TORTA PAGLIACCIO E PASSO PASSO PER ALCUNE DECORAZIONI FACILI E VELOCI
Mi piace usare la pasta di zucchero e alla prima occasione mi faccio sempre avanti per preparare le torte.
Questa era però un’occasione speciale in quanto il SECONDO compleanno di mio figlio (il tempo passa in fretta).
In questo torta ho avuto  modo di provare uno dei migliori prodotti in commercio in campo del cake design, e sto parlando dei prodotti della Decora che tutti conosciamo molto bene.

In particolare ho provato la pasta di zucchero colorata, composta da ingredienti pregiati come il burro di cacao, ed è facile da stendere e anche da usare per creare piccoli personaggio o modellare qualche oggetto.
Io ho usato la pasta di zucchero colorata della Decora, sia per la copertura delle torte, che per creare qualche piccolo decoro, perchè a volte bastano semplicissime decorazioni per creare una bella torta.
Adesso passo però alla preparazione della base e poi cercherò di spiegare qualche passaggio per i particolari.
Partiamo dalla preparazione della torta composta da un pan di spagna al cacao e una crema al cocco, io l’ho voluta chiamare torta Bounty, perchè il sapore è molto simile.
Pan di Spagna al cacao:
Per una tortiera di 28 cm occorrono (la torta verrà bella alta)
9 uova medie
270 gr di zucchero
120 gr di farina 00
120 gr di fecola di patate
120 gr di cacao
1 pz di sale che ai dolci non guasta mai
(la ricetta per un normale pan di spagna senza copertura in pasta di zucchero prevede un pò meno di farina, ma per poter essere rivestito e utilizzato come base per una torta da cake design occorre un impasto un pò più duro)
In una planetaria o in una terrina capiente e fruste elettriche, versare le uova e lo zucchero.
Se usate la planetaria, posizionatela alla massima velocità e dimenticatela per almeno 15\20 minuti.
Lo stesso vale per chi userà la frusta elettrica, l’unica incombenza è che dovrete stare lì per tutto il tempo.
Dopo aver montato per bene le uova, passiamo a setacciare le farine con il cacao e aggiungere poco per volta al composto di uova, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto, con un cucchiaio o meglio una spatola.
Dovete fare molta attenzione a non smontare le uova, fatto l’impasto, versare il tutto in una teglia imburrata e infarinata.
Infornare a forno statico a 180° per circa 20 minuti.
Fate la prova stecchino o potete seguire il mio trucchetto, il pan di spagna sarà pronto quando lo vedrete staccare dai bordi, ma comunque seguite attentamente la cottura, perchè a sbagliare ci vuole pochissimo.
Fatto il pan si spagna, passiamo alla crema al cocco.
Ingredienti:
400 ml di latte di cocco
250 ml di panna fresca
450 ml di latte intero
8 tuorli
150 gr di pasta di cocco
150 gr di zucchero
(se non avete la pasta di cocco potete usare anche il cocco grattugiato o il cocco fresco, frullandolo con un pò del latte che andrete ad usare per la ricetta, ma ricordatevi che dovete aggiungere alla base anche un pò di zucchero perchè la pasta di cocco è già zuccherata)
150 gr di amido di mais
Sbattere in una pentola capiente (io ho usato una pentola dal fondo spesso per evitare che la crema si possa attaccare sotto) i tuorli e lo zucchero, aggiungere la farina e mischiare bene.
A questo punto aggiungere gli altri ingredienti liquidi, il latte, la panna e il latte di cocco.
Mettere sul fuoco e con molta pazienza girare girare girare con un frusta, finchè la crema si addenserà.
A questo punto versare la crema in un contenitore e coprire con la pellicola a contatto.
Assemblare la torta il giorno seguente perchè è consigliabile un riposo in frigo per dare struttura alla crema.
Spero che nelle foto si renda bene l’idea dei vari passaggi.
Adesso passiamo all’assemblaggio della torta
Se si ha calma e pazienza tutto sarà molto più facile di quello che è.
Tagliate i bordi della torta per pareggiarli bene, ci servirà per avere una torta bella dritta proprio come dei professionisti. Io mi aiuto con una tortiera regolabile senza fondo, come vedete in foto.
Tagliare la torta in tre fette cercando però di fare l’ultima fetta un pò più alta.
Io per avere una maggiore precisione uso la torta al contrario, mi spiego meglio, basta girare la torta ed usare il fondo come cappello e viceversa, il fondo sarà molto più regolare e liscio rispetto alla parte superiore.
La fetta più spessa la useremo per il fondo che reggerà tutta la torta (ricordati che il fondo sarà però la parte alta della torta quando è sta sfornata)
Bagnate leggermente la torta con altro latte di cocco allungato con un pò d’acqua (il mio era molto denso e ho dovuto farlo) non bagnate troppo la torta altrimenti non regge bene e si potrebbe affossare in qualche punto.
Ricoprire con la crema al cocco, inserendola in una sacca da pasticcere (evitate di spalmarla con il cucchiaio, non riuscirete a pareggiarla bene e non otterrete una torta ben stabile)
Coprire la crema con la seconda fetta di pan di spagna e rifare di nuovo il passaggio fino a coprire con il fondo della torta.
I bordi che avete tagliato non mangiateli ci serviranno per creare la faccia al pagliaccio.
Adesso ci servirà almeno 500 ml di panna Vegetale montata molto bene deve essere ben soda (io la uso per la stuccatura perchè a mio parere regge molto bene e quando si asciuga diventa perfetta per essere rivestita di pasta di zucchero)
Stucchiamo molto bene la torta, aiutandoci con una spatola o un coltello, non usandolo dalla lama.
Dovremo mettere la panna e poi con calma eliminare quella in eccesso.
Con un pò di passaggi sarà molto facile ricoprirla dopo per bene.
Io cerco di fare questo passaggio la mattina per poi mettere la torta in frigo e rivestirla la sera, così la panna si solidificherà e per noi sarà tutto più facile.
Qualche giorno prima però mi sono preparata alcune semplicissime decorazioni, le ho fatte prima perchè dovevano indurire per poter essere pronte da inserire nella torta.
Per la torta pagliaccio ho preparato delle semplicissime bandierine, tagliando la pdz in triangoli di diverse misure, nelle più grandi ho incollato le lettere per poi creare il nome di ANDREA
Le lettere le ho fatte semplicemente creando un cordoncino di pdz e aiutandomi con la punta di un pennello ho create le varie lettere.
Poi ho fatto dei cuoricini e delle stelline piuttosto spesse, per poter inserire il filo in acciaio che ho prima arrotolato in una matita per dare un pò di movimento.
Anche la manona è fatta allo stesso modo, solo che ho mischiato un pò si pdz bianca e celeste per creare l’effetto venatura.
Infine il cappellino, che è fatto con una formina per i fiori grandi, basta allargare e stringere qualche petalo per dare l’effetto irregolare, e poi ho attaccato una farfallina rossa.
Poi ho creato un fiocco e qualche girellina, io in genere preparo sempre qualche piccola decorazione in più, specie quando devono essere già dure, per evitare di doverle rifare all’ultimo momento.
Siamo pronti per ricoprire, stendere per bene la pasta di zucchero della Decora ho aggiunto un pò di giallo per variegare un pò il colore. Prendete bene la misura della torta con un metro da sarta, da un bordo all’altro, (partendovi dalla base) questo dovrà essere il minimo diametro della sfoglia di pdz, è sempre meglio abbondare di qualche centimetro.
Non tirate la pasta troppo sottile, potrebbe bucarsi e ancora peggio inizierebbe a trasudare, compromettendo il lavoro fatto fino ad ora.
Arrotolate la pdz nel mattarello e ricoprite con calma la vostra torta, poggiando la parte dal fondo del bordo e facendola cadere pian piano sulla torta.
Adesso dovete sistemare per bene la pdz sulla torta aiutandovi con le mani cercando di farla aderire bene.
Lisciate con l’apposito attrezzo, in mancanza potete farlo con le mani ma molto delicatamente.
Passiamo a comporre il pagliaccio.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso

Ho preso il pds rimasto e l’ho inserito in una coppetta con il fondo non troppo tondo, ho capovolto su un cartoncino e ricoperto sempre con la panna montata. (se non volete fare questo passaggio potete acquistare un cerchi in polistirolo.
Coprire la faccia con la pdz, ma questa volta sarà più facile perchè è molto più piccola.
Ho creato gli occhi e la bocca a mano, quidi potete aiutarvi con le mie foto per ricrearla.
I capelli invece sono dei semplici salsicciotti messi un pò a caso per creare una piccola parrucca tipica da pagliaccio.
La cosa molto importante è usare colori molto accesi, per dare l’idea del circo.
Il naso una semplice pallina
Per pareggiare e nascondere i piccoli difetti dei bordi ho rivestito con le arachidi pralinate

Le bandierine con il nome sono state letteralmente cucite con ago e filo di cotone, dopo che si erano bene asciugate, poi le ho cucite a due cannucce che a sua volta erano infilate ad altre due per creare l’altezza desiderata.

Qualche candelina e il resto un pò di fantasia…..
Spero esservi stata utile e anche se il post è un pò lungo spero apprezzate il mio impegno nel cercare di spiegare qualche piccolo trucco che ci renderà più facile il lavoro.

E questo è quello che rimane dopo circa 5 minuti…….

6 Comments on TORTA PAGLIACCIO IN PDZ

  1. antonia piacente
    17 luglio 2014 at 16:34 (3 anni ago)

    Bellissima questa torta devo farti i miei complimenti mi hai proprio conquistata… sempre più brava soprattutto complimenti per le decorazioni, conosco Decora uso anche io questi prodotti e sono davvero ottimi… un bacio, Antonia

  2. Batù Simo
    17 luglio 2014 at 17:35 (3 anni ago)

    io, invece, non l’amo molto ma adoro vedere torte spettacolari con la tua 🙂 molto brava!

  3. Mai enza
    17 luglio 2014 at 22:36 (3 anni ago)

    Complimenti,sei bravissima…questa torta è bellissima e ben fatta.

  4. katia B
    19 luglio 2014 at 0:07 (3 anni ago)

    Grazie carissima, questa volta ho seguito tanti piccoli accorgimenti che spesso dimenticavo per la fretta.
    Sono molto fiera di questa torta grazie mille

  5. katia B
    21 luglio 2014 at 22:03 (3 anni ago)

    cosa non ami la pasta di zucchero???
    Anche io non la mangio tutta, devo essere sincera, perchè già i dolci sono abbastanza calorici di suo. ma questa è proprio buona

  6. katia B
    21 luglio 2014 at 22:03 (3 anni ago)

    Grazie mille carissima è sempre bello ricevere complimenti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*