Sembra una cosa difficilissima, ma invece la prima volta che l’ho fatta ho detto…. ah ma così è proprio facile….
e poi ne avrò quanta mi pare, con tutte le arance che consumiamo durante l’inverno.
Adesso niente chiacchiere e armatevi di un pentolino, una bilancia e orecchie aperte….
Ingredienti:
Buccia di arancia ben lavata tagliata a strisce di un centimetro
Zucchero e acqua dello stesso peso delle arance (per la glassatura finale)

Per prima cosa pesare le bucce, e ricordarvi il peso per la glassatura finale.
Mettere le bucce in acqua fredda e farle bollire per 3 volte, cambiando ogni volta l’acqua e ripartendo sempre da acqua fredda.

Terminato questo semplice passaggio, mettere le bucce, l’acqua e lo zucchero dello stesso peso delle bucce prima di esser state bollite 3 volte.
Spero essermi spiegata, il discorso è più semplice di quello che sembra… eventualmente chiedete io sono qui per questo.
Cuocere le bucce con l’acqua e lo zucchero, fino a quando lo sciroppo non si sarà assorbito del tutto.

Se volete ricevere gratuitamente le mie ricette e restare sempre aggiornati cliccate QUI e inserite la vostra email

Vi invito inoltre a diventare fan di cucinare insieme a te, clicca MI PIACE e se ti va di chiacchierare entra nel gruppo Cuochi per caso
Stendere in un foglio di carta da forno le bucce ormai candite e far asciugare bene all’aria.
Se vuoi un prodotto più umido ti consiglio di non farne troppe, oppure fai come me.
Le faccio asciugare per bene, passandolo in forno a 100° per 20 minuti circa.
Così sono ottime tuffate nel cioccolato fondente o per un ripieno goloso…..
Quando mi servono le faccio rinvenire in un pò di sciroppo fatto sempre facendo bollire un pò d’acqua e zucchero.
Così avrai bucce d’arancia candita per tutto l’anno a costo quasi zero, ma soprattutto genuine.
E le potrai usare in qualsiasi preparazione.
Se l’idea ti è piaciuta leggi anche la ricetta delle bucce d’arancia essiccata, la puoi usare come aroma per dolci o per profumare piatti salati, come un semplice sugo al tonno.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*