e tagliamo in tre pezzi. Formiamo i tre filoni arrotolando il lato lungo su se stesso, mettiamo in una teglia con lo strofinaccio infarinato, alternando gli strofinacci o carta forno tra un filone e l’altro. Non mettiamoli troppo vicini tra di loro, in lievitazione non avrebbero lo spazio necessario. Copriamo bene e lasciamo lievitare fino al raddoppio del volume.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

Cottura:

Temperatura massima del forno con pietra refrattaria a metà altezza, inforno il pane con una ciotola d’acqua, continua la cottura per venti minuti, poi abbasso a 200° per cinque minuti, poi a 180° per il resto del tempo, dopo cinque minuti tolgo l’acqua dal forno e lascio lo sportello socchiuso, mettendo una presina nel mezzo per non farlo chiudere completamente.

Far raffreddare in piedi in grata e non lasciarlo nel forno. Spero esservi stata d’aiuto.

PANE FATTO IN CASA CON FARINA SENATORE CAPPELLI, appena caldo è ottimo con solo olio e sale

9 Comments on PANE FATTO IN CASA CON FARINA SENATORE CAPPELLI

  1. Erica Di Paolo
    11 maggio 2015 at 9:03 (2 anni ago)

    Che meraviglia di pane, che meraviglia di farina…. immagino il profumo sprigionato in cottura e immagino il sapore. L’aspetto è incantevole. Ottimo risultato.Bravissima ^_^

  2. cucinareinsiemeate
    12 maggio 2015 at 10:11 (2 anni ago)

    Ciao carissima, sei un tesoro, hai ragione, il profumo è davvero fantastico, e ti assicuro anche il gusto.
    Un saluto da Katia

  3. cate
    3 febbraio 2016 at 10:11 (1 anno ago)

    Ciao!
    Si può fare cuocere senza pietra refrattaria?
    Grazie e complimenti!

  4. cucinareinsiemeate
    18 febbraio 2016 at 15:00 (1 anno ago)

    Ti ho risposto tramite mail, cmq si puoi usare una classica teglia con carta da forno, sempre metà altezza e segui le stesse temperature.
    Un consiglio spassionato, la cottura dipende tantissimo dal forno e anche da risultato che vogliamo ottenere.
    A presto Katia

  5. amelia stammelluti
    23 settembre 2016 at 20:13 (9 mesi ago)

    ciao, vorrei sapere quali altre preparazioni si possono fare con la farina senatore cappelli. grazie

  6. cucinareinsiemeate
    26 settembre 2016 at 17:20 (9 mesi ago)

    ciao, scusa il ritardo, ma non so come mai, ma il tuo messaggio mi è arrivato sulla cartella spam. La farina Senatore Cappelli, è a tutti gli effetti una semola rimacinata di grano duro, quindi la puoi usare in sostituzione della vecchia farina di semola rimacinata. Per pane, pizze, focacce, anche solo in parte, e per la pasta fresca. anche mescolata alle altre farine per fare dei biscotti più croccanti.
    Spero esserti stata utile

  7. elena
    23 ottobre 2016 at 17:00 (8 mesi ago)

    Ciao, grazie dell’articolo…avrei qualche domanda da totale inesperta che sono =)
    Ho iniziato da poco a fare il pane con il lievito madre, (l’ho rinnovato ieri sera) e sta mattina l’ho impastato con solo senatore cappelli, e l’ho lasciato riposare 4 ore, ma ho notato che non è lievitato per niente, premetto che mi ha sempre lievitato quando usavo altre farine, ma con senatore cappelli, no.
    Quindi la mia domanda è: con senatore cappelli devo aumentare la durata della lievitazione?
    grazie

  8. cucinareinsiemeate
    23 ottobre 2016 at 18:41 (8 mesi ago)

    Ciao, non sono molto esperta con il lievito madre, ma so che in genere viene fatto con farine molto forti.
    Di solito per passare un lievito madre da una farina all’altra, viene fatto gradualmente, proprio per dare il tempo ai lieviti, di abituarsi alla nuova “dieta”, alla fine dei conti, hai dato ai lieviti, un altro cibo, quindi dovresti dargli il tempo di abituarsi.
    Ti consiglio di riprendere un po’ di pasta madre iniziale, e rinfrescala con la solita farina, ma tagliata con un 10% di senatore cappelli.
    Quando triplica, rifai il rinfresco aumentando pian piano la dose di senatore cappelli.
    Fino ad arrivare al 100%.
    Spero esserti stata utile.

  9. Leo072
    20 novembre 2016 at 19:53 (7 mesi ago)

    Quando vuoi cambiare farina, fai più rinfreschi con la nuova farina finchè il blob riprende vita e aggiungi una punta di cucchiaino di miele bio ad ogni rinfresco per coccolare i lieviti. Ogni rinfresco prendi due cucchiai di blob, li reimpasti con tre di farina nuova acqua e miele e aspetti il raddoppio. Se lo fai 3 volte in 24 ore (circa ogni otto) dovresti essere a posto. Questo è il metodo per il pane di Cruto e di Altamura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*